`Coltivazione eroica sul lago di Como - Olive Oil Times

Coltivazione eroica sul lago di Como

Ottobre 22, 2015
Ylenia Granitto

Notizie recenti

Il lago di Como è il lago più bello del mondo secondo l'Huffington Post, che al suo interno Classifica 2014 definito come "benedetto da un microclima superbo. "

Nonostante la sua latitudine settentrionale, il lago - noto anche come Lario - ha un effetto mitigante sul clima delle sue sponde e delle sue sponde che stimola lo sviluppo di una flora rigogliosa, ricca di specie mediterranee e anche subtropicali.

Percepiamo questi problemi come sfide stimolanti- Massimiliano Gaiatto

Massimiliano Gaiatto, sua moglie Luciana e il suo braccio destro Erman Maggioni producono Olio extra vergine di oliva Gaiatto DOP Laghi lombardi Lario in condizioni particolari.

Massimiliano ha ottenuto nel 2005 alcuni terreni accidentati abbandonati dagli anni Sessanta. Proviene da una carriera molto diversa (gestisce un'azienda che produce caschi da bicicletta) e la sua idea iniziale senza pretese era quella di creare un piccolo uliveto dedicato al consumo familiare.

Inizia ad esplorare con passione l'arte dell'olivicoltura, studiando di tutto, dalla potatura alla gestione di un frantoio, e diventa un assaggiatore professionista per capire come migliorare il suo prodotto.

Attualmente coltiva circa 7 ettari di oliveto sparsi nella provincia di Lecco tra i due paesi del litorale di Varenna e la collina di Perledo. Seicentocinquanta giovani piante di Frantoio e Leccino sono affiancate da una piccola percentuale di Bianchera, varietà che Gaiatto trapiantò dal territorio friulano per dare un interessante contributo di amaro e piccante al suo blend.

Ripide terrazze del boschetto di Gaiatto vicino al Lago di Como, in Italia.

Il supporto dell'oliveto è diventato essenziale per la protezione dei pendii e la sicurezza del suolo soggetto a frane, poiché le ripide sponde del lago, una volta coltivate e poi abbandonate, erano altamente suscettibili all'erosione e al cedimento strutturale.

Mi ha raccontato che quando stava piantando i primi ulivi con i suoi collaboratori, sono stati colpiti da una frana che li ha lasciati miracolosamente illesi. La via di fuga gli ha dato un'ulteriore motivazione per continuare e ha trovato una zona migliore, quella che ora contiene il boschetto.

"Gli ulivi che abbiamo piantato e un centinaio di piante che abbiamo trovato nelle proprietà, hanno contribuito a mantenere e sostenere queste terre dure ", ha detto. "Il costante mantenimento del terrazzamento e il ripristino dei muri di sostegno sono necessari poiché, soprattutto in questi anni, hanno subito l'effetto erosivo delle forti precipitazioni seguite da periodi di siccità ”.

Comprendiamo come la conservazione del territorio abbia anche un valore estetico nello splendido paesaggio del lago.

Le prime terrazze si trovano sulle rive del lago a 220 metri sul livello del mare. Le terrazze più ampie possono contenere al massimo due file di piante. I piccoli appezzamenti che compongono l'oliveto hanno spesso accessi ardui e alcune aree sono difficili da raggiungere.

Attraverso una pendenza di 45 gradi si raggiungono le piante più alte a 500 metri sul livello del mare, notevole elevazione per la coltivazione dell'olivo. L'accesso con macchine di grandi dimensioni (ad esempio per lo sfalcio e il recupero dei residui di potatura) è impossibile. Possono essere utilizzate solo mietitrici manuali, in quanto possono essere manovrate da un solo operatore.

Inoltre, l'esposizione al sole è limitata e in inverno diminuisce drammaticamente, poiché il sole inizia a tramontare alle 4:-.

"Noi percepiamo questi problemi come sfide stimolanti ", ha affermato il nostro produttore. "Non possiamo competere in termini di quantità, quindi l'obiettivo è raggiungere il massimo livello di qualità. Siamo più piccoli di una nicchia e il prezzo elevato del nostro prodotto è giustificato dai grandi sforzi compiuti per produrre un eccellente olio extravergine di oliva ", ha detto, le sue parole confermate dai premi della Corona Maestrod'olio 2015 a ExtraLucca.

Questo mese ricomincia il raccolto eroico.

pubblicità

Related News

Feedback / suggerimenti