L'agricoltore di Herzegovian cerca di mantenere il ritmo dopo la vittoria a New York

La cantina della famiglia Skegro sta aprendo la strada per l'alta qualità extra virgin produzione di olio d'oliva in Bosnia ed Erzegovina.

Gennaio 16, 2019
Di Ylenia Granitto

Notizie recenti

Krš olio extra vergine di oliva porta il nome del terreno carsico ostile al raccolto da cui proviene.

Eppure, per più di 25 anni, il Azienda vinicola della famiglia Škegro (Vinarija obitelji Škegro) ha prodotto vini molto apprezzati da tre vitigni autoctoni - Žilavka, Blatina e Trnjak - a Ljubuški, una città nel Cantone della Bosnia-Erzegovina dell'Erzegovina occidentale.

Lavoriamo insieme, con un forte senso di collaborazione.- Barisa Skegro

Ampie strisce di terra non sfruttata, che fino a tre anni fa erano state utilizzate per separare i diversi appezzamenti di terra per la coltivazione della vite, sono diventate la cornice ideale per coltivare ulivi e creare una nuova eccellenza agroalimentare.

Quindi, Krš ha dato alla Bosnia ed Erzegovina l'opportunità di unirsi ai ranghi dei migliori paesi produttori di olio extra vergine di oliva, grazie al Gold Award ricevuto nell'ultima NYIOOC World Olive Oil Competition- il primo riconoscimento per questo paese nel più importante concorso mondiale di olio d'oliva.

Guarda anche: Fiere e concorsi di olio d'oliva

"Siamo una piccola azienda familiare con una grande esperienza nella produzione di vino ", ha detto Bariša Škegro Olive Oil Times. "Ad un certo punto, abbiamo sentito la necessità di evolvere e provare cose nuove, sempre in linea con i nostri elevati standard di qualità. Sulla nostra terra c'erano un gruppo di ulivi, che erano stati piantati da mio nonno, ed è qui che è iniziata la nostra nuova avventura. "

pubblicità

Desideroso di sviluppare nuovi prodotti e profondamente legato alla cultura alimentare mediterranea, l'azienda di famiglia ha rivolto la sua attenzione al settore sempre più attraente di olio extra vergine di oliva di alta qualità e alberi 300 sono stati aggiunti al gruppo originale.

"Nei prossimi cinque anni, pianteremo altri 200 o 300 alberi di ulivo ", ha detto Škegro, specificando che per la prima fase del loro piano dell'olio d'oliva, hanno scelto quattro varietà dai paesi vicini.

"Abbiamo piantato Oblica, la varietà più diffusa in Croazia, insieme a Pendolino, Leccino e Cipressino dall'Italia ”, ha aggiunto Škegro.

La fattoria Škegro, che si trova sulle colline di Ljubuški a 360-720 piedi sul livello del mare ea soli 18.6 km dalla costa adriatica, ha il terreno e le condizioni meteorologiche ideali per promuovere la crescita di queste cultivar.

Oblica viene utilizzato sia per la produzione di olio d'oliva che di olive da tavola, in quanto caratterizzato da grandi frutti sferici, leggermente asimmetrici.

"Questa varietà ha una buona resa ", ha detto Škegro. "In generale, nei primi due anni di produzione, abbiamo avuto un risultato soddisfacente in termini di volume e qualità. "

All'inizio dell'ultima vendemmia, le olive erano in ottima forma, anche grazie all'irrigazione che veniva effettuata durante l'estate, al fine di mitigare gli effetti di una stagione calda. Temperature molto elevate e grave siccità l'esperienza maturata negli ultimi anni ha indotto i produttori della regione a prendere precauzioni contro questo tipo di problemi climatici.

Pendolino, Leccino e Oblica in proporzioni di 30 percento ciascuno, insieme a 10 percento di Cipressino, hanno permesso alla famiglia Škegro di ottenere una miscela fruttata medio-grande.

"Siamo così soddisfatti del risultato al NYIOOC, perché era la prima volta che abbiamo partecipato e abbiamo immediatamente ottenuto un importante riconoscimento ”, ha detto Škegro, aggiungendo che ciò è stato possibile grazie al lavoro di tutti i membri della famiglia.

"Lavoriamo insieme, con un forte senso di collaborazione, seguendo tutto il processo di produzione e siamo pronti per un'altra stagione di successo nel nome dell'olio extra vergine di oliva ", ha aggiunto.


Related News