Immortalare antichi ulivi attraverso le immagini

Adoni Dimakos segue i sentieri della Laconia, il geografo medievale Pausania ha camminato nel 2 secolo per catturare le immagini di alberi di olivo in via di estinzione e "sensibilizzare" le popolazioni agricole locali riguardo alla loro estirpazione.

Adoni Dimakos
Novembre 29, 2016
Di Stav Dimitropoulos
Adoni Dimakos

Notizie recenti

La pittoresca prefettura di Laconia, nella punta più meridionale della Grecia continentale, ha una reputazione per le sue impressionanti varietà di ulivi, oltre ad ospitare la leggendaria città di Sparta come sua capitale, cioè. 

In Laconia, ci sono ulivi che portano varietà di ulivi come Athinolie, Koutsourolie e Koroneike, insieme a molte altre specie locali risalenti all'antichità, come osservò il geografo greco medievale Pausania nel 2nd secolo d.C. e nel suo libro il "Descrizione della Grecia. " 

Queste sono le stesse varietà in cui Adoni Dimakos, un repat canadese, si imbatte ogni giorno nel suo tentativo di esplorare proprio le aree descritte nel libro di Pausania. Con suo grande stupore, le correlazioni tra antiche rovine e enormi tronchi di ulivo sono sbalorditive. E c'è di più. 

Dimakos si trova nell'area storicamente e naturalmente privilegiata da un anno, ma la sua passione per la fotografia, il motocross, la storia e le bellezze naturali lo hanno già ispirato a guidare un ambizioso progetto di fotografare ulivi secolari, come illustrato nel suo sito web olivetree123.com.

Sfortunatamente, trova la Grecia nel suo settimo anno di recessione. Decenni di cattiva gestione in tutte le cose che l'agricoltura ha anche creato uno stato di cose sleale per l'emblema nazionale dell'albero di olio d'oliva. "Come risultato di quello che chiamo agricoltura industriale, alberi dignitosi che un tempo erano alti e orgogliosi sono ridotti a un tronco alto un metro, una pratica comune visto che richiede un bulldozer per strappare le radici profonde di un ulivo e non molte persone possono permetterselo fate questo ”, riferisce Dimakos dalla Laconia. 

La qualità conta.
Trova i migliori oli d'oliva del mondo vicino a te.

Gli agricoltori semplicemente li segano con la motosega e lasciano un ricordo spaventoso dell'antica gloria degli alberi, e questo per bruciare la legna o per fare spazio alla piantagione di nuovi raccolti. Inoltre, durante gli anni in cui venivano distribuiti sussidi agli agricoltori perché piantassero aranci, molti ulivi secolari sono stati strappati dal terreno per essere sostituiti con alberi di arancio ", ha detto l'amante della natura greca. 

In queste circostanze, Dimakos vuole che olivetree123.com diventi un almanacco online. Agirà come un deposito di antichi e rari esemplari di ulivo, ha detto, e aiuterà a salvare dall'estinzione gli antichi alberi da olio d'oliva rimasti sparsi in tutta la campagna greca. Si spera, e con la crescente pubblicità che sta guadagnando - persone provenienti da tutta Europa stanno già salendo a bordo per sostenere la sua causa condividendo con lui le loro foto da pubblicare sul sito web - può motivare le autorità locali a istigare una sorta di legislazione per proteggere gli alberi secolari.

Un'altra speranza è che l'iniziativa sensibilizzi gli agricoltori locali, che, influenzati dalle avversità, probabilmente ignorano i tesori nazionali che li circondano. "Non provo rancore verso le comunità locali per non essere ricettivo alla mia causa ", risponde Dimakos. "Gli agricoltori moderni hanno famiglie da sfamare e se possono aumentare il loro raccolto piantando quattro o cinque alberelli di ulivo al posto di un albero regale, ma non più fruttuoso, lo faranno. Ma farò di tutto per aumentare la consapevolezza riguardo a questa epidemia, per informare il pubblico e per immortalare questi maestosi ulivi attraverso la fotografia. "

A quanto pare, Madre Natura si è già occupata dell'albero dell'olio d'oliva "immortalizzazione ”dettaglio. Un detto greco vuole che l'olivo sia immortale. "Anche se un ceppo d'albero è a un piede da terra, rilascerà gemme e farà crescere rami immediatamente ”, ha confermato Dimakos. 

Possono passare centinaia di anni prima che il moncone si trasformi nel modello di perfezione che porta il frutto di Liquid Gold, ma la natura ha reso l'olivo uno degli alberi più resistenti sulla Terra. 

"Fatta eccezione per il significato biologico e storico di tale fatto, ciò significa che l'olio d'oliva e tutti i suoi benefici culinari e salutari continueranno a trovare la loro strada nelle nostre cucine e nei nostri tavoli da pranzo ", ha concluso un vivace Adoni Dimakos con saggezza ancestrale in una frase.



Related News

Feedback / suggerimenti