`Due si sono dichiarati colpevoli di frode all'olio d'oliva, condannati a due anni di carcere Olive Oil Times

Due si dichiarano colpevoli di un programma di frodi di olio di oliva, condannato a due anni di prigione

Dicembre 17, 2011
Julie Butler

Notizie recenti

Due uomini d'affari andalusi sono stati condannati a due anni di prigione per la loro parte nella distribuzione di centinaia di migliaia di litri di olio d'oliva fraudolento in Spagna in 2005 e 2006.

Spacciato come olio extravergine di oliva, i pubblici ministeri affermano che l'olio era in realtà una miscela di 70-80% di olio di girasole e solo 20-30% di olio d'oliva. Durante un'udienza presso il tribunale provinciale di Córdoba a settembre hanno chiesto nove anni di carcere e multe di 8,760 euro ($ 11,560) per ciascuno degli imputati.

Secondo El Día de Córdoba, giovedì i due, identificati solo dalle loro iniziali - JMAM e JJCJ - ed entrambi della provincia di Córdoba, hanno ammesso il loro ruolo nella frode e hanno accettato una condanna a due anni. Un terzo uomo, FAM, è stato assolto.

I tre erano tra più di dieci persone arrestate come parte di 'Operazione Colesterolo. Un'indagine nazionale in Spagna nel 2006, ha seguito denunce di sospetta adulterazione dell'olio d'oliva che sono state comprovate in test dalle autorità regionali.

Nella sua accusa iniziale, l'accusa ha affermato che gli uomini avevano usato le loro società di confezionamento e distribuzione di olio da cucina per mescolare l'olio d'oliva e di girasole. È stato quindi aggiunto un po 'di E141 - un additivo alimentare non approvato per l'uso negli oli da cucina - per rendere il colore dell'olio simile a EVOO.

L'olio è stato successivamente etichettato come EVOO in contenitori di metallo e plastica da 5 litri e venduto in Andalusia, Catalogna e in altre parti della costa mediterranea. È stato distribuito con due modalità: principalmente come regalo alle persone in tour organizzati in autobus, ma anche in vendita a piccoli esercizi e cantine. La polizia ha anche chiuso una rete di distribuzione online per parte del petrolio.

Si diceva che JMAM fosse responsabile delle vendite di petrolio fraudolento ai grossisti nel settore alimentare e dell'ospitalità.



Related News

Feedback / suggerimenti