Mondo

Il non profit vede la cultura dell'olio d'oliva come un modo per aiutare i giovani in difficoltà

My City Kitchen, un'organizzazione senza scopo di lucro focalizzata su bambini a rischio ea basso reddito, adolescenti e famiglie, collabora con Enotre, un produttore di extra virgin olio d'oliva della Calabria.

Foto di Kendal Royer di Lou Jones Photography
Può. 30, 2017
Di Ylenia Granitto
Foto di Kendal Royer di Lou Jones Photography

Notizie recenti

"Il nostro olio extra vergine di oliva Enotre è una miscela di Carolea e Nocellara Messinese da piante coltivate ad un'altitudine di 600 metri all'ombra delle montagne della Sila, in oliveti appartenuti a mio padre ", ha detto Pietro Polizzi, aggiungendo che di solito effettuano la raccolta all'inizio di ottobre per ottenere il meglio di queste varietà. "Anche se ho ottenuto un ottimo prodotto anche dalla raccolta all'inizio di novembre ”, ha sottolineato.

Ero felice ed eccitato come un bambino in un negozio di caramelle per far parte di questo fantastico processo. Ho visto un modo per aiutare a sostenere il programma My City Kitchen.- Kashia Diaz Cave, My City Kitchen

Le note di Enotre sull'erba tagliata e sul pomodoro hanno incuriosito lo chef e il direttore esecutivo del Connecticut My City Kitchen (MCK), Kashia Diaz Cave, che ha incontrato Polizzi attraverso un amico comune durante una visita di lavoro in Italia.

"Quando sono stato in contatto con Pietro, sono stato attratto dalla sua passione per il suo lavoro con olio extra vergine di oliva ", ha detto Diaz Cave Olive Oil Times. "Gli ho fatto molte domande sulla sua attività e lui ha risposto a tutte. ”Sentiva il desiderio di scoprire di più sulla produzione di oro liquido: come chef qualificato, voleva imparare perché era considerato un olio superiore e da quando la famiglia ha una storia di diabete e ipertensione e ha sentito che può ridurre i rischi di malattia, ha voluto sperimentare i suoi aspetti salutari e tutti gli altri usi dal cibo alla bellezza.

Grotta di Kashia Diaz (fotografia di Kendal Royer di Lou Jones)

Soprattutto, era interessata all'olio extra vergine di oliva come fondatrice e chef di My City Kitchen, un'organizzazione no profit che si concentra sull'insegnamento a bambini, adolescenti e famiglie a rischio e a basso reddito come cucinare pasti sani, capire la produzione alimentare e come prepararlo con un budget, grazie a semplici abilità di vita e educazione alimentare di base.

"Innanzitutto, volevo sperimentare da solo ogni fase della produzione ", ha detto Diaz Cave. Quindi salì su un aereo e volò in Calabria con la sua amica Andrea De Silva, una fotografa professionista, dove Polizzi li portò nei loro uliveti.

pubblicità

"Raccontare la nostra storia è il modo migliore per avvicinare le persone all'olio extra vergine di oliva ", ha affermato Polizzi. "Li portiamo nei nostri splendidi ma ripidi uliveti e li raccogliamo a mano. Questo dimostra la nostra passione, e questo è probabilmente ciò che ha impressionato Kashia quando ha scelto di lavorare con noi. ”

La Diaz Cave ha ammesso di non aver mai realizzato quanto lavoro è necessario per la raccolta delle olive. "Comprendere l'importanza di raccogliere, conservare alla pressatura, quale olio di oliva puro non filtrato abbia, odori e sapori, mi ha fatto impazzire. Ero felice ed eccitato come un bambino in un negozio di caramelle a far parte di questo fantastico processo. ”

di Andrea De Silva

Durante quella visita, sono emersi molti progetti: dare ai suoi studenti adolescenti l'opportunità di viaggiare in Calabria e partecipare alla raccolta come parte di un programma educativo attraverso My City Kitchen; creare un gruppo di viaggio per consentire ad amici e parenti di sperimentare il raccolto durante la visita in Italia; collaborare con la famiglia Polizzi per promuovere e vendere il loro olio Enotre presso MCK Gourmet Café, che ha aperto di recente.

"Ho visto un modo per aiutare a sostenere il programma My City Kitchen ", ha affermato Diaz Cave poiché una parte importante di My City Kitchen sta educando gli studenti di una fattoria al concetto di tavola, lavorando con gli agricoltori, visitando le fattorie locali nello stato e dando loro un comprensione della produzione alimentare.

Le vite sono cambiate in meglio attraverso i programmi di cucina MCK, come Alex che, in 14, era in difficoltà con la legge. Il suo agente di libertà vigilata lo ha collegato con MCK come parte di un programma di educazione e preparazione al lavoro. Innanzitutto, Alex non era davvero entusiasta di cucinare, ma Diaz Cave ha cambiato idea e tre anni dopo è uno dei suoi migliori volontari.

"La mia passione è aiutare i nostri giovani nel centro della città a raggiungere il loro pieno potenziale, e se posso usare la mia cucina per aiutare, allora è quello che farò ", ha detto Diaz Cave. "Tutti meritano la possibilità di un futuro più luminoso. "


Related News