Europa

Un'oasi dell'Olimpo premiato a Tabernas

Sergio Leone, il regista italiano, ha scelto la regione desertica di Tabernas come location cinematografica per i suoi Spaghetti Western. Pochi credevano che la zona fosse adatta alla produzione di olio d'oliva.

Oro del Desierto (Pablo Esparza)
Settembre 14, 2017
Di Pablo Esparza
Oro del Desierto (Pablo Esparza)

Notizie recenti

Le colline ricoperte di erba sparto e i burroni aridi del deserto di Tabernas non sono il solito scenario per coltivare ulivi in ​​Spagna.

La sostenibilità non sta solo pensando all'ambiente. Sta anche pensando alle persone che vivono nell'ambiente. Quindi è qualcosa che vogliamo lasciare come eredità.- Rafael Alonso, Oro del Desierto

Con solo 200 mm di pioggia annuale (7.8 pollici) - meno di quello nelle aree sul mare - e oltre 300 giorni di sole all'anno, questo angolo nella provincia sud-orientale di Almería è considerato il luogo più arido d'Europa.

Il clima è estremo: l'altitudine di 400 m sul livello del mare fa variare le temperature da estati molto calde a inverni freddi.

Sergio Leone, il regista italiano, e molti altri hanno scelto Tabernas e le sue aree circostanti come location cinematografica Spaghetti Western.






I villaggi messicani e i paesaggi del Far West americano dove si esibivano Clint Eastwood Il buono il brutto e il cattivo e Per pochi dollari in più erano, infatti, i vecchi "cortijos ”(case di campagna andaluse) e villaggi di questa regione dimenticata da tempo.

La coltivazione di ulivi e qualsiasi altra coltura in quest'area richiede tecniche speciali e una buona dose di determinazione.

pubblicità

Mentre guida attraverso l'oliveto di 100-ettari (247-acro), Rafael Alonso, direttore delle esportazioni e marketing di Oro del Desierto, ha detto Olive Oil Times che quando suo padre iniziò a produrre olio extra vergine di oliva a Tabernas 20 anni fa, alcune persone esitavano sulla qualità del prodotto che poteva ottenere in questa terra arida.

In 2017, Oro del Desierto, che è ancora un'azienda a conduzione familiare, ha vinto un Gold Award e un Best in Class Award nel Concorso internazionale di olio d'oliva di New York.

Le province tradizionali produttrici di petrolio come Jaén, Cordova, Siviglia e Granada non sono lontane, ma le condizioni ad Almería sono piuttosto diverse. E influenzano le caratteristiche dell'olio d'oliva.

"La nostra regione essendo così secca e avendo così tanto sole rispetto ad altre regioni del Mediterraneo, rende il nostro petrolio - non direi migliore di altri - ma molto diverso. I nostri oli sono molto aromatici, non troppo pungenti, non forti come gli altri ", afferma Rafael.

La tenuta della famiglia Alonso si trova in una valle circondata da montagne spoglie a pochi chilometri da Tabernas, un villaggio con una popolazione di 3000 abitanti.

"L'acqua è la principale preoccupazione qui ”, ha detto Alonso.

"Finché siamo in un deserto, dobbiamo irrigare gli alberi. Abbiamo trovato diversi pozzi e questa è la fonte principale al momento. Ma non siamo lontani dal mare, a circa 30 chilometri (18.6 miglia), e c'è un progetto per portare l'acqua da una struttura di desalinizzazione in futuro ”, ha aggiunto.

Ci siamo fermati in un punto nel mezzo della tenuta. Un gruppo di cavalli cerca l'ombra sotto un grande pannello solare. Sia gli animali che il dispositivo che produce energia svolgono un ruolo importante nel modo in cui gli ulivi vengono coltivati ​​qui.

"Pompiamo l'acqua dai pozzi da 16 a 18 metri (18-19 iarde) sottoterra grazie all'energia solare. Tutta l'energia che usiamo qui è energia solare ”, ha spiegato Alonso.
Guarda anche: Acquista Oro Del Desierto Organic Coupage
La tenuta di 25,000 alberi è irrigata da un sistema di gocciolamento. Nella maggior parte dei campi, i tubi sono sepolti 40 centimetri (16 pollici) sottoterra per evitare l'evaporazione.

Prima di applicare i sistemi di irrigazione a goccia, l'agricoltura in questa regione era molto scarsa.

"Questa era principalmente terra di cereali. Gli ulivi venivano coltivati ​​proprio sulle rive dei burroni in modo che potessero beneficiare dell'acqua che li attraversava una o due volte l'anno. Era un'agricoltura di sussistenza ", afferma Rafael.

Ora le cose sono cambiate. Sebbene i tassi di produzione qui siano più bassi che in altre regioni spagnole, è diventata possibile un'agricoltura intensiva.

pubblicità

Ma Alonso, uno scienziato dell'Ambiente che qualche anno fa ha deciso di unirsi al progetto di produzione di olio d'oliva della sua famiglia, è un convinto difensore dell'agricoltura sostenibile.

E questo è il punto in cui i piccoli cavalli neri che vagano nella tenuta sono un prezioso alleato.

"Sono molto buoni da abbinare a questo raccolto perché non amano le olive. A loro non piacciono gli alberi, quindi non li mangiano, ma mangiano le erbacce. Quindi sono una specie di erbicida naturale ", ha osservato Alonso.

"Alcune persone li scambiano per pony. Ma non lo sono. Appartengono a una razza delle Asturie, nel nord della Spagna, chiamata Asturcón. "

Nonostante gli ovvi vincoli che implicano, la siccità costante e le alte temperature presentano anche alcuni vantaggi per gli agricoltori biologici.


"L'agricoltura era molto limitata e in modo molto tradizionale. Quindi non c'erano contaminazioni e poca pressione nel terreno. Quindi è una specie di terreno vergine. Quindi coltivare qualcosa in questo tipo di terreno, ed essere organici, è più facile ", ha detto.

D'altra parte, la mancanza di umidità rende difficile diffondersi e crescere più rapidamente di quanto farebbero nelle zone più piovose.

La combinazione di quattro diverse varietà di ulivi nella tenuta - Hojiblanca, Picual, Arbequina e Lechín - aiuta anche a prevenire l'impatto dei parassiti poiché ogni cultivar ne è influenzata in modo diverso.

20 anni fa, quando la famiglia Alonso iniziò a produrre agricoltura biologica, il loro progetto fu visto come una stranezza nella regione.

Ora, altri agricoltori producono olio extra vergine di oliva di buona qualità nel deserto di Tabernas e, lentamente, gli ulivi stanno cambiando questo paesaggio drammatico.

"Crediamo fermamente che la sostenibilità non stia solo pensando all'ambiente. Sta anche pensando alle persone che vivono nell'ambiente. Quindi è qualcosa che vogliamo lasciare come eredità. "


Related News