` Raccolta delle olive al Dionysos Hotel in Turchia - Olive Oil Times

Olive Harvest in Turchia Dionysos Hotel

Novembre 25, 2012
Gretta Schifano

Notizie recenti

Mentre sorseggiavo il liquido pepato e verde pisello, Yaprak, la nostra guida turca per la raccolta delle olive per il giorno, ha spiegato che l'olio Amos che stavo assaggiando era incluso nel Guida di Flos Olei ai migliori oli extra vergini di oliva al mondo. Il panel di Flos Olei ha giudicato il petrolio "ampio e rotondo "con "eleganti note fruttate di pomodoro medio maturo, mela bianca e banana con sentori di basilico e menta. “

Io e la mia famiglia siamo stati ospiti del Boutique hotel Dionysos a ottobre nella penisola di Bozburun, nel sud-ovest della Turchia, e stavamo prendendo parte a una sessione di degustazione di olio d'oliva con Yaprak.

L'hotel Dionysos è strutturato come un grazioso villaggio, i suoi edifici dai tetti rossi drappeggiati in bouganville, arroccati sul fianco della montagna sopra la baia di Kumlubük e godono di una vista sul Mediterraneo verso le lontane montagne di Toros.

Ahmet Şenol, geniale creatore e proprietario di Dionysos, è appassionato di cibo e della sua provenienza e la fattoria, il vigneto, gli uliveti e gli alberi da frutto della tenuta producono gran parte di ciò che è necessario per le cucine dell'hotel.

La tenuta ha intorno 1,500 olivi biologici e il olive memecik che producono vengono pressati in loco per fare l'olio. Gli ospiti dell'hotel durante il periodo della raccolta sono invitati a partecipare al lavoro e conoscere l'olio d'oliva. Queste attività della settimana della raccolta delle olive sono del tutto facoltative e ci sono molte altre cose da fare a Dionysos: offre un'enorme piscina a sfioro con vista sulla baia, ristoranti, un centro benessere, una palestra, tennis e bus navetta per la spiaggia e la città più vicina.

La raccolta delle olive quella mattina presto era stata facile. Isa, il giardiniere dell'hotel, ha steso le reti sul terreno sotto gli alberi per catturare le olive. Ci diede cesti di vimini e rastrelli per le olive dal manico di legno per pettinare i rami. Yaprak ha spiegato che il sapore delle olive è rovinato se toccano il suolo, da qui le reti. I nostri cestini furono presto pieni e attraversammo i giardini dell'hotel fino alla sala di pressatura per imparare come si trasformano le olive in olio.

Una squadra di uomini stava lavorando sodo per smistare, pulire e spremere le olive raccolte quella mattina utilizzando una pressa italiana Olio Mio. Yaprak ci ha detto che l'acidità di un'oliva inizia a salire non appena viene raccolta e, poiché l'olio extravergine di oliva necessita di un livello di acidità inferiore allo 0.8%, deve essere prodotto entro sei ore dalla raccolta. L'olio di Amos viene franto entro tre ore dalla raccolta delle olive. Yaprak imbottiglia quindi l'olio secondo necessità, cento bottiglie alla volta per la vendita nel negozio dell'hotel o per l'uso nelle cucine. Mi piace usare l'olio che abbiamo portato a casa dal nostro viaggio, soprattutto perché abbiamo contribuito a produrlo.



Related News

Feedback / suggerimenti