Produzione

Olive Harvest ottiene social in Italia

Ottobre 15, 2013
Di Luciana Squadrilli

Notizie recenti

raccolta delle olive-ottiene-sociale-in-Italia-raccolta delle olive-va-sociali

Questi sono i giorni in cui la raccolta delle olive in Italia - e in tutta l'area del Mediterraneo dove ha preso piede l'intelligente abitudine di raccolta precoce - sta davvero andando avanti, nonostante le sfavorevoli condizioni meteorologiche con forti piogge e grandinate che impediscono o rallentano il lavoro.

Il tempo era soleggiato e caldo in tutto il paese fino a due settimane fa e la fioritura è stata eccellente: questo ha portato molti a prevedere un anno molto buono per l'olio d'oliva italiano, speriamo di non essere rovinato dalle eccessive piogge e dal freddo.

Occorrerà attendere ancora qualche settimana per la stima e la valutazione ufficiali, ma possiamo già prendere atto di una tendenza peculiare e interessante nel raccolto 2013 in Italia: molti produttori - sia quelli che hanno già imbottigliato il loro olio, sia quelli che sono ora iniziando a raccogliere le olive - stanno usando il web e i principali social media per comunicare e condividere il lavoro in corso della raccolta e il suo prezioso risultato.

Frantoio Gaudenzi, un frantoio a conduzione familiare in Umbria che produce eccellenti oli extravergine di oliva, ha appena lanciato la sua nuovissima Quinta Luna (il marchio di punta dell'azienda, una miscela intensa e potente di Frantoio, Moraiolo e Leccino). Quest'anno hanno deciso di lanciarlo organizzando un "Quinta Luna Day" quando dieci ristoranti italiani selezionati hanno proposto un menu speciale o una ricetta creata per onorare il prodotto e valorizzarne le caratteristiche, a partire dalla vecchia bruschetta tradizionale preferita con pane tostato e appena macinato Quinta Luna.

pubblicità

Come i membri più giovani della famiglia, Stefano e Andrea, che recentemente si sono uniti all'azienda di famiglia, hanno deciso di implementare la presenza dell'azienda su Facebook e Twitter per lanciare l'evento con un concorso fotografico: i fan di Gaudenzi potevano fare una foto con un piatto, o anche se stessi, con la bottiglia Quinta Luna per mostrare la loro passione per questo olio extra vergine di oliva, sperando anche condividendo le loro ricette.

Olio Flaminio, un altro frantoio e produttore umbro che in 2012 ha lanciato il #evolover hashtag su Twitter, ha anche scelto di usare Pinterest per raccontare le attività dell'azienda agricola e in particolare la raccolta, con un conto alla rovescia per la raccolta delle olive iniziata l'8th Ottobre.

Anche Parco dei Buoi, il frantoio e la fattoria in Molise gestiti da Francesco Travaglini - uno dei primi coltivatori italiani a utilizzare Internet lanciando il progetto “2.0 farmers” - ha deciso di pubblicare online il raccolto in corso delle olive per il Tratturello, l'elegante e il pozzo miscela equilibrata di olive Gentile di Larino e Leccino. Lo scopo del sito web teevo.it è presentare un "raccolto condiviso" virtuale per far conoscere a tutti lo sforzo e lo sforzo che si celano dietro una bottiglia di olio extra vergine di oliva, creando "il primo uliveto del Web".

pubblicità

La stessa bottiglia di Tratturello - in stile cartone animato - racconterà tutto sul processo di raccolta citando i dati sulle diverse varietà di olive e il loro output, le valutazioni sensoriali e organolettiche e le analisi chimiche effettuate giorno per giorno. Le stesse informazioni saranno accessibili anche tramite un codice QR sull'etichetta. Anche al Parco dei Buoi, la vendemmia, che dovrebbe iniziare il 4th Ottobre, la giornata dedicata a San Francesco d'Assisi secondo la tradizione - è stata posticipata all'8th e continuò sotto la pioggia, dando 11 litri di olio extra vergine di oliva ogni 100 chili il primo giorno.

Nel frattempo, un altro hashtag (e un blog dedicato) è apparso su Twitter lanciato da @EDTlibri account: #extraverginita. La casa editrice indipendente - che pubblica anche le guide Lonely Planet in Italia - ha appena pubblicato il noto libro investigativo Extra Virginlità di Tom Muller. Anche se difficile, il libro era stato ampiamente impostato e concepito in Italia, era stato originariamente pubblicato in inglese e poi tradotto in tedesco, portoghese, giapponese e altre lingue, ma è disponibile solo ora in italiano.

pubblicità