`Scienza sensoriale dell'olio d'oliva - Olive Oil Times

Scienza sensoriale all'olio d'oliva

Giu. 5, 2014
Marcel E. Moran

Notizie recenti

E l'olio d'oliva stimola di più i sensi? È il modo in cui la morbida bottiglia verde riflette la luce come un prisma intorno alla tua cucina o come l'odore si mescola al condimento e agli ingredienti con cui lo cucini? Queste qualità (e altre ancora) sembrano spesso al di là del regno dello studio quantitativo, ma il lavoro pubblicato di recente "Scienza sensoriale all'olio d'oliva, "A cura di Erminio Monteleone e Susan Langstaff fornisce ampie prove del contrario. In più di 350 pagine, questo tour de force della scienza dietro il modo in cui percepiamo l'olio d'oliva copre tutto, dalla percezione tattile (come si sente l'olio in bocca) agli sviluppi di marketing e comunicazione da parte di esperti nei loro campi.

Nella panoramica dell'edizione, Monteleone e Langstaff (rispettivamente dell'Università di Firenze e Applied Sensory LLC) discutono oggi delle dimensioni globali dell'industria dell'olio d'oliva e sostengono che il successo in nuovi mercati può essere costruito sulla comprensione delle differenze e delle influenze importanti delle proprietà sensoriali suscita olio d'oliva.

Sebbene sia stata prestata molta attenzione alla determinazione dell'olio extra vergine di oliva (EVOO) da altre varietà, scrivono "questa valutazione necessaria non è sufficiente per descrivere la diversità sensoriale tra gli EVOO. " Quindi cos'altro dovrebbe sapere un membro del settore dell'olio d'oliva, uno chef o un intenditore oltre a come verificare i difetti? Un bel po ', si scopre.

La crescita del mercato dell'olio d'oliva in tutto il mondo significa che i consumatori stanno sviluppando gusti più maturi e, al fine di soddisfare quelle mutevoli esigenze, è opportuno che l'industria capisca su cosa sono costruiti quei sapori e come si formano tali opinioni. Per lo scienziato nel cuore, questo libro è una miniera d'oro. I capitoli scritti da professori di tutto il mondo offrono punti di fusione, diagrammi di composti organici e profili sensoriali che rendono operativo quasi ogni modo in cui viene percepito l'olio d'oliva.

Non solo vengono esaminate le specifiche dell'olio, ma lo sono anche i processi psicologici che formano il nostro senso del gusto. Il tema della percezione umana può riempire molti libri da solo, ma gli autori qui fanno un buon lavoro contestualizzando l'integrazione del gusto e il design sperimentale nel contesto dell'olio d'oliva.

pubblicità

Al di fuori dei modi unici in cui la percezione dell'olio d'oliva può essere quantificata, questo libro dipinge l'industria come un fenomeno globale. La parte II del libro presenta capitoli sull'olio d'oliva provenienti da Spagna, Italia, Grecia, Australia, Nuova Zelanda, California e Sud America, con mappe a colori, storia varietale e climatica e dettagli regionali per ogni paese fino a un livello notevole.

Gli oli d'oliva della California sono suddivisi in 7 diversi segmenti che vanno da San Diego al Mendocino e combinati in questa parte del libro forniscono una guida completa per ampliare la tua conoscenza globale dell'olio d'oliva.

Come qualsiasi lavoro composto da singoli articoli, le selezioni variano in struttura e messa a fuoco. Alcuni punti salienti per il lettore medio saranno molto probabilmente "Olio d'oliva negli studi di abbinamento alimentare ”, e "Condizioni e opportunità per un marketing di successo. ”Se sei pronto a portare la tua esperienza nel settore dell'olio d'oliva a un livello superiore, dall'oliveto alla tavola, Olive Oil Sensory Science è una risorsa erudita e aggiornata.

Scienza sensoriale all'olio d'oliva, 388 pagine, febbraio 2014, Wiley-Blackwell

pubblicità

Related News

Feedback / suggerimenti