I consumatori in Spagna non apprezzano l'EVOO biologico, dicono i ricercatori

La posizione consolidata dell'olio extravergine d'oliva convenzionale in Spagna lascia poco spazio alla sua versione biologica.

Marzo 12, 2018
Di Costas Vasilopoulos

Notizie recenti

I ricercatori dell'Università di Jaén hanno condotto un sondaggio tra i consumatori spagnoli nel tentativo di spiegare i bassi livelli di consumo di olio extravergine di oliva biologico nel paese. Hanno esaminato i fattori che influenzano le scelte dei consumatori e hanno suggerito che le barriere esistenti nel mercato non sono di per sé sufficienti a giustificare la situazione, ma il basso consumo ha anche a che fare con il modo in cui i consumatori valutano il prodotto.

Concludiamo che questo gruppo di consumatori semplicemente non apprezza il 'attributo biologico 'abbastanza altamente e quindi non ha alcun desiderio o interesse per EVOO organico.- Manuela Vega Zamora, Università di Jaén

In un paese che è un leader globale quando si tratta di terra dedicata all'olivicoltura biologica, è particolarmente sorprendente che i consumatori spendano solo lo 0.007% del loro budget alimentare annuale (che si traduce in una media di $ 0.16) in olio extravergine di oliva biologico, i ricercatori hanno notato. Inoltre, la maggior parte dell'OEVOO prodotto localmente viene spedita ai mercati esteri.

Per ottenere alcune risposte, i ricercatori hanno prima esaminato le conosciute barriere di mercato per i consumatori nell'acquisto di EVOO biologico - differenza di prezzo, mancanza di consapevolezza degli alimenti biologici e sistema di distribuzione difettoso - e poi hanno condotto un sondaggio distribuendo questionari per raccogliere dati .

La differenza di prezzo tra prodotti convenzionali e biologici sembra essere il maggiore ostacolo di tutti, non solo in Spagna ma anche in molti altri paesi. La mancanza di consapevolezza impedisce ai consumatori di distinguere gli attributi speciali degli alimenti biologici, mentre una distribuzione errata significa che i prodotti alimentari biologici non sono ampiamente disponibili e facili da individuare.

La ricerca ha sottolineato che le barriere del mercato non erano le uniche responsabili del basso consumo. Per arrivare al fondo del problema, è stata condotta un'indagine in sei diverse città della Spagna per ottenere la dispersione geografica.

Manuela Vega Zamora, uno dei ricercatori, ha parlato con Olive Oil Times sul loro lavoro.

"È stato condotto un sondaggio su 800 acquirenti urbani di olio d'oliva di età superiore ai 25 anni e che vivono in Spagna. I dati sono stati raccolti attraverso un questionario strutturato. Le difficoltà oi problemi che i consumatori devono affrontare nell'acquisto di olio d'oliva biologico sono stati misurati. Innanzitutto, abbiamo misurato le difficoltà percepite, quindi abbiamo valutato se queste difficoltà incidono davvero sul comportamento di acquisto ".

Sono stati raccolti e valutati un totale di questionari validi per 793. È stato riscontrato che solo il 16 percento dei consumatori urbani utilizza EVOO organico (frequentemente o occasionalmente), mentre il 84 percento è stato identificato come non consumatore. Età, genere e livello di istruzione degli intervistati si sono rivelati privi di significato.

L'analisi dei dati ha mostrato che sia i consumatori che i non consumatori avevano una chiara percezione delle barriere del mercato. Tuttavia, le risposte dei non consumatori non hanno individuato chiaramente le sole barriere del mercato come motivo per non acquistare. "I risultati mostrano che un gruppo di consumatori non acquista il prodotto, percepisce difficoltà o fattori limitanti, e tuttavia non fornisce alcuna chiara indicazione che queste difficoltà determinano direttamente la decisione di non acquistare ", ha detto Zamora.

Dopo aver rivalutato i dati del sondaggio e essersi concentrati su risposte specifiche nei questionari, i ricercatori sono giunti a una conclusione notevole: la vera ragione del boicottaggio dei non consumatori è che pensano semplicemente che l'olio extravergine convenzionale sia abbastanza buono per loro e credono che l'attributo organico non fa differenza. In altre parole, il problema è il prodotto stesso, dove il termine 'organico 'non crea alcun valore aggiunto.

"Concludiamo che questo gruppo di consumatori semplicemente non apprezza il 'attributo organico 'abbastanza altamente e quindi non ha alcun desiderio o interesse per EVOO organico ", ha spiegato Zamora. "Siamo rimasti molto sorpresi dall'importanza degli alimenti biologici. Tuttavia, siamo consapevoli che l'olio d'oliva convenzionale è molto apprezzato dai consumatori spagnoli e abbiamo altri documenti che dimostrano che l'elevato apprezzamento dell'olio d'oliva convenzionale è una barriera nel consumo di olio d'oliva biologico ".

I ricercatori hanno sostenuto che il basso apprezzamento di EVOO organico è più difficile da affrontare rispetto alle attuali barriere di mercato poiché è associato a valori personali e consapevolezza del prodotto.

Inoltre, non è previsto un cambiamento nel comportamento dei consumatori nel prossimo futuro, come ha osservato Zamora: "Non ci aspettiamo presto un cambiamento. Crediamo che questo cambiamento avverrà a lungo termine, a patto che vengano sviluppate campagne di comunicazione per far conoscere il cibo biologico e che i consumatori sappiano esattamente cosa significa essere biologici, così come campagne di sensibilizzazione ambientale. È importante che i consumatori siano consapevoli di come il consumo biologico contribuisce alla preservazione dell'ambiente. I consumatori possono preservare l'ambiente non solo attraverso il riciclaggio ma anche con ciò che mangiano ".

D'altra parte, il fatto che la maggior parte dell'EVOO biologico spagnolo venga esportata non è davvero un problema per i produttori spagnoli, ci ha detto Zamora. "Da un punto di vista economico, i produttori non subiscono una perdita. Nei mercati esteri è un prodotto molto più apprezzato che in Spagna, quindi i consumatori sono disposti a pagare un prezzo molto più alto. È un prodotto sano e, inoltre, biologico. "

Il rapporto ha sostenuto che gli enti amministrativi pubblici e gli agenti del settore dell'olio d'oliva vogliono aumentare il consumo di alimenti biologici in Spagna, e l'EVO biologico ha una priorità assoluta a causa dell'importanza dell'olivicoltura biologica nelle aree rurali del paese.

I risultati dell'indagine potrebbero essere utilizzati nella progettazione di diverse strategie per aumentare la domanda di EVOO organico, concentrandosi sulla limitazione delle barriere di mercato per i suoi consumatori esistenti e sul cambiamento della consapevolezza sociale e ambientale per i non consumatori.





Related News

Feedback / suggerimenti