Affari

L'Europa sfida le tariffe USA sulle olive spagnole

L'UE ha presentato una denuncia all'Organizzazione mondiale del commercio, ma l'entità commerciale a corto di personale si trova di fronte a un massiccio arretrato. I produttori di olive spagnoli affrontano un futuro incerto con una scadenza 2019 di dicembre incombente.

Foto per gentile concessione dell'OMC.
Febbraio 7, 2019
Di Daniel Dawson
Foto per gentile concessione dell'OMC.

Notizie recenti

Il Unione europea sta intraprendendo un'azione legale contro le tariffe imposte dagli Stati Uniti alle importazioni di olive spagnole chiedendo la decisione dell'Organizzazione mondiale del commercio.

Accogliamo con grande favore la decisione della Commissione europea. Le tariffe imposte alle olive spagnole negli Stati Uniti non sono giustificate e vanno contro le regole dell'OMC.- José María Castilla Baró, rappresentante dell'Unione degli agricoltori spagnoli (ASAJA) a Bruxelles

Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti (DOC) tariffe antidumping imposte che vanno dal 16.88 al 25.50 percento e le tariffe antisovvenzioni che vanno dal 7.52 al 27.02 percento sulle olive spagnole lo scorso luglio.

Guarda anche: Importazioni ed esportazioni di olio d'oliva

"I dazi imposti dagli Stati Uniti alle olive nere spagnole sono ingiustificati, ingiustificati e vanno contro le regole dell'Organizzazione mondiale del commercio ", ha dichiarato Cecilia Malmström, Commissaria europea per il commercio, in un Tweet. "Domani porteremo questo caso al sistema di risoluzione delle controversie dell'OMC, chiedendo consultazioni con gli Stati Uniti "

Secondo le regole dell'OMC, le due parti hanno ora meno di 60 giorni per cercare di risolvere la controversia. Se le due parti non riescono a raggiungere un accordo dopo tale periodo di tempo, l'UE può chiedere all'OMC di pronunciarsi sulla questione.

pubblicità

Malmström ha affermato che l'UE ha ripetutamente affrontato la questione con funzionari commerciali statunitensi, ma non è stata in grado di raggiungere un accordo.

"Da parte della Commissione, abbiamo già sollevato questo caso con le nostre controparti statunitensi in molte occasioni ", ha affermato. "Insieme alle autorità spagnole, continueremo a difendere con forza gli interessi dei produttori dell'UE ".

Luis Planas, ministro spagnolo dell'agricoltura, della pesca e dell'alimentazione, ha accolto con favore la decisione dopo un incontro a Bruxelles con la Commissione europea.

"Sono buone notizie. La Commissione europea sta prendendo le ingiuste restrizioni commerciali che le olive da tavola stanno subendo all'OMC ", ha affermato in un Tweet. "Il settore lo merita. Hanno il mio supporto totale. "

Lo scorso anno gli Stati Uniti hanno importato circa $ 70 milioni di olive da tavola dalla Spagna.

Le tariffe sono nate dopo due società californiane hanno presentato una denuncia antidumping con la US International Trade Commission (ITC). Questa constatazione ha coinciso con le conclusioni di un'indagine DOC secondo cui gli olivicoltori spagnoli hanno ingiustamente beneficiato della politica agricola comune europea (PAC), che fornisce aiuti finanziari agli agricoltori.

Né il DOC né l'ITC hanno commentato la decisione dell'UE di presentare un reclamo all'OMC. Tuttavia, quando le tariffe sono state annunciate per la prima volta a luglio, un portavoce dell'ITC ha affermato che entrambi i dipartimenti avevano stabilito che le olive spagnole avevano un "vantaggio materiale "rispetto alle olive coltivate negli Stati Uniti, motivo per cui le tariffe sono state applicate.

Secondo l'Associazione spagnola degli esportatori di olive, le esportazioni di olive da tavola erano già diminuite del 72% a soli due mesi dall'attuazione ufficiale delle tariffe nell'agosto 2018.

José María Castilla Baró, che rappresenta l'Unione contadina spagnola (ASAJA) a Bruxelles, ha dichiarato a Forbes che la PAC è in linea con le regole dell'OMC.

"Accogliamo con grande favore la decisione della Commissione europea ", ha affermato. "Le tariffe imposte alle olive spagnole negli Stati Uniti non sono giustificate e vanno contro le regole dell'OMC. "

Mentre gli olivicoltori e gli esportatori attendono in anticipo la sentenza dell'OMC, la Commissione europea ha annunciato una sovvenzione per un totale di 2.5 milioni di euro (2.85 milioni di dollari) per le persone interessate dalle tariffe al fine di "cercare mercati alternativi ".

Castilla Baró è felice per il supporto e anche ottimista sul fatto che l'UE vincerà il caso, ma come diversi esperti del settore hanno avvertito, potrebbe non essere così semplice.

pubblicità

L'amministrazione del presidente degli Stati Uniti Donald J Trump si oppone fondamentalmente all'idea dell'OMC e, di conseguenza, ha già bloccato la riconferma di quattro dei sette giudici di appello dell'organizzazione.

Con solo tre giudici rimasti - il numero minimo richiesto dall'organizzazione per decidere i casi - il processo di ricorsi già arretrato si sta muovendo lentamente.

I termini di altri due giudici scadranno anche a dicembre 2019 e, con gli Stati Uniti che prevedono di bloccare anche le nomination a quelle posizioni, gli esperti prevedono che i produttori di olive spagnoli rimarranno senza soluzioni e tariffe elevate per il prossimo futuro.





Related News