` Sei aziende stanno per promuovere l'olio d'oliva in Nord America - Olive Oil Times

Sei aziende promuovono l'olio d'oliva in Nord America

Può. 25, 2011
Julie Butler

Notizie recenti

Sei aziende sono in lizza per un contratto da 1.2 milioni di euro ($ 1.7 milioni) per promuovere il consumo di olio d'oliva e olive nel più grande mercato di importazione del mondo, gli Stati Uniti e il Canada.

Il termine ultimo per la timbratura delle proposte era maggio 17. Le offerte di cinque società nordamericane e di una società europea sono state ufficialmente aperte questa mattina a Madrid dal Consiglio oleicolo internazionale (CIO) che ora utilizzerà esperti esterni per valutare le proposte in tempo per l'agenzia di successo per inizia a luglio.

Il progetto Il Consiglio Olive vuole lanciare la campagna durante la National Association for the Specialty Food Trade's Fancy Food Show che si terrà a Washington quest'estate. Si prevede che le iniziative promozionali si concentreranno sul livello di vendita al dettaglio in cui la ricerca dell'agenzia ha indicato che è più facile influenzare le decisioni di acquisto.

Una portavoce del CIO ha detto che i nomi dei ricorrenti non possono essere rivelati. Due hanno esercitato il diritto di avere un rappresentante presente all'apertura delle offerte odierne. Il contratto in palio è una campagna di 18 mesi per aumentare il consumo di olio d'oliva e olive da tavola negli Stati Uniti e in Canada.

Nella sua tenera informazione, il CIO afferma che il focus dovrebbe essere "sulle loro numerose proprietà legate alla salute. Allo stesso tempo, è necessario chiarire che l'olio d'oliva e le olive da tavola sono prodotti salutari che possono essere usati crudi e cotti per insaporire non solo il Mediterraneo ma anche altri tipi di cucine. ”

La richiesta di proposte continua il "l'importanza delle relazioni con i media è sottolineata. Motivare i media a distribuire messaggi sui vantaggi dell'olio d'oliva e delle olive da tavola offre la più grande opportunità di visibilità. "

I documenti di gara del CIO sottolineano inoltre che si dovrebbero evitare campagne pubblicitarie diritte. "L'obiettivo principale dovrebbe essere l'azione orientata all'informazione, come articoli e servizi editoriali, interviste e così via. I messaggi generali da trasmettere dovrebbero tenere conto delle tre caratteristiche distintive dell'olio di oliva e delle olive da tavola, ovvero il loro gusto unico, la gamma e le diverse qualità del prodotto disponibile; e i loro aspetti e benefici per la salute ".

E vuole educare i consumatori sul prezzo: "Inoltre, il messaggio generale basato su queste caratteristiche distintive dovrebbe mirare a giustificare il prezzo del prodotto ".

Il capitolato d'oneri del CIO afferma inoltre che la priorità a breve termine è di fare in modo che i consumatori esistenti di olive e olio d'oliva ne utilizzino di più. Il corteggiamento di nuovi consumatori è l'obiettivo a lungo termine.

"Al di fuori dell'Europa, Stati Uniti e Canada rappresentano il maggior consumatore di olive da tavola e olio d'oliva in tutto il mondo. Tuttavia, è importante che l'industria olivicola a breve e medio termine si concentri sull'assicurarsi un volume maggiore di acquisti dai consumatori esistenti ea lungo termine da quelli nuovi. L'aspettativa è che le importazioni aumentino in modo significativo nei prossimi 3-5 anni ".

Una recente previsione del CIO ha affermato che il maggiore utilizzatore mondiale di olio d'oliva, l'UE, avrebbe probabilmente consumato 1.8 milioni di tonnellate in 2010-11. Nel frattempo, si prevedeva che gli Stati Uniti rimanessero il secondo più alto, con un consumo previsto in aumento solo dello 0.7%, a tonnellate 260,000.

Related News

Feedback / suggerimenti