L'Italia promette 20 milioni di euro per l'acquisto di olio EVOO locale per famiglie bisognose

La mossa arriva dopo un precedente tentativo di fornire extra virgin olio d'oliva alle famiglie colpite dalla pandemia COVID-19 ha scatenato polemiche, con gli agricoltori che affermavano che lo sforzo ha favorito gli oli importati rispetto a quelli italiani.

Teresa Bellanova
Agosto 12, 2020
Di Paolo DeAndreis
Teresa Bellanova

L'olio extravergine d'oliva sarà presto inserito nei pacchetti di aiuti che verranno distribuiti alle famiglie bisognose ea chi è stato più duramente colpito dalla Pandemia di COVID-19.

Il ministro dell'Agricoltura italiano Teresa Bellanova ha confermato che verranno spesi 20 milioni di euro (23.6 milioni di dollari) "Olio extravergine di oliva 100% italiano ”per il progetto.

Vedi anche: Aggiornamenti COVID-19

L'olio extravergine di oliva verrà acquistato tramite gare pubbliche. Un'ampia rete di volontari e operatori sanitari distribuirà quindi i pacchetti di aiuti, che includono anche altri alimenti essenziali, a chi ne ha bisogno.

Durante una recente sessione al Parlamento italiano, Bellanova ha sottolineato che il fondo di emergenza per gli aiuti alimentari nel suo complesso vale un totale di 300 milioni di euro (354 milioni di dollari).

Bellanova ha aggiunto che la catena alimentare dell'olio d'oliva è stata affrontando diverse sfide importanti e il fondo aiuterà anche il settore in questi tempi difficili. Ha detto che anche i soldi saranno spesi "evitare lo spreco alimentare ”e sostenere le reti di volontari locali.

pubblicità

Durante la sessione, il ministro italiano ha anche affrontato un'accesa controversia, scoppiata la scorsa settimana in merito a una gara separata da 8 milioni di euro (9.4 milioni di dollari) per l'acquisto di olio extravergine di oliva per le famiglie bisognose.

I termini del bando dell'Agenzia per i pagamenti in agricoltura (AGEA) non specificano che gli oli debbano essere di origine italiana. Inoltre, il prezzo fissato dall'offerta è di € 3.20 ($ 3.77) al litro, che molti produttori italiani di olio d'oliva considerano troppo basso.

"I produttori italiani di olio d'oliva sono calpestati dallo Stato che spende 8 milioni di euro per un olio d'oliva che non sarà certamente italiano perché non esiste un olio extravergine di oliva italiano che possa costare meno di 3.20 € al litro ", Onofrio Spagnoletti Zauli, dal Riavviare l'associazione, ha detto.

Tuttavia, questa affermazione è stata respinta da Bellanova.

"Quella gara deriva dai criteri imposti dalle normative europee ”, ha affermato. "Tali termini richiedono che l'olio extravergine di oliva sia prodotto da olive coltivate, spremute e confezionate all'interno dell'Unione europea. Ciò è dovuto al fatto che quei fondi provengono dal FEAD [il Fondo europeo per gli aiuti agli indigenti] ".





Related News