Nuovi direttori aggiunti al Consiglio oleicolo internazionale

Il nuovo senior management team è ora completo con l'aggiunta di due nuovi vice direttori, Mustafa Sepetçi responsabile degli affari amministrativi e finanziari, e Jaime Lillo che supervisionerà le unità tecniche, economiche e promozionali.

Jaime Lillo
Agosto 4, 2016
Di Ylenia Granitto
Jaime Lillo

Notizie recenti

Durante il suo 26th sessione straordinaria del marzo 2016, il Consiglio dei membri della Consiglio oleicolo internazionale selezionati alti funzionari che hanno iniziato con i loro nuovi ruoli in luglio 1. Ora il segretariato esecutivo del CIO comprende due nuovi vicedirettori: Mustafa Sepetçi responsabile degli affari amministrativi e finanziari e Jaime Lillo, che supervisionerà le unità tecniche, economiche e promozionali. Dopo il primo mese di lavoro, li incontriamo per parlare dei loro obiettivi e aspettative.

"Mi sento fortunato a lavorare per il CIO e il settore olivicolo e sono lieto di occuparmi del prodotto più sano e prezioso al mondo ", ha detto Mustafa Sepetçi, 41 anni, che si è detto desideroso di rivitalizzare la struttura amministrativa e finanziaria del IOC e garantire l'uso ottimale delle risorse dell'organizzazione.

Aumentare la visibilità e il riconoscimento del CIO consentirà l'accesso a informazioni accurate e soluzioni efficaci ai problemi incontrati nel mondo delle olive.- Vice direttore del CIO, Mustafa Sepetçi

Si è laureato in scienze politiche presso l'Università di Ankara, dopodiché si è specializzato in relazioni internazionali conseguendo un Master presso la London Metropolitan University.

Sepetçi ha lavorato a lungo come revisore interno nell'amministrazione pubblica, in particolare in relazione alla ristrutturazione provinciale effettuata dal Ministero delle dogane e del commercio.

Come capo del Dipartimento degli affari esteri presso il Ministero delle dogane e del commercio sin da 2011, Sepetçi ha rappresentato la Turchia presso il CIO ed era responsabile della supervisione del riconoscimento di test dell'olio d'oliva laboratori e la creazione della terza collezione internazionale di plasma di germi di oliva in collaborazione con il CIO.

pubblicità

Mustafa Sepetçi

In tale veste, ha partecipato attivamente alla negoziazione del Accordo internazionale sull'olio d'oliva e le olive da tavola nel 2015. Come partecipante regolare a riunioni internazionali presso l'Organizzazione internazionale del lavoro (ILO), l'Alleanza cooperativa internazionale (ICA) e la FAO, Sepetçi è stato presentato dalla Turchia per la carica di vicedirettore ed è stato scelto dal CIO paesi membri alla fine di un processo di selezione.

L'area chiave del suo nuovo ruolo è il rafforzamento della posizione centrale del COI nel settore dell'olio d'oliva e delle olive da tavola. "Aumentare la visibilità e il riconoscimento del CIO consentirà l'accesso a informazioni accurate e soluzioni efficaci ai problemi incontrati nel mondo dell'olivo ”, ha affermato il nuovo vicedirettore. "Fornirà anche uno strumento per attività comuni di standardizzazione, in quanto il CIO dovrebbe essere un punto di incontro per tutti gli operatori del settore ". La sua intenzione è che il CIO venga ristrutturato in modo tale da consentirgli di svolgere un ruolo di riferimento mondiale per la documentazione e l'informazione.

Sepetçi è anche responsabile della gestione del bilancio del CIO e si è detto determinato a dare il massimo per raggiungere gli obiettivi dell'Accordo internazionale e garantire un bilancio equilibrato per renderlo possibile.

Inoltre, il suo obiettivo è migliorare il sistema di informazione al fine di fornire tracciabilità, accesso e trasparenza facili e rapidi e rispondere meglio alle aspettative degli Stati membri e del settore. "Nel mondo di oggi, la tecnologia dell'informazione sta occupando più spazio nelle nostre vite giorno dopo giorno ", ha osservato. "È probabile che questa tendenza continui e aumenti di velocità in futuro. Siamo ansiosi di sviluppare un sistema di informazione che rafforzerà le capacità e le competenze del CIO. "

Il vicedirettore Jaime Lillo ha detto Olive Oil Times, "Il mio obiettivo è collaborare con il team per una nuova fase del CIO e dargli un nuovo impulso nell'ambito del nuovo accordo ".

Lillo, 42 anni, è un ingegnere agrario laureato al Politecnico di Madrid. Ha lavorato presso la Rappresentanza permanente della Spagna presso l'UE e come consigliere speciale presso il Ministero dell'Agricoltura.

In qualità di ex funzionario della direzione generale dell'Agricoltura e dello sviluppo rurale della Commissione europea, ha anche lavorato a stretto contatto con varie ONG su una serie di progetti di sviluppo e cooperazione.

Jaime Lillo

Lillo partecipa regolarmente agli incontri internazionali di Nazioni Unite, FAO, OMC e OCSE. Oltre alla gestione del portafoglio tecnico del CIO, che comprende R&S e ambiente, formazione e operazioni specifiche e chimica dell'olio d'oliva e standardizzazione, il nuovo vicedirettore, nominato dalla Spagna per il ruolo, monitorerà le campagne di promozione del consumo di olio d'oliva e la ricerca economica condotte dal CIO, oltre al previsto lancio di un osservatorio mondiale delle olive.

Il direttore esecutivo gli ha anche assegnato il compito di coordinare la Giornata mondiale delle olive, che si tiene ogni anno a novembre 26, che dovrebbe essere celebrata dai paesi membri con un finanziamento del CIO.

"Opererò per raggiungere gli obiettivi inclusi nell'accordo: avvicinarmi ai consumatori, migliorare l'armonizzazione della norma e facilitare l'accesso di nuovi paesi al CIO. "

Ritiene che il ruolo degli ulivi contro i cambiamenti climatici sia molto importante, e anche questo è un problema IOC presenterà alla COP22 di novembre (22nd Conferenza delle Parti della Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici UNFCCC).

Lillo, che negli ultimi anni ha visto la grande evoluzione di Olio d'oliva spagnolo, ha svelato alcuni dettagli personali sulla sua passione per l'olio extravergine di oliva iniziata da bambino: "Sono andato a trovare mio zio a Jaén che aveva un uliveto e abbiamo assaggiato il nuovo olio extravergine di oliva appena uscito dal frantoio. Al giorno d'oggi, la mattina di solito ho il pane con olio extravergine di oliva e pomodoro o miele e voglio sempre essere sicuro di avere vari oli di diverse varietà per usarli a seconda del cibo ".


pubblicità

Related News

Feedback / suggerimenti