` Furti di olio d'oliva segnalati in Italia - Olive Oil Times

Eruzione di furti di olio d'oliva segnalati in Italia

Dicembre 2, 2014
Isabel Putinja

Notizie recenti

A seguire La scarsa raccolta delle olive in Italia e il conseguente aumento significativo del prezzo dell'olio d'oliva, ci sono stati rapporti sui giornali nazionali La Stampa e La Repubblica dei furti di olive che si verificano nelle regioni olivicole di tutto il paese.

Le olive sono diventate una merce ancora più preziosa, con i ladri che prendono di mira i produttori di olive e bushel di olive e fusti di olio d'oliva che scompaiono dai boschetti rurali e dai magazzini nelle regioni di tutta Italia. La polizia ha effettuato dozzine di arresti per furto, spingendo i produttori di olio d'oliva a organizzare pattugliamenti delle loro proprietà e ad assumere società di sorveglianza per proteggere il raccolto e scortare i camion che trasportano l'olio d'oliva.

La maggior parte delle segnalazioni di furti sono avvenute in Puglia, la regione meridionale che produce la maggior parte dell'olio d'oliva italiano, ma ci sono stati casi di furto anche a Trapani, in Sicilia e Macerata, nelle Marche, nell'Italia centrale.

Coldiretti (Confederazione Nazionale Coltivatori Diretti), la più grande organizzazione di agricoltori italiani, ha dichiarato che il fenomeno del furto di olive è un problema serio, con un barile di olio d'oliva del valore di 200,000 euro. Ha chiesto alle autorità municipali nelle regioni olivicole di aumentare la presenza e le pattuglie della polizia, fornire protezione ai camion che trasportano olio d'oliva e considerare l'installazione di videocamere negli uliveti per scoraggiare i ladri.


Related News

Feedback / suggerimenti