`Row Over Kalamata DOP divide le opinioni in Grecia

Europa

Row Over Kalamata DOP divide le opinioni in Grecia

Aprile 20, 2020
Costas Vasilopoulos

Notizie recenti

Il vice ministro dell'agricoltura greco ha suscitato polemiche il mese scorso quando ha suggerito di limitare l'uso del Kalamata Denominazione di origine protetta (DOP) esclusivamente per le olive coltivate nella regione della Messenia, sulla punta sud-occidentale della penisola del Peloponneso.

"La decisione del precedente governo di aggiungere la cultivar di olive Kalamata all'elenco nazionale delle varietà vegetali come sinonimo dell'attuale cultivar Kalamon ha creato una moltitudine di problemi e una grave perturbazione per tutti i giocatori ", ha dichiarato Fotini Arambatzi.

Dopo un violento contraccolpo da grandi porzioni del greco oliva da tavola settore, tuttavia, Arambatzi indietreggiò dal suo reclamo.

Se formalmente introdotto nella legislazione, la mossa avrebbe abrogato una legge del 2018, che ampliato l'uso del DOP alle olive di Kalamata coltivate in tutta la Grecia.

L'annuncio del viceministro è arrivato quando l'associazione dei produttori messicani di olive di Kalamata ha fatto appello alla legislazione del 2018 attraverso il sistema giudiziario del paese. Il caso dovrebbe concludersi di fronte alla corte suprema greca a maggio.

pubblicità

Doepel, l'associazione interprofessionale greca di olive da tavola, era tra le organizzazioni contrarie all'idea di Arambatzi e sosteneva che il cambiamento avrebbe danneggiato tutti i produttori greci di olive da tavola. Secondo Doepel, il 97 percento delle olive Kalamata in Grecia sono prodotte in aree al di fuori della Messenia.

La legislazione del 2018 ha consentito ai produttori di olive di tutto il paese di trarre vantaggio dall'utilizzo del Kalamata DOP, che ha contribuito a far crescere le esportazioni di olive da tavola greche a oltre € 200 milioni ($ 223 milioni).

Secondo Georgios Varemenos, un membro del parlamento greco, la legge del 2018 ha aumentato le esportazioni di olive da tavola di Kalamata da 300 tonnellate a 60,000 tonnellate.

Da allora Arambatzi ha assunto un tono più riconciliante. Dopo l'incontro con i dirigenti di Doepel, il viceministro ha riconsiderato e si è impegnato a seguire l'attuale uso dell'indicatore geografico di Kalamata.

"In questo momento di responsabilità per il nostro paese, uniamo le forze e lavoriamo insieme a beneficio della nostra società e dell'economia nazionale ", ha affermato il ministero dell'agricoltura in un comunicato stampa. "Riteniamo che la nostra priorità principale sia l'aumento delle esportazioni di tutti i nostri prodotti agricoli e in particolare delle olive da tavola ... Lavoreremo per gli interessi ben intenzionati dei produttori, trasformatori, inscatolatori ed esportatori greci di olive da tavola ".

Per ora, i produttori greci possono continuare a utilizzare il Kalamata DOP, indipendentemente da dove vengono coltivate le olive. A seconda della sentenza della corte suprema, tuttavia, questo potrebbe presto cambiare.





Related News