`Il cancelliere tedesco esprime dubbi sul punto di riferimento dell'accordo commerciale UE-Mercosur - Olive Oil Times

Il cancelliere tedesco mette in dubbio il punto di riferimento dell'accordo commerciale UE-Mercosur

Agosto 24, 2020
Daniel Dawson

Notizie recenti

La deforestazione nella foresta pluviale amazzonica ha messo il punto di riferimento Accordo commerciale Unione europea-Mercosur in pericolo, secondo il cancelliere tedesco Angela Merkel.

L'accordo commerciale, che è stato approvato in linea di principio lo scorso anno, è in fase di revisione legale nell'UE. Quindi deve essere approvato e ratificato da ciascuno dei 27 Stati membri.

Un portavoce del cancelliere ha affermato che il leader della più grande economia dell'UE ha avuto seri dubbi sulla fattibilità dell'accordo dopo l'incontro con gli attivisti ambientali.

"La posizione del cancelliere è che… ci sono notevoli dubbi sul fatto che l'accordo possa essere attuato nello spirito previsto, considerando gli sviluppi attuali e la terribile perdita di foreste che si sta verificando lì [in Brasile] ”, ha detto Steffen Seibert.

Vedi anche: Notizie commerciali

L'incontro è coinciso con un annuncio dell'Istituto nazionale brasiliano per la ricerca spaziale (INPE), secondo il quale il tasso di deforestazione in Amazzonia è aumentato di oltre un terzo dall'agosto 2019.

Nel complesso, l'organizzazione stima che la deforestazione sia aumentata del 30% dall'elezione del presidente conservatore Jair Bolsonaro nel 2018.

Se approvato, l'accordo commerciale eliminerebbe le barriere fiscali e aumenterebbe le quote sul 90 per cento delle merci scambiate tra l'UE e i quattro membri del Mercosur - Argentina, Brasile, Paraguay e Uruguay.

Produttori ed esportatori di olio d'oliva su entrambe le sponde dell'Atlantico attendeva con impazienza la piena ratifica dell'accordo quando è stato annunciato lo scorso anno. Tuttavia, la certezza che l'accordo venga approvato da tutti i 27 Stati membri dell'UE è diminuita notevolmente da allora.

Gli attivisti ambientali hanno avvertito che l'eliminazione dei dazi sulla carne bovina brasiliana e sulla soia servirebbe da rinnovato incentivo per agricoltori e allevatori a continuare a disboscare la terra in Amazzonia, cosa che spesso avviene attraverso bruciature controllate.

La Merkel non è il primo leader dell'UE a mettere in dubbio l'accordo. Il presidente francese Emmanuel Macron aveva precedentemente messo in dubbio la fattibilità dell'accordo dopo migliaia di incendi hanno bruciato in tutta l'Amazzonia l'anno scorso.

Il nuovo presidente dell'Argentina, Alberto Fernández, ha anche segnalato che l'attuazione dell'accordo che il suo predecessore ha combattuto così duramente per approvare non è in cima alla lista delle priorità della sua amministrazione.

L'annuncio dello scorso anno di un accordo tra i due blocchi commerciali è stato un momento storico ed è arrivato dopo 20 anni di trattative. La ratifica dell'accordo creerebbe un mercato combinato di 780 milioni di persone.

Nonostante qualche opposizione da parte degli Stati membri, il Commissione europea rimane fermo nel suo impegno a ratificare e attuare l'accordo.

"L'accordo rappresenta un vantaggio sia per l'UE che per il Mercosur, in quanto crea opportunità di crescita, occupazione e sviluppo sostenibile da entrambe le parti ", ha affermato la Commissione.





pubblicità

Related News

Feedback / suggerimenti