`I prezzi dell'olio d'oliva aumentano, il consumo diminuisce nell'ultimo rapporto - Olive Oil Times

I prezzi dell'olio di oliva salgono, gli scorrevoli del consumo nell'ultimo rapporto

Dicembre 8, 2014
Isabel Putinja

Notizie recenti

Le stime del Consiglio oleicolo internazionale (CIO) indicano un calo del 27% produzione mondiale di olio d'oliva per l'attuale campagna 2014/2015.

Il Consiglio Newsletter di novembre 2014 pubblicato oggi riporta che i produttori di olio d'oliva in Europa dovrebbero subire un significativo calo del 38%, con la Spagna e l'Italia le più colpite, mentre la Grecia sperimenterà un drammatico aumento della produzione e il Portogallo non vedrà un cambiamento rispetto allo scorso anno.

I paesi produttori di olio d'oliva al di fuori dell'UE sono andati meglio, con la Tunisia in testa, e anche Giordania, Egitto, Israele, Albania e Iran hanno registrato rese maggiori. La produzione dovrebbe essere stabile in Turchia, Algeria e Libia, mentre Marocco, Siria, Libano e Argentina mostreranno una diminuzione rispetto alla campagna precedente.

In risposta alla significativa diminuzione della produzione mondiale di olive, i prezzi dell'olio extravergine di oliva sono aumentati notevolmente da settembre. L'Italia ha registrato il maggior aumento dei prezzi, con un picco di 5.86 € / kg alla fine di novembre, un enorme aumento del 121% rispetto a un anno prima. In Spagna, il più grande produttore mondiale di olio d'oliva, il prezzo è passato da 2.74 € / kg alla fine di settembre a 2.93 € / kg alla fine di novembre, con un aumento del 29% rispetto allo scorso anno.
Vedi anche: Copertura completa della vendemmia 2014
In Grecia, il costo dell'olio extravergine di oliva ha raggiunto il picco di 2.96 / kg, durante la seconda metà di novembre, il 23% in più rispetto allo scorso anno. Nel frattempo, i prezzi in Tunisia sono aumentati a 2.88 € / kg alla fine di novembre, un aumento del 24% rispetto alla campagna precedente.

A causa dell'aumento dei prezzi dell'olio d'oliva e di altre pressioni del mercato, il CIO prevede che il consumo mondiale di olio d'oliva scenderà del 7% per la campagna 2014/2015.


Related News

Feedback / suggerimenti