`Grasso formidabile: la dieta a base di olio d'oliva vegetale - Olive Oil Times

Grasso formidabile: la dieta dell'olio di oliva a base vegetale

Può. 13, 2014
Vanessa Stasio

Notizie recenti

Per la ricercatrice della Brown University e Professore Associato di Medicina Clinica Dr. Mary Flynn, lo sviluppo e la difesa di una dieta a base di olio d'oliva a base vegetale erano un tempo considerati oltraggiosi. Negli anni '1990, quando l'idea di consumare cibi a basso contenuto di grassi e senza grassi per la salute stava guadagnando una popolarità diffusa, Flynn, che è anche un nutrizionista al Miriam Hospital, era un dissidente vocale. Ha espresso apertamente la sua preoccupazione per il fatto che questo modello alimentare fosse in gran parte non supportato da una solida scienza, anche se molti altri nel suo campo si opposero alle sue opinioni. "So che le persone nella comunità della nutrizione pensavano che fossi quasi eretico ", dice Flynn.

Mary Flynn

Flynn si è sempre interessato alle linee guida dietetiche e al modo in cui vari schemi dietetici influiscono sul peso e sul rischio di malattia. Era particolarmente incuriosita dopo aver letto il Studio di sette Paesi a metà degli anni '1980 che dimostravano notevoli benefici cardiovascolari da quella che oggi è ampiamente conosciuta come la dieta mediterranea, in cui gli individui consumano notevoli quantità di grassi sani, in particolare l'olio d'oliva. Flynn aveva anche trascorso del tempo ad analizzare la letteratura dietro le linee guida e le raccomandazioni dietetiche e lo era "sbalordito ”dalla mancanza di prove a sostegno delle indicazioni sulla salute fatte dai sostenitori delle diete a basso contenuto di grassi. Ha continuato a co-autrice di un libro, Bugie a basso contenuto di grassi (Lifeline Press, 1999), attingendo alle prove scientifiche che rivelano i numerosi problemi con diete a bassissimo contenuto di grassi e dimostrano gli effetti positivi di un modello alimentare più mediterraneo.

Da questa fondazione, Flynn's dieta a base di olio di oliva a base vegetale (PBOO) sono nato. Ha determinato i suoi componenti sulla base di ricerche validate che esaminano il cibo e le malattie croniche. Gli alimenti fondamentali della dieta sono olio extravergine d'oliva, verdure (con particolare enfasi su quelle con colore profondo e quelle della famiglia delle crocifere) e amidi / granaglie (idealmente quelli che sono interi), con proteine ​​animali minime. Flynn inizialmente era curioso di sapere se la sua dieta avrebbe aiutato o meno a perdere peso. Ha ipotizzato che fino a quando le calorie fossero controllate (~ 1500 calorie al giorno per le donne, ~ 1800 - 2000 calorie al giorno per gli uomini), avendo grassi sani ad ogni pasto, sotto forma di noci a colazione e olio extra vergine di oliva a pranzo e la cena, insieme a pranzi e cene ricchi di verdure, aiuterebbe gli individui a sentirsi più sazi e li aiuterebbe a perdere peso. Complessivamente, coloro che seguono la sua dieta mangiano da quattro a cinque porzioni di grassi al giorno, la maggior parte delle quali è olio extra vergine di oliva.

Ha continuato a ricercare se una dieta a base di olio d'oliva a base vegetale migliorerebbe i fattori di rischio per le malattie croniche, inclusi i tumori al seno e alla prostata, rispetto a una dieta a basso contenuto di grassi. In uno studio importante su 44 donne con cancro al seno, ai partecipanti è stata assegnata una dieta convenzionale in cui meno del 30% delle calorie proveniva dai grassi o una dieta a base di olio d'oliva a base vegetale. Le donne hanno seguito le diete per otto settimane di dimagrimento e poi hanno potuto scegliere quale continuare per sei mesi di follow-up. Sorprendentemente per Flynn, una forte maggioranza delle donne ha scelto la sua dieta, affermando che i pasti avevano un sapore migliore, erano facili da preparare, poco costosi e potevano essere usati sia per mangiare tutti i giorni che per intrattenere. Inoltre, coloro che hanno provato ad adottare la dieta delle olive a base vegetale sia in ambito di ricerca che ambulatoriale hanno menzionato di sentirsi meglio dopo solo un giorno dopo, il che è un potente motivatore per un cambiamento duraturo del comportamento.

Quando la marea cominciò a cambiare nei primi anni 2000 e le richieste di diete a basso contenuto di grassi diventarono più dubbie, furono messi in discussione nuovi colpevoli dietetici, come carboidrati raffinati e glutine. Nel frattempo, sono emerse ulteriori ricerche per esplorare i benefici delle diete ricche di grassi sani. In questi giorni, Flynn è noto per aver apparentemente saputo prima di altri che le diete a basso contenuto di grassi non erano ottimali per la salute. "Adesso sento costantemente dalla gente 'Come facevi a sapere che le diete a basso contenuto di grassi non erano salutari? " "Ride di questo fatto osservando che avrebbe semplicemente letto sempre i riferimenti a supporto delle linee guida dietetiche ed era un revisore critico delle prove. "Dico costantemente ai miei studenti di non seguire le linee guida dietetiche al valore nominale; guarda le prove. "

Ora che la dieta di Flynn ha dimostrato di essere accettata e di ottenere risultati incoraggianti tra diverse popolazioni, sente che il suo potenziale è persino maggiore di quanto avesse intuito all'inizio. L'accessibilità finanziaria di una dieta a base di olio d'oliva a base vegetale è una delle sue caratteristiche più significative, dal momento che si presume spesso che un tale modello alimentare sarà intrinsecamente più costoso di una dieta americana standard più tradizionale. Flynn osserva, "Quando qualcuno dice che l'olio d'oliva è costoso, faccio notare che stanno confrontando i prezzi dell'olio d'oliva con l'olio vegetale, che non penso sia un confronto equo. " Continua osservando che poiché i prodotti animali spesso costituiscono la parte del leone del budget alimentare di una persona, l'acquisto di meno carne aggiungendo più olio d'oliva in genere si traduce in una diminuzione dei costi alimentari complessivi. Questo punto è particolarmente importante per l'attuale lavoro di Flynn con i clienti della dispensa alimentare e per i suoi piani futuri di portare la dieta alle popolazioni a basso reddito per migliorare i loro fattori di rischio per le malattie croniche.

Alla domanda sull'impatto dell'importazione di oli di oliva adulterati sul suo lavoro, Flynn ha affermato che si trattava di un "grande preoccupazione. ”Si rese conto che l'ubiquità degli oli di oliva di scarsa qualità spiega probabilmente perché non ottenne sempre risultati coerenti con i suoi pazienti. Lei lo sente "una rivoluzione popolare ”è necessario per avere un impatto sui problemi della corruzione nel mondo dell'olio d'oliva e mira a migliorare la conoscenza e la consapevolezza degli altri sul problema dell'adulterazione diffondendo la parola.

Cosa c'è nel futuro di Flynn? Con l'insegnamento, la ricerca, il lavoro clinico e senza scopo di lucro nel suo piatto, sente ancora che c'è ancora molto da imparare sull'applicazione di una dieta a base vegetale che include olio extravergine di oliva di alta qualità. Garantire finanziamenti rimane difficile, cosa che Flynn attribuisce in gran parte a causa del "triste fallimento ”della ricerca sulla dieta povera di grassi. Inoltre, è fiduciosa nel potenziale di utilizzo "cibo come medicina ”per migliorare i fattori di rischio per le malattie croniche tra i gruppi a basso reddito, che offre il doppio vantaggio di migliorare la vita e ridurre i costi dell'assistenza sanitaria. È anche curiosa della freschezza dell'olio d'oliva rispetto alla sua fornitura di benefici per la salute e se esiste un limite al quale questi benefici iniziano a diminuire.

Related News

Feedback / suggerimenti