L'olio d'oliva riduce i marker di rischio cardiovascolare nei pazienti con fibromialgia

L'uso regolare di olio d'oliva nei pazienti con fibromialgia può ridurre notevolmente il rischio cardiovascolare.

Aprile 13, 2020
Di Paolo DeAndreis

L'uso regolare di olio d'oliva è stato trovato per ridurre i fattori di rischio cardiovascolare per le donne affette da fibromialgia, secondo un nuovo studio.

Le proprietà benefiche dell'olio d'oliva nelle donne con fibromialgia possono essere correlate alla sua composizione di acidi grassi.- Francisco Molina, ricercatore, Università di Jaén

Mentre l'olio d'oliva è un rimedio ben noto per molte condizioni di salute, una nuova ricerca pubblicata sulla rivista ad accesso aperto Nutrients è andata un passo avanti nell'identificare i benefici per le pazienti di sesso femminile con fibromialgia, che attualmente hanno un rischio di mortalità del 30% più alto.

"I nostri risultati hanno dimostrato che il consumo di olio d'oliva può avere proprietà antitrombotiche e antinfiammatorie nelle donne con fibromialgia, migliorando così una serie di marcatori di rischio cardiovascolare ", Francisco Molina, ricercatore presso l'Università di Jaén e uno degli autori di lo studio, ha detto Olive Oil Times.

Vedi anche: Notizie sulla salute dell'olio d'oliva

In uno studio precedente, lo stesso gruppo di ricerca ha scoperto che le pazienti con fibromialgia spesso mostrano livelli alterati di diversi parametri correlati alla trombosi rispetto alle donne sane. Tali parametri, secondo la nuova ricerca, possono essere riportati agli stessi livelli riscontrati nelle donne sane attraverso il consumo regolare di olio d'oliva.

"In questo studio, ci siamo concentrati sull'esaminare se la dieta e in particolare l'olio d'oliva potessero modulare i parametri relativi a un rischio più elevato ”, ha osservato Molina.

pubblicità

Lo studio è stato condotto utilizzando sia olio extra vergine di oliva (EVOO) che olio raffinato di oliva (ROO). EVOO viene raccolto dalla frantumazione delle olive, mentre il ROO viene estratto mediante processi chimici. Gli oli hanno alcune differenze, ma entrambi mantengono acidi grassi monoinsaturi.

"Le proprietà benefiche dell'olio d'oliva nelle donne con fibromialgia possono essere correlate alla sua composizione di acidi grassi ", ha detto Molina. "Per la prima volta, i risultati del nostro studio hanno rivelato che il consumo di EVOO e ROO può migliorare una serie di marcatori di rischio cardiovascolare nei pazienti con fibromialgia, evidenziando le proprietà antitrombotiche e antinfiammatorie dell'olio d'oliva. "

Ha affermato che sono stati osservati miglioramenti nel marker infiammatorio dei valori della velocità di eritrosedimentazione, tra i partecipanti allo studio che hanno utilizzato EVOO e quelli che hanno utilizzato il ROO. La ricerca ha anche scoperto che il consumo di EVOO ha migliorato il conteggio dei globuli rossi, mentre l'assunzione di ROO ha migliorato il volume piastrinico medio, l'ampiezza della distribuzione piastrinica, i livelli di fibrinogeno e il rapporto infiammatorio neutrofilo-linfociti.

"Abbiamo scoperto che il consumo di EVOO ha migliorato significativamente sia la capacità funzionale nelle attività della vita quotidiana che lo stato psicologico correlato alla salute nelle donne con fibromialgia. Anche il livello di dolore muscoloscheletrico è stato migliorato, ma in modo non statisticamente significativo. Pertanto, tutti questi dati mostrano che l'olio d'oliva è uno dei grassi alimentari con maggiori benefici per la salute ", ha affermato Molina

Il gruppo di ricerca comprendeva anche Alma Rus, Maria Encarnación Aguilar-Ferrándiz e Ramón Carmona dell'Università di Granada, e Maria Luisa del Moral e Maria Josefa Martínez-Ramírez dell'Università di Jaén.

Related News