`Tutti i gradi di olio d'oliva hanno vantaggi - Olive Oil Times

Tutti i gradi di olio d'oliva hanno vantaggi

Ottobre 9, 2012
Massimo Occhinegro

Notizie recenti

Quella che segue è un'opinione presentata dai lettori. Hai un'opinione che vorresti condividere? Vedi il nostro modulo di presentazione e linee guida qui.

C'è uno strano "moda "nei seguaci di olio d'oliva che è influenzato da "puristi ipocriti. ”Questi puristi erroneamente "credo ”che l'olio derivante dalle olive sia di una sola qualità: extravergine.

Per una profonda ignoranza o un interesse particolare, il "puristi ”hanno torto.

Per centinaia di anni, le persone che vivevano nei paesi di produzione, tra cui l'Italia, hanno usato lampante che al giorno d'oggi non è considerato un olio commestibile, nella preparazione del proprio cibo.

L'UE prima, e successivamente il Consiglio oleicolo internazionale, hanno creato 4 gradi di olio d'oliva: extravergine, vergine, olio d'oliva e olio di sansa d'oliva che si ottiene dall'estrazione dell'olio dai residui di oliva compresi i semi di oliva.

Quest'ultimo grado è ottenuto utilizzando esattamente lo stesso metodo di estrazione utilizzato per qualsiasi olio di semi, attraverso solventi dopo il processo di affinamento, miscelato con olio extravergine di oliva.

La qualità conta.
Trova i migliori oli d'oliva del mondo vicino a te.

La dieta mediterranea, compreso il generale "olio proveniente dalle olive ", ovvero tutti i voti - sono diventati famosi nel mondo grazie allo scienziato americano Ancel Keys.

Gli Stati Uniti sono ancora il primo Paese leader nell'importazione di olio d'oliva, al di fuori dell'Unione Europea.

Tutti gli studi scientifici internazionali condotti per stabilire che l'olio d'oliva è il grasso migliore, riferito a tutti i tipi di olio d'oliva, chiamato categoria generale "olio d'oliva."

Nel 2011 l'EFSA (l'Agenzia Europea per la Sicurezza Alimentare) ha deciso che alcune indicazioni potevano essere aggiunte alle etichette - tra queste c'era quella che si riferiva all'olio extravergine di oliva per la presenza di alcuni polifenoli.

Ma nel 1 novembrest, 2004 la Food and Drug Administration statunitense ha annunciato quanto segue:

La FDA consente la dichiarazione sulla salute qualificata per ridurre il rischio di malattia coronarica

La Food and Drug Administration (FDA) oggi consente un'indicazione sulla salute qualificata per i grassi monoinsaturi dell'olio d'oliva e riduce il rischio di malattia coronarica (CHD).

Esistono prove limitate ma non conclusive che suggeriscono che i consumatori possono ridurre il rischio di malattia coronarica se consumano grassi monoinsaturi da olio d'oliva e alimenti contenenti olio d'oliva al posto di cibi ad alto contenuto di grassi saturi, mentre allo stesso tempo non aumentano il numero totale di calorie consumate quotidianamente.

"Con questa affermazione, i consumatori possono prendere decisioni più informate sul mantenimento di pratiche dietetiche sane ", ha affermato il Dr. Lester M. Crawford, Commissario ad interim della FDA. "Poiché la CHD è il killer numero uno di uomini e donne negli Stati Uniti, è una priorità per la salute pubblica assicurarsi che i consumatori dispongano di informazioni accurate e utili sulla riduzione del rischio ".

Un'indicazione sulla salute qualificata su un alimento convenzionale deve essere supportata da prove scientifiche credibili. Basato su una valutazione sistematica dei dati scientifici disponibili, come indicato nella FDA "Procedure provvisorie per affermazioni sulla salute qualificate nell'etichettatura di alimenti umani convenzionali e integratori dietetici umani ", la FDA annuncia la disponibilità di questa affermazione sulle etichette degli alimenti e sull'etichettatura dell'olio d'oliva e di alcuni alimenti che contengono olio d'oliva.

Sebbene questa ricerca non sia conclusiva, la FDA intende esercitare la propria discrezionalità in merito alla seguente dichiarazione sulla salute qualificata:

"Prove scientifiche limitate e non conclusive suggeriscono che mangiare circa 2 cucchiai (23 grammi) di olio d'oliva al giorno può ridurre il rischio di malattia coronarica a causa dei grassi monoinsaturi nell'olio d'oliva. Per ottenere questo possibile vantaggio, l'olio d'oliva deve sostituire una quantità simile di grassi saturi e non aumentare il numero totale di calorie assunte in un giorno. Una porzione di questo prodotto [Nome dell'alimento] contiene [x] grammi di olio d'oliva. "

La FDA ha ammesso il reclamo menzionato "grassi monoinsaturi dell'olio di oliva ”(MUFA). I MUFA sono contenuti in tutte le categorie di olio d'oliva tra cui:

  • Olio extravergine d'oliva
  • Olio vergine d'oliva
  • Olio d'oliva (spesso chiamato puro)
  • Olio Di Sansa Di Oliva

.

Non hanno menzionato "Olio extravergine di oliva ”solo perché tutti gli studi sono stati fatti sull'olio d'oliva in generale.

Al momento solo nell'Unione Europea, e molto recentemente, è stato introdotto che solo i pochi oli extravergini di oliva (i più amari e fruttati in genere) potevano aggiungere l'affermazione sulla presenza di pochi polifenoli composti da misurare.

Significa che non tutto l'olio extravergine di oliva potrebbe avere un alto livello di polifenoli.

In conclusione tutti gli oli di oliva sono un prodotto salutare se paragonati a tutti gli oli di semi disponibili e consumati nel mondo semplicemente perché hanno il livello più alto di MUFA, che riducono la malattia coronarica. Di conseguenza il "puristi ”hanno torto. Potrebbe essere per una profonda ignoranza o forse per un interesse particolare.

Sfortunatamente il consumo di olio d'oliva nel mondo è solo vicino al 4% dei grassi totali consumati nel mondo e tutti i paesi che vogliono ridurre i loro problemi di salute dovrebbero sostituire l'olio di semi con l'olio d'oliva.



Questo articolo di opinione è stato solo leggermente modificato.

Related News

Feedback / suggerimenti