`Forti piogge e grandi speranze per l'olio d'oliva australiano in questa stagione - Olive Oil Times

Forti piogge e grandi speranze per l'olio d'oliva australiano in questa stagione

Aprile 14, 2011
Sarah Schwager

Notizie recenti

La terra è umida, gli alberi stanno fiorendo e le olive luccicano mentre quello che sembra essere un raccolto record di olio d'oliva inizia in Australia.

La nazione insulare è pronta per un anno gigantesco nella produzione di olio d'oliva grazie alle condizioni climatiche che hanno lavorato a favore dell'olivicoltore.

Questa è una grande notizia per i produttori di olio d'oliva australiani e per i consumatori dopo quello che è stato un rendimento deludente l'anno scorso per la maggior parte.

Le aspettative sono che la quantità di petrolio prodotta quest'anno sarà compresa tra le 16,000 e le 19,000 tonnellate, ben al di sopra delle rese del 2009 e del 2010.

La qualità conta.
Trova i migliori oli d'oliva del mondo vicino a te.

La raccolta è appena iniziata in Australia, a partire dal Queensland meridionale. Finirà in Tasmania a luglio.

Il presidente dell'Australian Olive Association Paul Miller ha affermato che mentre le aspettative sono che dovrebbe essere un raccolto più ampio rispetto allo scorso anno e possibilmente un raccolto record, è ancora difficile dire esattamente come andrà, con il raccolto principale che si svolgerà il mese prossimo.

Le speranze sono che le condizioni straordinariamente umide che l'Australia abbia visto quest'anno non interferiscano con il raccolto. "Le olive finora sembrano grandi nella maggior parte dei luoghi, anche se ci sono alcuni problemi con l'antracnosi in aree particolarmente umide e calde ", ha detto Miller.

Ha detto in generale che il petrolio dovrebbe essere eccezionale, con molta pioggia durante la stagione di crescita nella maggior parte delle regioni. Le regioni asciutte hanno acqua per l'irrigazione e non c'è stato un clima eccezionalmente caldo a parte nell'Australia occidentale.

Il direttore tecnico di Modern Olives ha detto Leandro Ravetti mentre una piccola quantità di boschetti sono stati direttamente colpiti da inondazioni, la maggior parte dell'industria negli stati orientali ha goduto di molte piogge ed è riuscita a ridurre i costi di irrigazione e acqua.

"Nel complesso, penso che la pioggia avrà un impatto generalmente positivo, non solo per il 2011, ma anche per le stagioni a venire ", ha detto.

Ha detto che quest'anno sembra esserci un buon equilibrio tra gli stati. La maggior parte degli stati ad alta produzione sta andando bene, l'Australia occidentale sta riprendendosi dopo un raccolto basso nel 2010 e anche l'Australia meridionale mantiene la sua quota di produzione. Victoria continuerà a fornire più della metà del raccolto nazionale.

Sarà interessante vedere quale tipo di olio e quale qualità porterà il raccolto di quest'anno a causa del tempo.

Il Sig. Ravetti ha detto che mentre le condizioni di pioggia dovrebbero favorire oli più miti ed equilibrati, le temperature più fresche della media durante la primavera e l'estate probabilmente miglioreranno i profili degli acidi grassi e l'intensità della maggior parte degli attributi organolettici.

"I coltivatori sono stati generalmente molto consapevoli del controllo di potenziali focolai di malattie, quindi speriamo di avere un raccolto senza problemi ", ha detto.

Le precipitazioni sopra la media che hanno portato a una buona crescita vegetativa durante la stagione di crescita portano anche aspettative positive per la stagione del prossimo anno nonostante i raccolti pesanti di quest'anno.

Related News

Feedback / suggerimenti