`I produttori in Nuova Zelanda celebrano il raccolto eccezionale - Olive Oil Times

I produttori in Nuova Zelanda celebrano il raccolto eccezionale

Agosto 18, 2021
Lisa Anderson

Notizie recenti

I produttori di olio d'oliva in Nuova Zelanda si aspettano un raccolto eccezionale.

Gli agricoltori hanno raccolto 2,000 tonnellate di olive quest'anno, significativamente più delle 1,500 tonnellate raccolte nel 2020, secondo Gayle Sheridan, l'amministratore delegato di Olive Nuova Zelanda.

Per quanto riguarda la qualità degli oli prodotti, Sheridan ha detto che la media polifenoli erano 276 milligrammi per chilogrammo di olio, con un range da 111 a 342, e i risultati organolettici hanno mostrato oli molto fruttati.

L'anno scorso abbiamo avuto una resa molto leggera con ottimi oli intensi dopo la siccità, ma il 2021 ha visto alberi carichi di frutti.- Stephen Davies Howard, proprietario, Loopline Olives

Ha anche riferito che Covid-19 le restrizioni non hanno avuto impatto sui coltivatori quest'anno.

Vedi anche: Aggiornamenti del raccolto 2021

"Tuttavia, un importante trasformatore di olive in genere avrebbe portato un maestro mugnaio a guidare la loro produzione, e questo non era possibile ", ha affermato Sheridan. "Allo stesso modo, Olives New Zealand non è stata in grado di far emergere un esperto internazionale di lavorazione dell'olio d'oliva per condurre un seminario sulle pratiche di lavorazione.

Sheridan ha affermato che altre sfide che i coltivatori hanno dovuto affrontare quest'anno incluse "i soliti problemi degli uccelli, la minaccia del gelo e la disponibilità di mietitrici commerciali”.

australia-e-nuova-zelanda-i-produttori-di-produzione-in-nuova-zelanda-celebrano-i-tempi-della-raccolta-dell'olio-d'oliva

Olive Loopline

Andrew Liley, co-proprietario di Juno Olives nella regione di Wairarapa con sua moglie Helen, ha detto Olive Oil Times il raccolto di quest'anno "è stata una buona".

"Koroneiki e Picual non sono andate altrettanto bene quest'anno, ma tutte le altre varietà sono aumentate significativamente rispetto allo scorso anno", ha affermato Liley. "Una delle nostre varietà, Moraiolo, non aveva mai fruttificato in 20 anni, quindi è stato un vero vantaggio avere un buon raccolto da questi alberi, abbastanza per produrre un olio extra vergine di oliva monovarietale.

"Per quanto ne so, nessun altro in Nuova Zelanda ha mai prodotto questo", ha aggiunto.

Liley ha detto che la squadra di Juno era "abbastanza fortunato da non essere affatto colpito dal Covid-19”.

Nel frattempo, Lisa Buchan, che è comproprietaria di Waikawa Olives sulla Kapiti Coast dell'Isola del Nord con il suo partner, Glen Wigley, ha affermato che si aspettano meno della metà del volume di olio d'oliva dell'anno scorso a causa di problemi di allegagione.

australia-e-nuova-zelanda-i-produttori-di-produzione-in-nuova-zelanda-celebrano-i-tempi-della-raccolta-dell'olio-d'oliva

Da sinistra: Abbey Wigley, Pete Wigley, Dianne Buchan, Lisa Buchan, Glenn Wigley e Roy Buchanan

"Quest'anno abbiamo avuto un'allegagione molto povera", ha detto Olive Oil Times. "C'erano molti fiori, ma pensiamo che il tempo fosse troppo freddo e umido".

Buchan ha detto che stavano aspettando il campionamento e i risultati dei test, ma le prime indicazioni erano che l'olio sarà di buona qualità.

Ha affermato che, a differenza dell'anno scorso, quando c'erano costi più elevati per la pressione a causa delle restrizioni di blocco, questa volta il team di Waikawa Glen non è stato colpito dalle sfide legate alla pandemia.

Un altro produttore dell'Isola del Nord, Olive Loopline il proprietario Stephen Davies Howard, ha descritto i risultati del raccolto della sua fattoria quest'anno come "eccellente."

australia-e-nuova-zelanda-i-produttori-di-produzione-in-nuova-zelanda-celebrano-i-tempi-della-raccolta-dell'olio-d'oliva

Olive Loopline

"L'anno scorso abbiamo avuto una resa molto leggera con eccellenti oli intensi dopo la siccità, ma il 2021 ha visto alberi carichi di frutti", ha detto Davies Howard.

Ha aggiunto che Loopline Olives ha ritardato il raccolto il più a lungo possibile "destreggiarsi tra la minaccia del gelo e la resa e 'hipness' del frutto, e ha dato i suoi frutti".

"Non abbiamo subito danni da gelo grazie al nostro piccolo microclima qui e abbiamo ottenuto una resa media del 15%", ha detto Davies Howard. "Gli oli non sono intensi come l'anno scorso, ma magnificamente bilanciati con molta complessità. La piccantezza è molto presente, ma dopo un delizioso ritardo anticipatore. Emoziona i palati dei clienti.”

Davies Howard ha detto che il Covid-19 ha avuto "nessun impatto percepibile" sul team di Loopline Olives quest'anno.

"L'anno scorso abbiamo dimostrato che potevamo produrre olio extra vergine di oliva pluripremiato senza aiuti esterni, vincendo due Gold Awards alla NYIOOC", ha concluso. "Abbiamo preso questa fiducia nel 2021 e con le rigide politiche di irradiazione della Nuova Zelanda la vita è più o meno normale finché accetti di non poter viaggiare.


pubblicità

Related News

Feedback / suggerimenti