Australia / Nuova Zelanda

I produttori australiani ricevono un riconoscimento meritato a World Olive Oil Competition

I produttori australiani hanno portato a casa cinque premi Gold e sei Silver all'edizione 2020 del più prestigioso concorso mondiale sulla qualità dell'olio d'oliva.

Oliveti a Cape Schanck (foto di Sui Tham)
Può. 20, 2020
Di Lisa Anderson
Oliveti a Cape Schanck (foto di Sui Tham)

Notizie recenti

Parte della nostra copertura continua del 2020 NYIOOC Concorso mondiale dell'olio d'oliva.

Nonostante una siccità persistente e dopo un particolare stagione del fuoco brutale, I produttori australiani sono stati premiati per la loro tenacia all'ottava edizione del NYIOOC Concorso mondiale dell'olio d'oliva.

Nel 2019, l'Australia ha prodotto 21,000 tonnellate di olio d'oliva, secondo l'International Olive Council. Da quel raccolto da record, i produttori hanno raccolto un totale di 11 premi da 16 voci.

Per entrambi i nostri oli vincere l'oro è un'occasione importante per noi. Siamo rimasti assolutamente entusiasti del risultato e ci sentiamo molto orgogliosi di essere tra i pochi boschetti australiani ad aver vinto l'oro quest'anno.- Karen Godfrey, responsabile marketing presso Taralinga Estate

Il tasso di successo del 69 percento è il più alto che il paese abbia mai visto al NYIOOC e testimonianza della perseveranza dei produttori del paese.

Sui Tham, che è comproprietario Cape Schanck sulla penisola di Mornington con suo marito, Stephen, disse a Olive Times che erano elettrizzati dall'andamento dei loro oli vincendo quattro premi, lo stesso importo guadagnato nel 2019 NYIOOC.

pubblicità

La coppia ha vinto l'oro per il loro Picholine media e Frantoio medioe Silver Awards per loro Coratina media e Picual medio.

Guarda anche: Copertura speciale: 2020 NYIOOC

"Siamo entusiasti del modo in cui i nostri olii si sono comportati in una così prestigiosa competizione di olio extra vergine di oliva e siamo orgogliosi di essere un rappresentante australiano tra alcuni dei migliori produttori del mondo ", ha affermato Tham.

Ha aggiunto che vari fattori hanno avuto un ruolo nel successo dell'azienda, inclusa la loro attenzione ai dettagli nella cura del loro bosco, l'adozione di pratiche agricole sostenibili e il controllo dell'intero processo produttivo, dalla coltivazione e raccolta delle olive alla loro trasformazione.

Taralinga Estate era un altro produttore australiano basato sulla penisola di Mornington a colpire l'oro all'edizione di quest'anno del NYIOOC.

Il produttore con sede a Victoria ha vinto due Gold Awards per il loro Robusto marchio, un robusto Picual e il loro Fruttato marchio, una miscela delicata.

"Per entrambi i nostri oli vincere l'oro è un'occasione importante per noi ", ha affermato Karen Godfrey, responsabile vendite e marketing dell'azienda. "Siamo rimasti assolutamente entusiasti del risultato e ci sentiamo molto orgogliosi di essere tra i pochi boschetti australiani ad aver vinto l'oro quest'anno ”.

Oltre ai loro premi quest'anno, Taralinga è riuscita al 2019 NYIOOC, ricevendo anche due premi.

"Attribuiamo il nostro successo a una serie di cose ", ha detto Godfrey, "inclusa la natura precisa del nostro processo, dalla raccolta al momento giusto per assicurarsi che le olive vengano molite entro poche ore dalla raccolta. "

"Perché possediamo la nostra pianta ", ha aggiunto, "abbiamo la capacità di trasformare le nostre olive proprio qui in azienda - un'abilità unica per gli oliveti australiani - che garantisce il più fresco possibile olio extra vergine di oliva ”.

Godfrey ha affermato che altri fattori che hanno determinato il loro successo sono stati il ​​loro sofisticato impianto di lavorazione dell'olio a due fasi, che secondo lei è il migliore nel suo genere e che la loro posizione sulla penisola di Mornington, che ha un microclima ideale per gli uliveti.

"Questo risultato testimonia la nostra missione di produrre olio extra vergine di oliva di qualità secondo i più alti standard possibili - non solo qui nella penisola di Mornington o in Australia, ma nel mondo ", ha affermato Sam Tarascio, proprietario di Taralinga. "Non è solo il nostro obiettivo, è la nostra passione. ”

David Valmorbida, presidente della Australian Olive Oil Association (AOOA), si è congratulato con i marchi vincitori per conto dell'associazione.

"Mentre ci sono molti meravigliosi produttori di olio d'oliva in Australia e nel mondo, che non entrano NYIOOC", Ha detto Valmorbida, "vedere 11 voci australiane ottenere riconoscimenti tra gli altri 573 oli premiati - e per le voci australiane ottenere un tasso di aggiudicazione del 69 percento, che si colloca appena al di sopra del tasso di premiazione totale della competizione del 67 percento - dimostra che l'Australia è un serio concorrente sulla scena globale, producendo alcuni prodotti fantastici. "


Related News