` Evo3 supporta i progetti di riforestazione in Africa

Profili del produttore

Evo3 supporta i progetti di riforestazione in Africa

Agosto 25, 2015
Di Lisa Radinovsky

Notizie recenti

Stratis Camatsos non ha paura di nuotare controcorrente. Nato nel Mississippi da genitori greci, disse Olive Oil Times che si trasferì in Grecia con la sua famiglia a dodici anni, si diresse nel Regno Unito e negli Stati Uniti per completare la sua istruzione, lavorò come avvocato negli Stati Uniti e in Europa e poi tornò di nuovo in Grecia a 2013, nel mezzo dell'economia crisi.

È tornato al lancio evo3, che produce ed esporta il pluripremiato extravergine olio d'oliva biologico (i 3 O). Insieme a suo padre, George, Camatsos ha rapidamente trasformato una piccola impresa familiare in un'impresa sociale unica che supporta progetti di riforestazione in Africa, lavora con una cooperativa femminile a Lesbo per produrre un'insolita marmellata di olive dolci e prevede di utilizzare la realtà aumentata per un marketing accessibile .

Il cerchio della vita inizia e finisce con gli alberi.- Evo3

Camatsos ricorda con affetto le estati a Lesbo durante la sua infanzia, quando vagò tra gli uliveti di suo nonno e visitò il frantoio con suo padre, ascoltando e osservando, colpito dall'odore di olio d'oliva fresco. Suo padre rianimò i 10,000 olivi trascurati della famiglia dopo essere tornato a Lesbo, rivolgendosi a un sussidio dell'UE per l'agricoltura biologica per sostenere i suoi rinnovati sforzi.

Più tardi, Stratis Camatsos e sua moglie ungherese Gyorgyi Gurban, un esperto di diritto ambientale che ora lavora per il Programma delle Nazioni Unite per l'ambiente ad Atene, hanno avuto l'idea di utilizzare alcuni dei proventi delle vendite di olio d'oliva per sostenere un progetto ambientalista. Camatsos ha spiegato, "Sono davvero appassionato di ambiente e volevo restituire qualcosa. Almeno lascia il mondo come l'hai trovato, se non meglio, quello dovrebbe essere l'obiettivo di ogni persona. È quello che mi sto sforzando di fare. ”Il risultato: per ogni bottiglia di olio d'oliva evo3 o marmellata venduta, un albero viene piantato in un'area deforestata.

Camatsos ha scelto di sostenere il rimboschimento perché "l'intero ciclo del nostro prodotto inizia con l'albero, finisce con l'albero ”. Ha cercato di trovare una ONG con cui lavorare in Grecia, poiché molte aree bruciate dovevano essere ripiantate, ma i costi elevati e la burocrazia si sono messi in mezzo. Dato che stava appena iniziando con evo3, non ha potuto contribuire tanto quanto le ONG necessarie per i progetti di riforestazione in Grecia. Ma negli Stati Uniti, ha scoperto Riforestazione dell'Eden, una ONG consolidata con progetti già in corso in Etiopia e Madagascar. Erano contenti di accettare qualsiasi finanziamento potessero ottenere, e Camatsos era lieto di apprendere che i loro progetti andavano oltre la piantagione di alberi che stimolava una ricrescita degli ecosistemi per sostenere anche le economie locali: i lavoratori locali venivano assunti e formati per piantare alberi e prendersi cura per loro, iniettando denaro nei villaggi poveri e migliorando la qualità del suolo in modo che le colture possano essere coltivate per l'uso e la vendita. Le nuove entrate hanno portato a una riduzione del lavoro minorile e della tratta di esseri umani, nonché a nuove scuole di villaggio. Questo è proprio quello che Camatsos stava cercando: "Incapsula l'impresa sociale ", come ha detto, e restituisce sia alle persone che all'ambiente.

pubblicità

Di ritorno in Grecia, Camatsos e sua moglie hanno sperimentato le loro nuove ricette per una marmellata di olive dolci. Si sono rivolti a una piccola cooperativa femminile nel villaggio di Parakila a Lesbo, dove le donne erano felici di mettere a punto la ricetta, sostituendo le olive verdi biologiche con quelle nere per un risultato ancora migliore. Camatsos ha detto di lavorare con la cooperativa "rende il ciclo del [prodotto] ancora più locale e sostenibile. ”Privo di additivi e conservanti artificiali, la marmellata ha la consistenza di olive tritate finemente, il loro gusto appena percettibile in una miscela più definita da buccia d'arancia, chiodi di garofano, succo di limone e zucchero di canna in questa crema piacevolmente dolce e speziata, ottima per i toast.

Evo3 esporta il 90 percento delle sue annue da sette a dieci tonnellate di olio extra vergine di oliva biologico in Europa e Nord America. Camatsos fu turbato dalla totale mancanza di nuovi ordini e da una situazione di stallo nei negoziati con i nuovi clienti durante le tre settimane in cui le banche furono chiuse. Un conto bancario in Belgio che aveva aperto quando viveva lì ha aiutato la sua attività a continuare, e gli ordini sono ripresi una volta che l'ultimo accordo di prestito è stato firmato dalla Grecia e dai suoi creditori. Ma Camatsos critica il governo greco per la sua mancanza di sostegno per l'industria dell'olio d'oliva e in particolare per le piccole e medie imprese. Le alte tasse e l'eccessiva burocrazia rendono difficile, ha detto, fare affari qui. Sostiene che i produttori di olio d'oliva greci devono unificarsi, il governo deve contribuire alla certificazione di qualità e il paese dovrebbe concentrarsi sulla produzione di olio extra vergine di oliva di alta qualità che i consumatori imparino a valutare abbastanza per pagare i prezzi più alti che merita.

Camatsos ha un'idea innovativa per le piccole imprese di olio d'oliva che non possono permettersi di assumere aziende di marketing ma devono convincere i consumatori a valutare i propri prodotti: utilizzare la realtà aumentata, un'app e un servizio che potrebbero "offrire ai piccoli produttori un punto d'appoggio tramite un'esperienza utente più avanzata e immersiva. ”Un'app potrebbe essere progettata in modo tale che un tablet o uno smartphone puntato su un punto particolare possano lanciare l'utente in un'esperienza di realtà aumentata che avrebbe "prendere vita e raccontarvi una storia ”sul prodotto. La storia potrebbe essere trasmessa attraverso un semplice video o qualcosa di più complesso che consentirebbe all'utente una vista panoramica a 360 gradi di un uliveto, per esempio, o di un villaggio africano che potrebbe essere esplorato mentre il telefono veniva ruotato dall'utente. Anche se questo non è mai stato fatto in Grecia, per quanto ne sappia, Camatsos ha suggerito che questo è il futuro del marketing, specialmente quando si tratta di millennial. Lui crede "più un consumatore può sperimentare un articolo nel negozio ”, più forte sarà la connessione tra il produttore e il consumatore.

E non è tutto. Concentrandosi su trasparenza, fiducia, ambientalismo e alta qualità, Camatsos prevede di espandere evo3 per assumere più lavoratori stagionali, esportare in più località, produrre condimenti per insalate con sapori mediterranei e supportare più progetti verdi in Grecia (forse un altro progetto di riforestazione in montagna intorno ad Atene, o lavorare con la ONG Atenistas, che illumina le aree urbane povere rendendole più verdi).

Sebbene la società sia stata appena fondata nel 2013, evo3 ha già vinto un Bronze Award per il marchio al concorso sull'olio d'oliva Elaiotechnia ad Atene e un Premio d'argento al Concorso internazionale dell'olio d'oliva di New York nel 2014, oltre al premio Diplome Produit Gourmet al World Edible Oils AVPA Paris Contest e un Great Taste Award al concorso gourmet nel Regno Unito quest'anno. Secondo il loro sito Web, "il cerchio della vita inizia e finisce con gli alberi. Il nostro obiettivo è portare l'olio nel suolo / organico per te, (r) evolutivo per il bene di tutta l'umanità ".


Related News