Il Giappone potrebbe riconoscere alcuni oli d'oliva DOP e IGP dai paesi europei

Gli oli extra vergini di oliva provenienti da Francia, Grecia, Italia e Spagna saranno presi in considerazione per la protezione da imitazioni o copie sul mercato giapponese.
Agosto 12, 2021
Daniel Dawson

Notizie recenti

Il ministero giapponese dell'agricoltura, delle foreste e della pesca valuterà la possibilità di riconoscere un elenco di 17 prodotti alimentari europei con indicatori geografici protetti.

L'elenco comprende cinque tipi di oli extra vergini di oliva provenienti da quattro paesi dell'Unione Europea, insieme a prosciutto, formaggio, condimento, salsiccia, pane e luppolo.

I seguenti oli di oliva con Denominazione d'origine protetta (DOP) o Indicazione geografica protetta (IGP) sono stati inclusi nell'accordo:

  • Huile d'olive de la vallée des Baux-de-Provence (Francia)
  • Chania Kritis (Grecia)
  • Monti Iblei (Italia)
  • Aceite de Mallorca (Spagna)
  • Montes de Toledo (Spagna)

Il ministero pubblicato l'elenco all'inizio di questo mese e prenderà in considerazione i commenti pubblici sulla questione fino a novembre. Una volta terminato il periodo di commento pubblico, il ministero terrà un comitato di esperti prima di decidere sulla questione.

I prodotti con DOP o IGP sono un grande business in Europa. Uno studio del 2020 della Commissione europea ha rilevato che i prodotti con DOP o IGP sono vale quasi 75 miliardi di euro ogni anno.

Vedi anche: Notizie commerciali

Gli oli extra vergini di oliva rappresentano 277 milioni di euro di quel totale. Attualmente, ci sono 133 oli extra vergini di oliva provenienti da sette paesi con una certificazione DOP o IGP registrata nell'UE

Un rapporto separato dell'Istituto italiano dei servizi per il mercato agroalimentare (Ismea) ha rilevato che il valore degli oli extravergini di oliva italiani con un indicatore protetto è costantemente aumentato a 144 milioni di euro.

I negoziati sulla protezione degli indicatori geografici vengono un anno dopo l'UE e la Cina fatto un affare simile per quest'ultimo il riconoscimento di 24 oli extra vergini di oliva europei.

"Questo accordo è molto positivo per gli agricoltori giapponesi ed europei e continuerà ad esserlo", ha affermato il commissario europeo per l'agricoltura Janusz Wojciechowski quando l'accordo è stato originariamente annunciato a febbraio.

"Questi prodotti [DOP e IGP] hanno un reale valore aggiunto, che riflettono autenticità e qualità, premiando ulteriormente i nostri agricoltori", ha aggiunto.





pubblicità

Related News

Feedback / suggerimenti