Boundary Bend, il rinomato produttore australiano di olio d'oliva, sta cercando di raccogliere circa $ 100 milioni dagli investitori per finanziare una nuova piantagione sul terreno che la società ha acquisito a Gol Gol, vicino a Mildura.

Gli investitori australiani pazienti e di lungo termine sono ciò che Boundary Bend sta cercando.- Rob MacGavin, Boundary Bend

Il piano aumenterebbe i volumi del gruppo fino al 50 percento.

Rob McGavin, CEO, co-fondatore e azionista di maggioranza di Boundary Bend, ha affermato che potrebbero essere necessari diversi anni prima che il progetto raggiunga il massimo rendimento. Quindi sta cercando investitori impegnati.

"Gli investitori australiani a lungo termine, pazienti, sono ciò che Boundary Bend sta cercando, idealmente un superfondo paziente e sicuramente non un private equity", ha detto The Sydney Morning Herald giornale.

Secondo McGavin, le piantagioni iniziali probabilmente inizierebbero in 2019 e riguarderebbero alcuni ettari 3,000.

La decisione di McGavin di espandersi sembrerebbe essere un voto di fiducia nei prezzi elevati dell'olio d'oliva nei prossimi anni. I livelli di inventario in tutto il mondo rimangono bassi e gli investimenti nel settore sono stati chiazzati. Eppure i prezzi hanno iniziato a salire a causa della crescente domanda. "Sta arrivando una crisi", ha detto al giornale.

I mercati finanziari sembrano concordare con la previsione di McGavin e il suo approccio. I prezzi delle azioni di Boundary Bend sono più che raddoppiati nell'ultimo anno.

La decisione di cercare capitale arriva all'incirca tre anni dopo l'investitore e l'uomo d'affari australiani Chris Corrigan con­tributed più di $ 4 milioni per aiutare a finanziare l'espansione di Boundary Bend negli Stati Uniti.

In 2015, Boundary Bend expanded to the U.S. istituzione di un impianto di produzione e sede negli Stati Uniti nella città californiana di Woodland, a circa 12 miglia da Sacramento, la capitale dello stato.

Fondato in 2005, il gruppo è ora il più grande produttore di olio d'oliva in Australia, dove detiene il 65 percento del mercato dell'olio extra vergine di oliva di alta qualità.

La società possiede 2.3 milioni di alberi su 6,500 ettari nel suo paese natale, secondo l'Australian Business Review, e ha generato $ 130 milioni di dollari australiani ($ 99 milioni) in 2016.

Dirigenti di Boundary Bend

Boundary Bend è un'azienda integrata verticalmente che controlla l'intero ciclo dall'asilo al marketing. Ha generato notevoli elogi per la qualità dei suoi prodotti, la volontà del gruppo di condurre e condividere ricerche, i suoi impianti di produzione all'avanguardia (i suoi impianti nel nord del Victoria hanno una capacità di 1,700 tonnellate al giorno), e la sua capacità di ottenere quote dai marchi europei affermati.

Il fiore all'occhiello dell'azienda, Cobram Estate, è stato il marchio più vincente all'2014 New York International Olive Oil Competition (NYIOOC). La sua Cobram Estate Australia Select ha vinto la migliore delle classifiche di 2016 NYIOOCe il suo Cobram Estate Ultra Premium Hojiblanca ha vinto il migliore della classe in 2015.



Commenti

Altri articoli su: , ,