"Elaiolado Makris" ottiene lo status di DOP

L'olio extravergine di oliva di Makri diventa il primo prodotto agricolo della regione della Tracia a ricevere lo status di Denominazione di Origine Protetta dall'Unione Europea.

Agosto 17, 2020
Di Costas Vasilopoulos

Notizie recenti

L'olio extravergine di oliva Makri, dalla Grecia, ha ricevuto Denominazione d'origine protetta (DOP) dall'Unione Europea.

La denominazione riconosce formalmente gli oli d'oliva prodotti dal Elia Makris varietà, che è originaria della regione greca nord-orientale, poiché è unica e protegge il nome dall'uso di oli d'imitazione.

Vedi anche: Notizie economiche sull'olio d'oliva

'Elaiolado Makris '(che significa 'olio d'oliva di Makri ') è stato inserito nel registro DOP ufficiale dell'UE il 10 agosto, dopo che la domanda era stata presentato alla Commissione Europea di nuovo a gennaio 2018.

Dal 1992, quando sono stati introdotti i regimi di qualità per i prodotti agricoli e alimentari europei, un totale di 20 oli di oliva greci hanno ricevuto lo status di DOP. È il primo olio d'oliva e il primo prodotto agricolo in assoluto dal territorio greco settentrionale della Tracia a ricevere lo status di DOP.

La varietà Makri è originaria dell'area del villaggio Makri vicino ad Alessandropoli, producendo un olio d'oliva descritto come dolce, con aromi di erbe fresche, fiori e frutti esotici.

"Dopo anni di sforzi mirati dell'amministrazione prefettizia di Evros, l'olio d'oliva Makri si distingue a livello internazionale ", ha affermato Dimitris Petrovic, vice governatore della prefettura di Evros. "Questo riconoscimento dà valore aggiunto all'eccellente olio d'oliva della nostra zona. "

Paschalis Papadakis, l'ex capo del servizio agricolo locale e l'uomo che ha coordinato la campagna, ha dichiarato all'agenzia di stampa di Atene che il processo di raccolta dei dati e delle prove a sostegno della domanda per l'etichetta DOP per l'olio d'oliva Makri è stato lungo e faticoso.

"Non si trattava solo delle analisi richieste da vari laboratori e dell'intera burocrazia, ma dovevamo anche inventare il segno del marchio che abbiamo presentato alla Commissione da utilizzare sulla confezione ", ha detto Papadakis.

"La nostra ricerca ci ha persino portato alla biblioteca di [Istanbul], dove abbiamo trascorso molti giorni alla ricerca dei documenti storici rilevanti ", ha aggiunto. "Abbiamo trovato il libro in cui il segretario del sultano aveva scritto che avevano scoperto possenti ulivi a Makri durante un tour nel 1600 ".

Secondo le stime di Papadakis, l'intera regione produttrice di olio d'oliva Makri è composta da circa 220,000 ulivi di età compresa tra 2,000 e 3,000 anni, con una produzione annuale da 1,000 a 3,000 tonnellate di olio d'oliva, a seconda della resa di ogni stagione.

Oltre al marchio di qualità DOP, l'olio d'oliva Makri ha ricevuto anche un Indicazione geografica protetta Etichetta (IGP) per indicare il luogo di origine.





pubblicità

Related News

Feedback / suggerimenti