`Il gigante dell'olio d'oliva Deoleo sul mercato statunitense `` cruciale ma crudele '' - Olive Oil Times

Olive Oil Giant Deoleo sul mercato statunitense 'Crucial ma crudele'

Giu. 23, 2014
Julie Butler

Notizie recenti

Non solo la vastità ma anche i margini di profitto rendono gli Stati Uniti probabilmente il più importante mercato dell'olio d'oliva al mondo, afferma il gigante spagnolo dell'olio d'oliva Deoleo in un nuovo rapporto.

Gli Stati Uniti sono la terra delle opportunità, ma sono anche un mercato crudele per coloro che non sono disposti a combattere.- Relazione annuale Deoleo

Deoleo ha affermato che i mercati dell'olio d'oliva sono generalmente ad alto profitto, basso consumo o alto consumo, basso profitto ma negli Stati Uniti, sia i margini di mercato che i margini di profitto unitari sono grandi.

"In contrasto con i prezzi al dettaglio (USA) di oltre $ 8 / litro, in Italia i prezzi sono circa € 4 / litro e in Spagna, € 3 / litro ", ha affermato Deoleo nel suo rapporto annuale 2013/14. Il motivo principale è che i margini di vendita al dettaglio del Nord America sono molto alti, mentre in Spagna l'olio d'oliva è spesso usato come leader di perdita "che è estremamente distruttivo per la categoria ".

Il mercato statunitense è quindi cruciale perché il profitto lì, oltre a fornire uno sbocco per la produzione, aiuta a finanziare lo sviluppo, l'innovazione e il marketing che hanno un effetto di flusso lungo tutta la catena del valore, ha affermato.

La metà dell'olio d'oliva è veramente spagnola

pubblicità

Se ci si concentra sulle aree in cui consumo di olio d'oliva è concentrata negli Stati Uniti - la costa orientale, la costa occidentale, il Texas e intorno a Chicago - "il consumo pro capite in valore è vicino a quello dei paesi tradizionali che consumano petrolio ”.

Mentre sulla carta la Spagna fornisce meno di un quarto delle circa 300,000 tonnellate di olio d'oliva che il mercato statunitense importa ogni anno, tenendo conto del livello di lavorazione, confezionamento e riesportazione dell'olio d'oliva spagnolo da parte dell'Italia, la Spagna fornisce circa la metà di tutte le olive petrolio consumato in America, ha detto Deoleo, "quindi qualsiasi calo del consumo avrebbe un grande impatto sulla sua capacità di commercializzare la produzione nazionale ".

Sfide e opportunità nel mercato statunitense dell'olio d'oliva

Nella sua analisi del "sfide, opportunità e minacce future ”degli Stati Uniti mercato dell'olio d'oliva, Deoleo ha detto che questi rientrano in due categorie: fattori legati allo sviluppo e alla maturità finale del mercato; e quelli collegati a un gruppo di lobby che guidano l'agenda lì.

Ha affermato che la crescita sta iniziando a rallentare e che anche i consumi diminuiscono in determinati periodi, in particolare quando i prezzi aumentano bruscamente. È quindi importante:

- comprendere come i consumatori americani percepiscono il prodotto, il suo utilizzo e le sue caratteristiche culinarie rispetto ad altri tipi di oli e grassi;

- prestare attenzione a ciò che i consumatori vogliono, senza imporre "i nostri gusti o tradizioni; essere aperti alla creazione di nuove categorie o sviluppi; "

- monitorare canali e formati che distruggono il valore, come negozi di marchi privati ​​e club;

- accettare che i produttori locali guadagneranno più spazio sugli scaffali e una quota maggiore della spesa dei consumatori;

- aspettarsi un numero crescente di imbottigliatori locali negli Stati Uniti, il che significa che il margine applicabile sarà guadagnato negli Stati Uniti piuttosto che negli esportatori tradizionali;

- aspettati a 'diluizione del consumo di olio d'oliva, soprattutto nel settore dei servizi alimentari, dato "la legge non vieta, o almeno non persegue, miscele di oliva con altri grassi vegetali;”

- essere consapevoli delle pratiche scorrette di alcuni operatori al di fuori dell'UE, ma anche al suo interno, che falsano la concorrenza;

- studiare in che modo altri oli vegetali promuovono benefici per la salute che fino ad ora erano fondamentali per la crescita della categoria dell'olio d'oliva, in particolare i recenti movimenti nei settori della colza (colza) e dell'olio di mais, "entrambi con un significativo valore nutrizionale e salutare, e che mirano a confrontarsi favorevolmente con l'olio d'oliva ".

Gruppo di lobby visto come una minaccia

Sebbene non lo chiamasse, Deoleo ha dato un'occhiata a ciò che descriveva "una lobby locale sponsorizzata principalmente da investitori spagnoli, che ha sviluppato una fattoria di olive nel nord della California con aspettative di ROI che è improbabile che vengano soddisfatte, considerato l'eccessivo investimento effettuato.

Questi investitori cercano prezzi più alti per l'olio d'oliva e accusano gli esportatori spagnoli di frode, adulterazione, dumping e sussidi governativi, mentre spingevano anche per uno standard commerciale non CIO (Consiglio oleicolo internazionale), barriere all'importazione e denigrazione degli oli d'oliva dai produttori tradizionali, ha affermato.

La conseguente incertezza del consumatore e altri effetti hanno aiutato altri oli vegetali, "che stanno godendo di una crescita che in precedenza era caratteristica dell'olio d'oliva. "

Conclusioni: spazio per la crescita nel mercato nordamericano

Il mercato statunitense è pronto ad acquistare più olio d'oliva, è solo questione di sapere come ottenerlo, come trovare nuovi modi e tempi per i consumatori di usarlo, promuoverlo come sostituto di oli meno sani o gustosi, migliorare la distribuzione, e convincere nuovi consumatori non solo a provarlo, ma a tornare di più, ha detto Deoleo.

"Si tratta di costruire mercati, non solo di collocare il volume. I produttori, l'intera filiera, devono essere responsabili e lavorare per migliorare la qualità e la competitività dei nostri oli ... ma dobbiamo anche sottolineare il 'pecora nera ', la minoranza che dà una cattiva reputazione all'intero settore ".

"Gli Stati Uniti sono la terra delle opportunità, ma sono anche un mercato crudele per coloro che non sono disposti a combattere ", ha detto.


pubblicità

Related News

Feedback / suggerimenti