Europa

Produzione di olio di oliva greca in calo del cinquanta per cento

Novembre 5, 2013
Di Marissa Tejada

Notizie recenti

Il raccolto decimato di olio d'oliva avrà un grande effetto sulle esportazioni della Grecia quest'anno. Il quotidiano greco Ethnos riportato che Produzione di olio d'oliva greca è diminuito del 50 percento nelle maggiori regioni produttrici di olio d'oliva. Il tempo e altre condizioni naturali vengono accusati di aver distrutto le colture durante un momento critico della stagione dell'olio d'oliva.

Regioni interessate

Sull'isola di Lesbo, che produce olio d'oliva, la produzione è scesa a 8,000 tonnellate dai 17,000 dell'anno scorso. La famiglia Markopoulos gestisce l'olio d'oliva Meropi. Loro producono extra virgin olio d'oliva proveniente dalla regione montuosa e sud-orientale dell'isola conosciuta come il Golf di Gera.

“Il clima e il suolo lo rendono ideale per coltivare il Varietà di olive Kolovi che prospera in terreni difficili, senza molta acqua che ci dà la capacità di produrre oli d'oliva di eccellente qualità ", ha detto Andreas Makropoulos di Meropi Olive Oil Times. “Tuttavia, mentre quest'anno si sono verificate sfide meteorologiche, la produzione di Lesbo è stata particolarmente colpita dai dakos o mosca di frutta d'oliva le cui larve si nutrono del frutto degli ulivi ".

pubblicità

A Creta, un'altra delle principali regioni produttrici di olio d'oliva in Grecia, le cooperative riferiscono che porteranno un totale di tonnellate 20,000, mentre la produzione in un anno medio raggiunge le tonnellate 45,000.

"Stimiamo fino a 200 milioni di euro di perdite di reddito e la produzione è notevolmente ridotta fino al 70 percento di produzione", ha affermato il dott. Nikos Michelakis, consulente scientifico dell'Associazione dei Comuni dell'Oliva Cretese (SEDIK). "È un duro colpo per l'economia di Creta." Michelakis ha aggiunto che poiché l'olio d'oliva è la più importante esportazione agricola della Grecia, il calo della produzione segnerà sicuramente un segno sull'economia già depressa della nazione.

Makropoulos concordò. "Interesserà l'economia greca. L'olio d'oliva è uno dei prodotti più esportati in Grecia e molte famiglie si guadagnano da vivere in questo modo, a seconda della produzione di olio d'oliva. ”

pubblicità

A causa delle colture distrutte, molte aziende greche avranno difficoltà a riempire gli ordini per esportare all'estero. "I produttori possono perdere la fiducia dei loro clienti perché ci sarà un divario, una mancanza di produzione", ha affermato Makropoulos. "A causa della situazione, la Grecia offre anche un grande vantaggio alla Spagna e all'Italia in un momento in cui i produttori greci stavano iniziando a mostrare slancio sul mercato".

In attesa di aiuti

pubblicità

Molti produttori aveva girato all'organizzazione greca di assicurazioni agricole (ELGA) per chiedere un risarcimento per compensare la perdita finanziaria. Tuttavia, l'agenzia ha riscontrato che non può fornire aiuti a causa delle condizioni meteorologiche che hanno colpito la Grecia. Una combinazione di venti caldi arrivò dall'Africa con maggiore frequenza. Le temperature sono salite alle stelle su 40 C o 104 F anche per lunghi periodi di tempo.

Alcuni sono in attesa di un lungo processo di approvazione da parte della Commissione europea, che ha un programma che potrebbe potenzialmente compensare i produttori di olio d'oliva. Michelakis ha stimato che i pagamenti, una volta approvati, potrebbero richiedere fino a tre anni.