Nord America

Il Congresso degli Stati Uniti dirige la FDA a testare gli oli d'oliva importati

Il comitato agricolo della Camera degli Stati Uniti ha incaricato la FDA di esaminare la creazione di un sistema di campionamento e test per gli oli importati e di riferire al Congresso sulle sue conclusioni.

Aprile 21, 2016
Di Wendy Logan

Notizie recenti

Martedì la commissione per l'agricoltura della casa ha deciso di prendere provvedimenti per far fronte alle frodi di olio d'oliva negli Stati Uniti in qualità di appropriatori che lavorano al nuovo Fattura di spesa FDA per l'anno fiscale 2017 ha chiesto test su tutto l'olio d'oliva importato.

Il relazione della commissione dichiarato, "Il comitato è preoccupato per le relazioni che descrivono costantemente la prevalenza di olio d'oliva adulterato ed etichettato in modo fraudolento importato negli Stati Uniti e venduto ai consumatori americani ".

Il comitato ha citato la salute pubblica come obiettivo aggiuntivo della disposizione e ha ordinato alla FDA di cercare di creare un sistema di campionamento e di prova per gli oli importati e di riferire al Congresso sui suoi risultati. "Alcuni prodotti etichettati come olio d'oliva possono contenere olio di semi, il che rappresenta un grave rischio per la salute dei consumatori allergici.

"Il Comitato ordina alla FDA di prelevare un campione di olio d'oliva importato per determinare se è adulterato o etichettato in modo errato, conformemente alla sezione 342 o alla sezione 343 della FDCA, rispettivamente, e riferire al Congresso entro 270 giorni sui suoi risultati e quali azioni la FDA si adopererà per garantire la sicurezza dei consumatori e un'etichettatura adeguata dell'olio d'oliva importato ".

Il fatto che la relazione della commissione richieda specificamente la sperimentazione di oli d'oliva importati suggerisce che l'azione è stata il risultato degli sforzi dei gruppi di produttori nazionali, che negli ultimi anni hanno fatto pressioni sul congresso su diversi fronti, compresa la richiesta di un indagine dall'International Trade Commission degli Stati Uniti, la formazione di a Commissione per l'olio d'oliva di Calfornia e una nuova serie di norme per i prodotti domestici che molti vedono come un precursore delle restrizioni sugli oli importati che attualmente rappresentano oltre il 95 percento dell'olio d'oliva consumato negli Stati Uniti.

pubblicità

Related News