Come la combinazione di olio d'oliva e sonno può prevenire eventi cardiovascolari

Scienziati canadesi hanno scoperto che l'olio d'oliva aiuta a proteggere dall'aggregazione piastrinica che porta a infarti e ictus.

Settembre 25, 2018
Di Mary West

Notizie recenti

Una nuova ricerca ha rivelato perché gli alimenti ricchi di grassi insaturi come l'olio d'oliva aiutano a proteggere dalle malattie cardiovascolari. Ha scoperto che promuovono livelli più elevati di una proteina che impedisce la formazione di coaguli di sangue.

L'apolipoproteina A-IV, nota come ApoA-IV, è una proteina plasmatica che aumenta dopo la digestione degli alimenti, specialmente quelli ricchi di grassi insaturi. La ricerca collega livelli più alti di ApoA-IV a una minore incidenza di malattie cardiovascolari.
Vedi anche: Benefici per la salute dell'olio d'oliva

Il nuovo studio da Centro di ricerca Keenan per la scienza biomedica (KRCBS) dell'Ospedale St. Michael di Toronto ha dimostrato che l'ApoA-IV inibisce l'aggregazione di piastrine, componenti del sangue che possono raggrupparsi e formare coaguli all'interno delle arterie. Tali coaguli ostruiscono il flusso sanguigno e sono la causa di morte più comune.

"L'aggregazione piastrinica può salvare vite umane perché può smettere di sanguinare nelle navi danneggiate ", ha dichiarato il ricercatore principale Heyu Ni, direttore della piattaforma per ematologia, cancro e malattie immunologiche presso KRCBS. "Ma di solito non vogliamo piastrine per bloccare il flusso sanguigno nei vasi. Questa è trombosi e se l'occlusione dei vasi sanguigni si verifica nel cuore o nel cervello, può causare infarto, ictus o morte. "

Affinché un coagulo di sangue si sviluppi, devono verificarsi una serie di connessioni. Un recettore piastrinico collegato a una piastrina si lega prima al fibrinogeno, una proteina abbondante nel plasma sanguigno. Successivamente, il fibrinogeno si lega a un altro recettore su una seconda piastrina. Successivamente, il fibrinogeno e possibilmente altre proteine ​​consentono alle piastrine di connettersi tra loro, un processo che culmina nell'aggregazione piastrinica.

Nel studio, Ni e i suoi colleghi hanno scoperto che ApoA-IV può connettersi ai recettori piastrinici, bloccando così il legame con il fibrinogeno e riducendo l'aggregazione piastrinica in un vaso sanguigno. Inoltre, il team ha osservato che ApoA-IV può alterare la sua forma per adattarsi all'aumento del flusso sanguigno: questa azione aiuta a proteggere le arterie da blocchi completi.

"Questo è il primo studio a collegare ApoA-IV con piastrine e trombosi ”, ha detto Ni. "Con questo lavoro, abbiamo anche spiegato perché livelli più alti di ApoA-IV possono rallentare l'accumulo di placca nei vasi sanguigni, noto come aterosclerosi perché questo processo è anche correlato alla funzione piastrinica. "

I ricercatori hanno anche studiato l'interazione di ApoA-IV con il cibo. Mangiare un pasto stimola le piastrine, aumentando la probabilità che si leghino tra loro o ai globuli bianchi. Tuttavia, dopo aver mangiato un pasto contenente grassi insaturi, i livelli ematici di ApoA-IV aumentano quasi immediatamente, un effetto che riduce il legame piastrinico. Ciò riduce l'infiammazione che segue un pasto, insieme al rischio di infarto o ictus.

Oltre ai risultati di cui sopra, il team di ricerca ha osservato che ApoA-IV opera secondo un ritmo circadiano. È più attivo di notte e meno attivo al mattino.

"Madre natura vuole che dormiamo bene ", ha detto Ni. "Quindi siamo protetti da questa proteina mentre dormiamo e molto probabilmente sperimentiamo un evento cardiovascolare dopo esserci svegliati al mattino. ”

Callie Exas, ha spiegato a un dietista registrato di Brooklyn, New York Olive Oil Times come le nuove scoperte si basano su ricerche precedenti. Chiaramente, l'olio d'oliva, in particolare extra vergine, ha un notevole valore per la salute del cuore.

"Gli studi mostrano che il contenuto di olio d'oliva di acidi grassi monoinsaturi, acidi grassi omega 3 e antiossidanti prevengono l'indurimento dei vasi sanguigni ", ha affermato.

"Fondamentalmente, questi componenti riducono il rischio di eventi cardiovascolari mantenendo flessibili le cellule endoteliali che rivestono i vasi sanguigni e il cuore. In tal modo, proteggono dall'usura, il che riduce l'accumulo di materiali ossidativi e placca nelle arterie. Queste azioni, oltre all'effetto inibitore piastrinico, aiutano a mantenere in salute arterie e tessuti cardiaci. "

Lo studio ha generato entusiasmo tra i ricercatori perché ha dimostrato che gli alimenti ricchi di grassi insaturi, insieme a buoni schemi di sonno, massimizzano l'opportunità per ApoA-IV di ridurre il rischio di infarti, ictus e aterosclerosi.

Ni attende con impazienza studi futuri per esplorare come sfruttare questa protezione nello sviluppo di trattamenti per malattia cardiovascolare e altre condizioni associate all'aggregazione piastrinica. I risultati sono stati pubblicati sulla rivista Nature Communications.





Related News

Feedback / suggerimenti