La ricerca rivela i collegamenti tra l'osteoartrosi e il consumo di grassi animali

Ricercatori australiani hanno identificato un legame tra il consumo di grassi saturi e la probabilità di sviluppare un'artrosi - la prima volta che la relazione è stata esplorata direttamente.

Può. 6, 2017
Di Mary Hernandez

Notizie recenti

Un primo di questo tipo di studio condotto da ricercatori della Queensland University of Technology dell'Australia e dell'Università del Queensland meridionale ha identificato una connessione tra una dieta ricca di acidi grassi saturi e carboidrati semplici (componenti comuni del cibo spazzatura) e l'insorgenza dell'osteoartrite, che si è dissipata in precedenza tenuto idee che congiungono 'l'usura "è principalmente responsabile dell'insorgenza della condizione.
Vedi anche: Benefici per la salute dell'olio d'oliva

I ricercatori hanno scoperto che una dieta con solo il 20 percento di grassi saturi era in grado di creare un danno significativo al tipo di cartilagine portante associata allo sviluppo dell'osteoartrite.

Lo studio ha anche rivelato che gli acidi grassi insaturi come l'acido laurico avevano invece un effetto protettivo sulle articolazioni. Attualmente, l'artrosi è il disturbo articolare più comune negli Stati Uniti, che si verifica in una percentuale stimata di 10 negli uomini e in 13 nelle donne di età superiore a 60.

Lo studio, intitolato 'Gli acidi grassi saturi inducono lo sviluppo della sindrome metabolica e dell'osteoartrite nei ratti pubblicato metà aprile a seguito di uno sforzo di collaborazione tra Yin Xiao dell'Istituto di salute e innovazione biomedica dell'Università del Queensland, Lindsay Brown dell'Università del Queensland meridionale e la Prince Charles Hospital Research Foundation.

Mentre ricerche precedenti nel settore hanno rivelato che un consumo di acidi grassi saturi è indicativo dello sviluppo dell'osteoartrite, nessuno studio ha finora esaminato la relazione tra questa malattia e il consumo di acidi grassi saturi nelle singole diete.

pubblicità

Secondo la ricerca, gli acidi grassi saturi più comuni trovati nelle diete umane sono l'acido laurico, miristico, palmitico e stearico. Nello studio, ai ratti è stata somministrata una dieta a base di amido di mais o carboidrati semplici insieme a 20 percento degli acidi sopra menzionati o sego di manzo per 16 settimane.

È stato osservato che i ratti nutriti con sego o una dieta con acidi grassi saturi avevano sviluppato segni di sindrome metabolica, degradazione della cartilagine e cambiamenti nella struttura ossea comunemente sperimentati durante lo sviluppo dell'osteoartrite.

I risultati contestano ipotesi precedentemente affermate secondo cui l'obesità in sé e per sé è responsabile dell'insorgenza dell'osteoartrite. Mentre l'eccesso di peso aggiunge ulteriore stress alle articolazioni del corpo, una maggiore presenza di acidi grassi saturi nel corpo può indurre infiltrazione delle cellule infiammatorie che sono alla fine responsabili dello sviluppo dell'osteoartrite.

Mentre i ricercatori sono stati attenti a sottolineare che sono necessari ulteriori studi clinici sull'uomo per determinare se sostituire o meno gli alimenti ricchi di acidi grassi saturi con quelli ricchi di acidi grassi monoinsaturi o acidi laurici potrebbe invertire lo sviluppo dell'osteoartrite, è evidente che, sebbene efficace, basso -carboidrati, diete ricche di grassi, preferite da molti per la perdita di peso, potrebbero fare più male che bene.

E sebbene lo studio non riguardasse specificamente l'olio d'oliva, ricerche precedenti lo hanno indicato composti in olio d'oliva può effettivamente ridurre o addirittura invertire gli effetti negativi delle diete ricche di grassi e non è correlato al comportamento sedentario, il che potrebbe aiutare a ridurre la probabilità di aumento di peso in eccesso e lo stress articolare associato.



Related News

Feedback / suggerimenti