` La risoluzione chiede un'azione più forte per prevenire la diffusione di Xf - Olive Oil Times

La risoluzione chiede un'azione più forte per prevenire la diffusione di Xf

Può. 28, 2015
Isabel Putinja

Notizie recenti

Seguendo la Commissione europea introduzione di misure rafforzate in aprile per prevenire la diffusione della Xylella fastidiosa che include la distruzione di milioni di alberi infetti nella regione Puglia, il Parlamento europeo ha chiesto un'azione più forte.
Vedi anche: Copertura completa dell'epidemia di Xylella Fastidiosa
In un risoluzione sul "Scoppio di Xylella fastidiosa che colpisce gli ulivi "adottato il 20 maggio 2015, i membri del Parlamento europeo si rallegrano delle misure adottate dalla Commissione europea che impongono restrizioni all'importazione di alcune piante nell'UE per prevenire la diffusione dei batteri, ma chiamano per un'azione più incisiva, in particolare adottando misure per evitare la contaminazione all'interno dell'UE.

La risoluzione sollecita inoltre la Commissione europea a risarcire gli olivicoltori per la perdita di entrate a seguito delle misure di eradicazione introdotte e dell'introduzione di incentivi per i produttori che attuano misure preventive. Inoltre, la Commissione Europea è chiamata a migliorare la conoscenza scientifica del micidiale batterio Xylella fastidiosa istituendo istituti di ricerca.

Altre misure proposte comprendono campagne di informazione nelle aree a rischio, un aumento del numero di ispezioni e avvertendo i viaggiatori sul rischio di portare piante infette nell'UE.

In un comunicato stampa dal Partito popolare europeo (PPE), il gruppo composto da membri eletti del Parlamento europeo appartenenti a partiti cristiano-democratici, l'eurodeputato italiano (membro del Parlamento europeo) Giovanni La Via, ha dichiarato: "Grazie al Gruppo PPE, abbiamo una base per compensare i produttori per le misure di eradicazione e la perdita di entrate, ma anche per promuovere senza indugio sforzi di ricerca intensificati e aumentare i controlli al fine di rilevare organismi nocivi ai punti di ingresso nell'UE ".

Nel frattempo, María Esther Herranz García, l'eurodeputata spagnola responsabile della risoluzione, ha sottolineato la necessità di ulteriori ricerche: "È fondamentale intraprendere ricerche scientifiche su Xylella per trovare mezzi più efficienti per combatterla e ridurre l'impatto economico per i produttori ", ha affermato.



Related News

Feedback / suggerimenti