`La Spagna annuncia il programma 6-Month per monitorare la qualità dell'olio d'oliva

Europa

La Spagna annuncia il programma 6-Month per monitorare la qualità dell'olio d'oliva

Novembre 14, 2012
Julie Butler

Notizie recenti

Isabel García Tejerina

Una serie speciale di controlli casuali riguarderà il settore dell'olio d'oliva spagnolo tra oggi e maggio, ha affermato ieri il governo spagnolo.

Progettato per verificare qualità dell'olio d'oliva e prodotto tracciabilità, i "straordinaria ”coprirà frantoi, aziende di imbottigliamento, raffinerie e centri di distribuzione, ha affermato Isabel García Tejerina, Segretario Generale per l'Agricoltura e l'Alimentazione presso il Ministero dell'Agricoltura, Alimentazione e Ambiente.

Parlando a Madrid in una conferenza del Olio d'oliva spagnolo, García Tejerina ha affermato che la qualità del suo olio d'oliva e la sua competenza nella produzione hanno reso la Spagna un leader mondiale. Ora era il primo esportatore di olio d'oliva, con il 51% delle esportazioni globali in termini di volume, seguito a distanza dall'Italia con il 22.4% e dalla Grecia con il 6.3%.

Ma era necessario lavorare per migliorare i suoi prezzi all'esportazione e la qualità era il pilastro su cui sarebbe stato costruito il futuro del settore, ha affermato.

Panel test "miglioramenti”

pubblicità

Secondo EFE, García Tejerina ha affermato che il governo stava studiando metodi e strumenti a cui si poteva abituare "migliorare "il test del pannello dell'olio d'oliva. Tra i metodi ci sono a "sensore chimico "che potrebbe integrare o sostituire il panel test "se del caso "e risonanza magnetica e test genetici.

Sono già stati fatti dei paragoni tra i risultati del settore pubblico e i test del panel privato e i membri di quest'ultimo sono stati incorporati nei panel del Ministero, ha affermato.

Limiti alla responsabilità degli imbottigliatori per i livelli di qualità

Anche García Tejerina ha parlato di ambientazione "limiti di responsabilità "per gli imballatori in termini di qualità. Questo sarebbe a medio termine e comporterebbe il passaggio a uno standard applicabile agli oli vegetali, ha affermato.

Ordine di marketing statunitense sotto sorveglianza

Per quanto riguarda la proposta Ordine di commercializzazione dell'olio d'oliva degli Stati Uniti- che alcuni nel settore dell'olio d'oliva in Spagna la paura fungerebbe da barriera commerciale- García Tejerina ha dichiarato che il governo spagnolo sta monitorando i progressi e in attesa di un'opportunità per esporre il suo caso e per cercare di influenzare gli Stati Uniti a rispettare invece le raccomandazioni del Consiglio oleicolo internazionale.

Tempo di resa dei conti in Spagna

Olive Oil Times Mi è stato detto che García Tejerina non era disponibile per ulteriori informazioni oggi. Il suo annuncio è arrivato sulla scia di notevoli turbolenze nel settore dell'olio d'oliva spagnolo.

Dopo tre anni di produzione record - e un record di tonnellate 690,800 nelle scorte di riporto - è ora disponibile sull'orlo di un lugubre raccolto di poco più di 625,000 tonnellate contemporaneamente al paese in crisi finanziaria e l'Unione europea cerca di aumentare i sussidi alle aziende agricole.

Il mese scorso, un gruppo di consumatori spagnoli ha dichiarato che i suoi test lo hanno riscontrato quasi uno su tre oli di oliva campionati erano etichettati erroneamente, rinnovando il dibattito su questioni quali il controllo di qualità, l'affidabilità dei panel test e chi dovrebbe essere ritenuto responsabile se l'olio extra vergine di oliva si deteriora dopo l'imbottigliamento.

Nel frattempo, l'ordine di marketing degli Stati Uniti viene visto, nel modo giusto o sbagliato, come una minaccia incombente in quello che è il mercato di esportazione più cruciale della Spagna.



Related News