`Le tendenze nel commercio di olio d'oliva biologico ora vengono monitorate - Olive Oil Times

Tendenze nel commercio di olio di oliva biologico ora in fase di rintracciamento

Gennaio 21, 2014
Julie Butler

Notizie recenti

L'olio d'oliva biologico rappresentava almeno un decimo di tutto l'olio d'oliva vergine importato dagli Stati Uniti nel 2012/13, secondo il Consiglio oleicolo internazionale (CIO).

Gli acquirenti sono passati dal pensarci al fare alcuni test di mercato.- Liz Tagami, Tagami International

Il CIO sta ora monitorando la categoria biologica grazie ai nuovi codici doganali internazionali che lo hanno reso fattibile a partire dallo scorso anno, ha affermato il CIO.

Da ottobre 2012 a settembre 2013, un totale di tonnellate 298,828 di olio d'oliva è stato importato dagli Stati Uniti, il più grande importatore mondiale di olio d'oliva e olive da tavola. Circa il 64 percento di questo era vergine e olio extravergine d'oliva - circa 191,000 tonnellate complessive - di cui un decimo biologico, quindi poco più di 19,000 tonnellate.

Tuttavia, il CIO ha affermato che i suoi dati commerciali statunitensi provenienti dall'Ufficio censimento statunitense hanno fornito dettagli in merito olio d'oliva biologico solo da gennaio dell'anno scorso, quindi non ci sono cifre per questa categoria da ottobre a dicembre 2012.

Opportunità nella produzione di alimenti biologici

La qualità conta.
Trova i migliori oli d'oliva del mondo vicino a te.

Liz Tagami, broker e consulente internazionale di specialità alimentari con sede negli Stati Uniti, ha dichiarato che la sua società, Tagami International, sta ricevendo più richieste olio d'oliva biologico di cinque anni fa.

"Gli acquirenti sono passati dal pensarci a fare alcuni test di mercato ", ha detto.

"Se prendi Tagami International come un punto di dati, sembra che l'interesse stia crescendo poiché il numero di richieste che ricevo chiedendo la differenza tra biologico e convenzionale è aumentato.

"Le persone non si rendono conto di quanto pochi input chimici ci siano nel moderno olivicoltura - non è come il mais, il grano o la soia. Questa differenza, insieme al prezzo più alto del biologico, ha influenzato la crescita. Detto questo, l'uso di olio d'oliva biologico nella produzione alimentare in cui l'intera formulazione è organica è un'opportunità ”, ha affermato.

L'esportatore catalano trova più facile il mercato canadese

A Lleida, in Catalogna, Emma Rovira, direttore vendite di Molí dels Torms, ha affermato che tutto l'olio d'oliva dell'azienda è extra vergine biologico certificato. Venduto con l'etichetta Olicatessen, ha detto che molto poco è stato esportato negli Stati Uniti perché è un mercato difficile con un'intensa pressione sui prezzi e la necessità di volumi elevati. Ha detto che il più grande mercato di esportazione dell'azienda è il Canada, seguito dal Giappone, "dove non contestano mai il prezzo richiesto, ma contrattano su fattori come la qualità, il gusto e l'etichettatura ”, Belgio, Germania e Olanda.

Sempre a Lleida, Ramon Barrull Becerra, presidente della piccola Cooperativa La Granadella, ha affermato che è solo al suo secondo anno di produzione di olio extravergine di oliva biologico certificato, che quest'anno totalizzerà solo circa 25 tonnellate, solo il 5% della sua produzione totale sotto l'etichetta Degustus. Dopo aver venduto tutto l'olio del primo anno di produzione biologica, quest'anno la cooperativa ha quadruplicato la sua produzione biologica e ne vende la maggior parte a negozi specializzati in prodotti biologici.

Barrull ha detto che il costo della produzione biologica è di circa un quarto superiore a quello non biologico. Uno dei motivi è che il fertilizzante costa di più ma offre una capacità di produzione inferiore, ha affermato.

Domanda e rischio nei prodotti biologici

Un rapporto dello scorso anno dell'Istituto spagnolo per il commercio estero (ICEX) ha affermato che l'olio d'oliva guida le vendite di oli biologici in Germania, dove la crescente domanda di prodotti biologici è una delle tendenze più sorprendenti nel mercato alimentare tedesco. Nel frattempo, secondo un recente rapporto sulle frodi nella catena alimentare della commissione per l'ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare del Parlamento europeo, l'olio d'oliva, il pesce e gli alimenti biologici sono i prodotti più inclini a tali frodi.

Codici doganali attuali per l'olio d'oliva biologico

A partire da luglio 2013, i codici biologici rilevanti nel tariffario armonizzato sono:

- 1509102030: olio extra vergine di oliva biologico in recipienti di peso inferiore a 18 kg

- 1509104030: olio extravergine di oliva biologico in contenitore da 18 kg o più

- 1509102040: olio di oliva vergine biologico in recipienti di peso inferiore a 18 kg

- 1509104040: olio di oliva vergine biologico in contenitore da 18 kg o più.

Related News

Feedback / suggerimenti