Le esportazioni di olive da tavola spagnole negli Stati Uniti diminuiscono ulteriormente

Le esportazioni di olive da tavola dalla Spagna agli Stati Uniti sono diminuite di quasi un terzo nella prima metà del 2020. I dazi statunitensi sono responsabili del forte calo.

Agosto 31, 2020
Di Daniel Dawson

Notizie recenti

Spagnolo oliva da tavola le esportazioni verso gli Stati Uniti sono diminuite del 30% nella prima metà del 2020, secondo i dati pubblicati dall'Associazione spagnola degli esportatori e produttori di olive da tavola (Asemesa).

Nei primi sei mesi dell'anno, la Spagna ha spedito 32,000 tonnellate di olive da tavola negli Stati Uniti, rispetto alle 45,400 tonnellate nei primi sei mesi del 2019.

Vedi anche: Notizie commerciali

Antonio Mora, il segretario generale di Asemesa, ha accusato due serie di tariffe statunitensi per il forte calo delle esportazioni.

Le importazioni di olive verdi dalla Spagna attualmente devono affrontare una tariffa del 25% come parte di a pacchetto di contromisure assegnato agli Stati Uniti dall'Organizzazione mondiale del commercio per i sussidi illegali forniti dall'Unione Europea ad Airbus.

Separatamente, le importazioni di olive nere dalla Spagna devono affrontare una tariffa combinata del 35%, dopo il rappresentante per il commercio degli Stati Uniti e il dipartimento del commercio degli Stati Uniti accusato produttori di olive spagnoli di violare le leggi antisovvenzioni e antidumping.

pubblicità

Alcune di queste tariffe saranno probabilmente ridotte dopo che la Spagna lo ha convinto la Corte del commercio internazionale degli Stati Uniti non stava finanziando illegalmente i suoi agricoltori. Il Dipartimento del Commercio ha presentato ricorso.

Nel frattempo, Mora sostiene che poiché le tariffe sulle olive nere sono specifiche per la Spagna e le tariffe sulle olive verdi sono specifiche per Spagna e Francia, il più grande produttore mondiale di olive da tavola è stato messo su un piede irregolare con altri concorrenti dell'UE, tra cui Portogallo e Grecia.

Mora ha aggiunto che la produzione di olive da tavola è almeno tre volte più costosa in Spagna rispetto al Portogallo o alla Grecia. Ha detto che in Portogallo il costo di produzione è di 10 centesimi al chilogrammo, mentre in Spagna si va dai 30 centesimi fino a 90, a seconda che la raccolta sia fatta a mano o meccanizzata.

Al di fuori degli Stati Uniti, che rappresentano ancora poco più di un quinto del mercato internazionale delle olive da tavola spagnole, anche le esportazioni in tutte le altre regioni del mondo ad eccezione degli Stati del Golfo sono diminuite.

Tuttavia, Mora lo attribuì eccezionalmente scarsa raccolta delle olive da tavola sperimentato dagli agricoltori spagnoli nella campagna 2019/20 e in generale buoni raccolti sperimentati da molti dei concorrenti del paese.





Related News