Affari

Olio d'oliva spagnolo nell'elenco finale delle tariffe di ritorsione sulle merci dell'UE

Insieme ad alcuni oli d'oliva spagnoli, alcuni tipi di olive da tavola provenienti sia dalla Francia che dalla Spagna dovranno affrontare una tariffa 25 per cento sulle importazioni statunitensi. Gli oli di oliva provenienti da Italia, Portogallo e Grecia non saranno interessati.

Cargo fuori da Valencia, in Spagna
Ottobre 3, 2019
Di Daniel Dawson
Cargo fuori da Valencia, in Spagna

Notizie recenti

Il rappresentante commerciale degli Stati Uniti (USTR) pubblicato l'elenco completo delle tariffe di ritorsione on Unione europea importazioni mercoledì.

L'USTR presenterà l'elenco, che comprende dazi addizionali per un valore di $ 7.5 miliardi di beni dell'UE, all'Organizzazione mondiale del commercio (OMC) per l'approvazione il 14 ottobre. La decisione finale dell'OMC non può essere impugnata.

Il fatto che USTR abbia deciso di non imporre tariffe sugli oli d'oliva importati da Italia, Grecia, Portogallo o Francia, né sugli oli d'oliva sfusi importati dalla Spagna, è certamente una gradita notizia per i consumatori americani.- Joseph R. Profaci, NAOOA

A partire da ottobre 18, le importazioni di alcuni Oli di oliva spagnoli nonché alcuni tipi di spagnolo e francese olive da tavola dovrà affrontare una tariffa del 25 percento. Le importazioni di olio d'oliva e di olive da tavola da altri paesi dell'UE non saranno interessate.

Le importazioni di olio di oliva vergine e non vergine spagnolo in tutte le sue frazioni in contenitori di peso inferiore a 18 kg saranno soggette alla tariffa. Olive verdi snocciolate e non snocciolate in soluzione salina sia dalla Spagna che Francia sarà anche colpito dalle contromisure americane.

Guarda anche: Notizie commerciali sull'olio d'oliva

Le tariffe derivano da a Decisione dell'OMC all'inizio di quest'anno, dichiarando che gli Stati Uniti potrebbero ritorsioni contro alcuni Stati membri dell'UE per i loro sussidi illegali al produttore di aerei Airbus. L'OMC ha stabilito che questi sussidi hanno danneggiato il produttore americano rivale Boeing.

pubblicità

Inizialmente l'USTR ha dichiarato di voler imporre a Tariffa del 100 percento su $ 15 miliardi di merci. Tuttavia, l'OMC ha stabilito che gli Stati Uniti potevano imporre contromisure solo sulla metà di tale importo.

Joseph R. Profaci, direttore esecutivo del Associazione nordamericana dell'olio d'oliva (NAOOA), un gruppo commerciale che ha presentato una petizione al governo contro le tariffe, Ha detto Olive Oil Times che la limitata esposizione dell'olio d'oliva alle contromisure americane costituisce una notizia relativamente buona per importatori e consumatori.

"Il fatto che USTR abbia deciso di non imporre tariffe sugli oli d'oliva importati da Italia, Grecia, Portogallo o Francia, né sugli oli d'oliva sfusi importati dalla Spagna, è certamente una gradita notizia per i consumatori americani", ha affermato. "Apparentemente la USTR ha sentito le nostre preoccupazioni riguardo al benefici alla salute dell'olio d'oliva e il ruolo fondamentale che l'Europa svolge nel soddisfare la domanda negli Stati Uniti "

pubblicità

Profaci ha aggiunto che mentre la tariffa del 25 percento sull'olio d'oliva spagnolo confezionato avrà comunque un impatto negativo su importatori e consumatori, la decisione dell'USTR di non imporre la tariffa piena al 100 percento è un buon segno per l'industria.

"Sono ottimista sul fatto che la decisione di USTR di limitare le tariffe al 25 percento anziché al 100 percento (che rientrerebbe nei suoi diritti ai sensi delle regole dell'OMC) è un'indicazione in buona fede del suo desiderio di negoziare un accordo con l'UE", ha affermato. "Faremo il possibile per facilitare un simile accordo per eliminare tutto l'olio d'oliva dalla lista."

pubblicità

Secondo i dati di Eurostat, La Spagna ha già esportato 104,705 tonnellate di olio d'oliva negli Stati Uniti nella campagna di commercializzazione 2018/19, che rappresenta circa un terzo di tutte le importazioni di olio d'oliva americano. Nel frattempo, il resto dell'UE ha esportato negli Stati Uniti un totale di 92,700 tonnellate di olio d'oliva quest'anno.

L'Associazione spagnola dei giovani agricoltori e allevatori (ASAJA) ha invitato sia il loro governo che la Commissione europea a esercitare pressioni sugli Stati Uniti al fine di cercare di evitare l'applicazione delle tariffe.

In una rara dichiarazione pubblica, Pedro Barrato, presidente di ASAJA, ha criticato la decisione dell'OMC e ha affermato che era assurdo che i prodotti agroalimentari dovessero sostenere il peso maggiore delle ritorsioni americane sui sussidi agli aerei.

"Non possiamo permettere alla nostra agricoltura di essere una valuta negli accordi commerciali con i paesi terzi", ha affermato. "È paradossale che sia stato deciso di sanzionare le produzioni agroalimentari con una tariffa del 25 percento a seguito di sussidi comunitari ad Airbus e la tariffa per i prodotti aeronautici è solo del 10 percento".

Mentre alcuni produttori di olio d'oliva in Spagna emetteranno un sospiro di sollievo per il fatto che le tariffe non erano così basse come avrebbero potuto essere, gli olivicoltori spagnoli saranno colpiti in modo molto più duro. I produttori di olive da tavola in Spagna hanno già perso circa $ 50 milioni in entrate provenienti da tariffe unilaterali che gli Stati Uniti hanno imposto sulle importazioni di olive nere spagnole l'anno scorso.

L'Olive Growers Council of California ha applaudito l'USTR per l'inclusione delle olive verdi spagnole e francesi nella sua lista. Mike Silveira, presidente dell'OGCC, ha affermato che la decisione ha sottolineato l'impegno del governo degli Stati Uniti nei confronti dei produttori di olive da tavola della California.

"Le tariffe di ritorsione annunciate [mercoledì] ... sottolineano ulteriormente il costante impegno dell'Amministrazione per una forte applicazione commerciale e, nel caso delle olive, aiutano a proteggere l'integrità dell'industria olivicola matura coltivata e trasformata negli Stati Uniti", ha affermato.

pubblicità

Tuttavia, Cecilia Malmström, la commissaria commerciale europea in uscita, ha avvertito che gli Stati Uniti dovrebbero stare attenti a come applicano le loro tariffe. L'OMC stabilirà una decisione analoga nel corso dell'anno, che molti si aspettano consentirà all'UE di imporre le proprie tariffe agli Stati Uniti per i sussidi illegali forniti a Boeing.

"L'applicazione delle contromisure ora sarebbe miope e controproducente", ha affermato Malmström. "Nel caso parallelo di Boeing, all'UE in alcuni mesi saranno ugualmente concessi i diritti di imporre contromisure contro gli Stati Uniti a causa del suo continuo mancato rispetto delle norme dell'OMC".

Questa è una storia in via di sviluppo ultimo aggiornamento il ET. Ricontrolla per gli aggiornamenti.