Produttori pugliesi e laziali Star al 29° Ercole Olivario

Avvenuto di persona dopo essere stato condotto in remoto l'anno scorso, i produttori si sono riuniti per celebrare gli oli d'oliva italiani e i loro produttori.
Foto: Ercole Olivario
Giu. 15, 2021
Ylenia Granitto

Notizie recenti

il 29th Ercole Olivario concluso con il tradizionale evento finale a Perugia cui hanno partecipato i vincitori del concorso, Umbria.

Mentre la cerimonia di premiazione della scorsa edizione è stata limitata a causa del Pandemia di covid-19, l'edizione di quest'anno della rassegna tutta italiana qualità dell'olio d'oliva la competizione ha visto ancora una volta alcuni dei migliori produttori del Paese, che hanno potuto incontrarsi e ricevere di persona un riconoscimento per il loro lavoro di qualità.

"Grazie a tutti gli agricoltori che, con il loro impegno e la loro determinazione, ci hanno regalato, ancora una volta, ottimi oli extra vergini di oliva”, ha affermato Giorgio Mencaroni, presidente della Camera di Commercio dell'Umbria.

"Nonostante la situazione particolare, e grazie alla professionalità del panel guidato da Alfredo Marasciulo, siamo riusciti a organizzare perfettamente le degustazioni», ha aggiunto. "Tutto è andato bene e abbiamo potuto pianificare nel migliore dei modi questo sentito evento”.

Vedi anche: Concorsi di olio d'oliva

Dal 1993, gli organizzatori dell'Ercole Olivario hanno riunito produttori di tutto il paese per celebrare la diversità dell'Italia cultura dell'olio d'oliva, paesaggi e produzioni tradizionali.

Con 110 partecipanti, Ercole Olivario rappresenta la tappa conclusiva di una serie di selezioni svolte su base regionale. Dodici oli extra vergini di oliva hanno preso parte al concorso dopo aver vinto Orii del Lazio (Golds of Lazio).

Le degustazioni del 28th edizione del concorso regionale si sono svolte presso il laboratorio chimico della Camera di Commercio di Roma.

Su sei categorie, i produttori di Puglia ha ottenuto il massimo dei voti in tre: DOP/IGP fruttato medio, fruttato leggero e fruttato intenso. Nel frattempo, i produttori del Lazio sono stati premiati nelle categorie DOP/IGP fruttato leggero e fruttato intenso. Un produttore sardo ha vinto per la categoria fruttato medio.

Dopo aver riscosso successo nel Lazio, Lucia Iannotta ha conquistato il primo posto a livello nazionale nella categoria fruttato intenso DOP/IGP con il suo monovarietale Colline Pontine Itrana DOP.

"Questa è una competizione storica e siamo molto onorati di essere riconosciuti per la nostra qualità", ha detto l'agricoltore di Sonnino. "I ultima stagione ha prodotto volumi inferiori alla media, eppure siamo riusciti ad ottenere un ottimo prodotto. Poiché la varietà Itrana è caratterizzata da una forte alternanza, ora ci aspettiamo un nuovo raccolto abbondante”.

Durante l'evento è stato reso omaggio al compianto Giorgio Phellas, figura amatissima che ebbe un ruolo di primo piano nell'organizzazione dell'Ercole Olivario.

L'elenco completo dei vincitori dell'Ercole Olivario 2021 è disponibile qui.

pubblicità

Related News

Feedback / suggerimenti