Anche l'adozione tardiva di una dieta più sana può aiutare, trovare lo studio

I ricercatori hanno scoperto che seguire una dieta di alta qualità in tarda età adulta può ridurre il grasso addominale e il fegato, riducendo il rischio di determinate condizioni infiammatorie e cardiache.

Settembre 25, 2017
Di Mary Hernandez

Notizie recenti

Uno studio sull'obesità completato di recente, durato 20 anni, sull'impatto della qualità della dieta nell'età adulta suggerisce che mantenere una dieta di alta qualità in età avanzata può aiutare a evitare problemi metabolici.

Lo studio longitudinale è stato condotto da ricercatori del Cancer Center dell'Università delle Hawaii, del Dipartimento di medicina preventiva dell'Università della California del Sud e del Dipartimento di radiologia e imaging biomedico dell'Università della California. 

I risultati dello studio di coorte multietnico partecipante a 2,000 sono stati pubblicati su Obesity Society.
Vedi anche: Piccoli cambiamenti nella dieta possono ridurre il rischio di morte
All'inizio dello studio, sono stati scelti i partecipanti di età compresa tra 45 e 75 anni. I ricercatori hanno escluso tutti i potenziali partecipanti con BMI (indice di massa corporea) notevolmente al di fuori dell'intervallo ottimale, i fumatori e coloro che soffrono di condizioni di salute o assumono farmaci che potrebbero influire sui loro livelli di adiposità. 

I partecipanti sono stati tenuti a completare questionari sulle loro abitudini alimentari quotidiane sulla base di indici dietetici popolari. Ciò ha comportato la fornitura ai ricercatori di informazioni sul loro consumo quotidiano di cibi e bevande, inclusi frutta, verdura, cereali non raffinati, calorie vuote e alcol. 

È stato anche chiesto loro di fornire dettagli sui loro livelli di attività fisica. Sono stati utilizzati quattro indici dietetici tra cui l'indice di alimentazione sana, l'indice di un'alimentazione sana alternativa, il punteggio di dieta mediterranea alternativa e gli approcci dietetici per fermare l'ipertensione (DASH).

La qualità conta.
Trova i migliori oli d'oliva del mondo vicino a te.

I partecipanti dovevano sottoporsi ad assorbimetria a raggi X a doppia energia del corpo intero e scansioni di risonanza magnetica addominale per ottenere una stima accurata dei loro livelli di adiposità viscerale e della steatosi epatica non alcolica. 

L'accumulo di grasso nel tessuto adiposo viscerale e la presenza di steatosi epatica non alcolica sono stati mirati in quanto è stato dimostrato che queste qualità creano conseguenze metaboliche negative nel corpo umano, creando infiammazioni e problemi cardiovascolari. 

È stato scoperto alla conclusione dello studio che i partecipanti con migliori misure di qualità della dieta durante il periodo di studio avevano livelli di adiposità più bassi, suggerendo una forte associazione tra la qualità della dieta e lo sviluppo del tessuto adiposo viscerale e del fegato grasso non alcolico. 

In particolare, il Dieta mediterranea è risultato essere inversamente associato con un eccesso di peso corporeo e una circonferenza della vita superiore a quella ottimale. 

A causa della durata di 20 anni dello studio, delle sue frequenti valutazioni dietetiche, della diversità etnica dei partecipanti e della tecnologia avanzata utilizzata per valutare i livelli di grasso, i ricercatori sono fiduciosi nella validità dei loro risultati. 

Avvertono, tuttavia, che sono necessarie ulteriori analisi etniche specifiche tra gruppi minoritari come nativi hawaiani, giapponesi americani e latini. 

Mentre i risultati attestano il benefici per la salute della dieta mediterranea non sono nuovi, questa è la prima volta che uno studio ha identificato una forte associazione inversa con le misure di grasso addominale e del fegato dopo aver preso in considerazione il grasso corporeo totale e suggerisce che guardare la distribuzione del grasso corporeo oltre il BMI potrebbe essere più utile quando si consiglia persone sull'impatto della loro dieta.



Related News

Feedback / suggerimenti