`Consumo di EVOO nei ratti scoperto per ridurre il rischio di cardiomiopatie

Salute

Consumo di EVOO nei ratti scoperto per ridurre il rischio di cardiomiopatie

Aprile 21, 2020
Paolo DeAndreis

Notizie recenti

Il consumo di una dieta ricca di olio extra vergine di oliva può aiutare a ridurre la probabilità di cardiomiopatie indotte da farmaci, secondo un nuovo studio dell'Università di Umm Al Qura, in Arabia Saudita.

L'obiettivo dello studio, pubblicato sul Journal of Pharmacy and Pharmacognosy Research, era di valutare l'influenza terapeutica dell'olio extra vergine di oliva, sia come antiipertensivo che cardioprotettivo nei confronti della cardiomiopatia indotta dalla doxorubicina nei ratti.

L'olio extra vergine di oliva è noto per i suoi numerosi benefici alla salute, comprese le proprietà antinfiammatorie e antidiabetiche e la protezione contro malattie cardiache, come le cardiomiopatie.

Nello studio, i ricercatori hanno creato cinque gruppi separati di ratti: un gruppo di controllo, un gruppo di controllo della malattia (a cui è stata iniettata la doxorubicina) e tre gruppi terapeutici, anch'essi iniettati. Ai ratti nei gruppi terapeutici è stata somministrata una dieta integrata con diversi livelli di olio extra vergine di oliva (2.5 per cento, cinque per cento e 10 per cento).

Il potenziale cardioprotettivo, antiipertensivo e antiossidante dell'olio extra vergine di oliva è stato quindi studiato misurando diversi biomarcatori di sangue, siero e tessuti, enzimi e parametri emodinamici in ciascuno dei cinque gruppi.

pubblicità

I risultati hanno mostrato che i ratti del gruppo terapeutico che consumavano la dieta integrata con il 10% di olio extra vergine di oliva avevano livelli più bassi di colesterolo e un enzima attribuito alla cardiomiopatia rispetto ai ratti negli altri quattro gruppi.

I ratti in tutti e tre i gruppi terapeutici avevano livelli più alti di antiossidanti nel sangue rispetto ai ratti in entrambi i gruppi di controllo.

"La somministrazione dietetica di olio extra vergine di oliva ha il potenziale per ridurre le cardiomiopatie indotte da farmaci e l'uso prolungato di olio extra vergine di oliva nella dieta potrebbe essere cardioprotettivo e utile contro l'ipertensione arteriosa ”, hanno concluso Waleed Hassan AlMalki e Imran Shahid.





Related News