La dieta Med può proteggere dall'inquinamento atmosferico

Una nuova ricerca rivela che la dieta mediterranea può ridurre il rischio di morte per attacchi cardiaci, malattie cardiovascolari e altre cause legate all'esposizione a lungo termine all'inquinamento atmosferico.

Giu. 11, 2018
Di Jacqueline Parisi

Notizie recenti

A recente studio condotto da ricercatori della NYU School of Medicine ha rivelato che l'adesione al Dieta mediterranea (MedDiet) può mitigare gli effetti dannosi dell'inquinamento atmosferico.

L'autore Chris Lim, che ha presentato i risultati alla Conferenza internazionale 2018 dell'American Thoracic Society all'inizio del mese scorso, ha esaminato i dati di una coorte di quasi 550,000 persone negli Stati Uniti per un periodo di 17 anni.

Dati i benefici che abbiamo riscontrato in una dieta ricca di antiossidanti, i nostri risultati sono coerenti con l'ipotesi che l'inquinamento atmosferico da particelle causato dalla combustione di combustibili fossili influisca negativamente sulla salute inducendo stress ossidativo e infiammazione.- Chris Lim, NYU School of Medicine

Lim e i suoi colleghi volevano determinare se un MedDiet ricco di antiossidanti che evitasse la carne rossa e gli alimenti trasformati a favore di frutta, verdura, legumi, cereali integrali, pesce e olio d'oliva influisce sulla correlazione tra esposizione prolungata all'inquinamento dell'aria ambiente e cause specifiche mortalità.

"Si ipotizza che l'inquinamento atmosferico causi effetti nocivi sulla salute lo stress ossidativo e infiammazione ", ha spiegato Lim, "e la dieta mediterranea è davvero ricca di alimenti che sono anti-infiammatori e hanno antiossidanti che potrebbero intervenire attraverso quei viali. "

I ricercatori hanno prima raggruppato i partecipanti in base a quanto le loro abitudini alimentari si allineavano con il MedDiet all'inizio dello studio prima di fare riferimento alle informazioni sul tratto del censimento per stimare l'esposizione a lungo termine dei partecipanti a tre tipi specifici di inquinamento atmosferico: particolato (PM2.5), nitroso ossido (NO2) e ozono (O3).

La qualità conta.
Trova i migliori oli d'oliva del mondo vicino a te.

L'analisi successiva si è concentrata sull'impatto statisticamente significativo di MedDiet sulle morti per tutte le cause, oltre a malattia cardiovascolaremorti e attacchi cardiaci.

Quando si trattava di morti per tutte le cause, i risultati hanno rivelato un aumento del 5% per ogni 10 parti per miliardo (ppb) di aumento dell'esposizione a NO2 per i meno aderenti al MedDiet, rispetto al 2% per i più aderenti.

I risultati per le malattie cardiovascolari sono stati simili, con un aumento del 17% dei decessi per ogni 10 microgrammi per metro cubo di aumento dell'esposizione al PM2.5 per i meno aderenti alla dieta, rispetto al 5% per i più aderenti.

Anche le tendenze per i decessi per infarto erano allineate, con un aumento del 20% rispetto al 5% in termini di esposizione al PM2.5 e del 12% rispetto al 4% per l'NO2. In effetti, l'unico valore anomalo misurabile era l'esposizione all'O3, i cui risultati hanno rivelato non erano correlati con un MedDiet.

"Dati i benefici che abbiamo riscontrato di una dieta ricca di antiossidanti, i nostri risultati sono coerenti con l'ipotesi che l'inquinamento atmosferico da particelle causato dalla combustione di combustibili fossili influisca negativamente sulla salute inducendo stress ossidativo e infiammazione ", ha spiegato George Thurston, autore e direttore senior dello studio del Programma in Valutazione dell'esposizione ed effetti sulla salute umana presso il Dipartimento di Medicina Ambientale. "D'altra parte, l'effetto dell'ozono non è stato attenuato in modo significativo da una dieta mediterranea, quindi l'ozono apparentemente influisce sulla salute cardiaca attraverso un meccanismo diverso ".

Due avvertenze chiave, tuttavia, erano che le abitudini alimentari dei partecipanti potrebbero essere cambiate nel corso dello studio, così come il fatto che i dati demografici (maggioranza bianchi, reddito più elevato) non rappresentavano in modo accurato la popolazione in generale.

Tuttavia, come ha osservato Lim Olive Oil Times, i risultati sono comunque interessanti. "Il nostro studio si basa su una coorte ampia e dettagliata, utilizza i più recenti modelli di previsione dell'inquinamento atmosferico e fornisce risultati molto nuovi ".





Related News

Feedback / suggerimenti