Alexios-Leandros Skaltsounis:

Rivelazioni accademiche personali sono state rivelate quando Skaltsounis e due colleghi dell'Università di Atene hanno inviato una lettera al presidente del parlamento greco in merito alla richiesta di assistenza sanitaria dell'UE per l'olio d'oliva.

Riporto da oltre un anno la controversia relativa all'attuazione di EU labeling regulation 432/2012 in Grecia. È stato un compito titanico tentare di svelare questo nodo gordiano di disinformazione e offuscamento scientifico.

Le mie indagini sono continuate e sono andate oltre gli eventi che ho riportato negli articoli precedenti. Sono venuto faccia a faccia con interessi contrastanti, interventi politici, gelosie professionali e possibili illeciti scientifici e frodi all'interno della comunità scientifica dell'UE.

Quando ho iniziato questo viaggio, ho pensato che gli scienziati fossero ricercatori della verità e dell'innovazione. Almeno questa è stata la mia esperienza fino ad allora. In Grecia moderna tuttavia alcuni accademici che sono ben collegati da relazioni familiari o da affiliazioni politiche ricevono un trattamento preferenziale anche quando il loro lavoro è scadente o addirittura addirittura fraudolento. C'è un sacco di soldi dati a un piccolo numero di accademici ben collegati in Grecia. Recentemente è stato riferito che sono stati ottenuti in modo fraudolento milioni di euro in borse di studio dell'UE per la ricerca. I nomi dei ricercatori coinvolti non sono stati pubblicati.

Rivelazioni accademiche personali sono state rivelate quando una lettera è stata inviata al precedente presidente del Parlamento greco da tre eminenti scienziati; Dimitrios Boskou, Maria Tsimidou e Alexios-Leandros Skaltsounis a giugno 18, 2014. Hanno contestato la questione posta al Ministro dell'agricoltura Athanasios Tsaftaris l'anno scorso da alcuni membri del parlamento in merito al regolamento sull'etichettatura sanitaria UE 432 / 2012.

Ecco un estratto:

"Con nostra sorpresa, abbiamo scoperto che un sito web internazionale (oliveoiltimes.com…) ha riferito che un gruppo di funzionari eletti dalla Grecia ha presentato una domanda in Parlamento, che è associata all'analisi scientifica (NMR) per rilevare due sostanze specifiche (oleocanthal e oleaceina) nell'olio di oliva vergine e chiede alle autorità competenti - vale a dire EFET (Hellenic National Sicurezza alimentare) e il Ministero dello sviluppo agricolo e alimentare - approvare un'analisi scientifica (NMR) al fine di dimostrare la superiorità di alcuni oli prodotti in Grecia. Tali azioni pensiamo che siano estremamente fuorvianti, scientificamente vaghe, creando una grande confusione tra i produttori e molte domande sulla loro motivazione ".

Ciò che ha spinto questi tre scienziati a scrivere una lettera in cui si mettono in discussione le motivazioni dei funzionari eletti ha richiesto un po 'di tempo. Tuttavia, ciò che ha motivato i funzionari eletti è più ovvio.

La domanda posta da un gruppo di parlamentari che agiscono per conto degli olivicoltori chiedeva chiarimenti sul motivo per cui l'EFET ha rifiutato di attuare il regolamento che lo stesso Tsaftaris aveva abbracciato in modo così entusiasta prima. L'NMR sarebbe lo strumento perfetto da utilizzare per questo scopo. Ma aveva bisogno di una decisione politica e di un supporto affinché l'NMR fosse più accessibile.

La comunità scientifica mondiale ha abbracciato con entusiasmo il NMR method per misurare con precisione i singoli composti fenolici, ma in Grecia è stato ignorato. Perché? Perché c'è in ballo una grande quantità di fondi europei. L'UE ha finanziato generosamente gli scienziati greci per trovare nuovi metodi per misurare i composti fenolici nell'olio d'oliva ai fini dell'attuazione del regolamento UE sull'etichettatura 432 / 2012, ma l'NMR è stato già inventato senza alcun finanziamento di ricerca da parte dell'UE.

Le seguenti indicazioni sulla salute sono consentite sulle etichette: Olive oil polyphenols contribuire alla protezione dei lipidi del sangue dallo stress ossidativo. L'indicazione può essere utilizzata solo per l'olio d'oliva che contiene almeno 5 mg di idrossitirosolo e suoi derivati ​​(ad esempio complesso oleuropeico e tirosolo) per 20 g di olio d'oliva. Al fine di sostenere la richiesta, al consumatore viene fornita l'informazione che l'effetto benefico si ottiene con un'assunzione giornaliera di 20 gm di olio d'oliva.

Contrariamente alle affermazioni sulla salute di cui sopra autorizzate dall'UE, i tre scienziati che hanno scritto la lettera (Boskou, Tsimidou e Skaltsounis) hanno affermato che non era possibile quantificare i benefici per la salute dei singoli composti fenolici nell'olio d'oliva:

"La questione sollevata nel Parlamento greco è scientificamente complessa e quale sia il metodo di analisi più efficiente, affidabile ed economico o quali sostanze debbano essere identificate, è qualcosa a cui la comunità scientifica dovrebbe rispondere anziché rispondere dai membri del Parlamento. L'olio d'oliva è molto ricco di componenti bioattivi, una classe che sono biofenoli chimicamente correlati con idrossitirosolo e tirosolo e non è possibile quantificare il contributo di ogni singolo composto nell'effetto benefico globale sulla salute ".

Ma l'UE aveva già quantificato i benefici per la salute dell'idrossitirosolo e dei suoi derivati ​​trovati nell'olio d'oliva. Questa era la base delle indicazioni sulla salute consentite sull'etichetta degli alti polifenoli EVOO che si qualificano. In effetti, è stato chiesto a Tsaftaris perché aveva autorità sull'EFET in quanto lamentava il fatto che l'EFET non consentiva l'attuazione del regolamento relativo alle indicazioni sulla salute dell'UE.

Ciò che rende ancora più strano questo è che i tre scienziati che hanno firmato questa lettera di protesta sono ben rispettati nel campo della ricerca sull'olio d'oliva. Questo mi ha reso molto curioso. Così ho esaminato le loro relazioni intrecciate. Tsaftaris è stato anche professore presso l'Università Aristotelica di Salonicco, dove hanno sede Boskou e Tsimidou. Potrebbero aver influenzato EFET a flip flop sull'attuazione del regolamento?

Sono stato sorpreso di vedere il nome di Skaltsounis sulla lettera. Skaltsounis è a capo del dipartimento di Farmacognosia dell'Università di Atene, dove Prokopios Magiatis ha scoperto il metodo NMR di misurazione accurata dei singoli phenolic compounds in olive oil. Perché non vorrebbe che l'NMR fosse usato per misurare l'idrossitirosolo e i suoi derivati ​​nell'olio d'oliva per conformarsi al regolamento? E perché questi tre scienziati hanno coinvolto il presidente del parlamento greco, che non ha autorità o conoscenza in materia? Credevano di avere così tanto potere politico?

La mia indagine ha prodotto una serie di irregolarità e rivalità viziose che si nascondono dietro questa particolare lettera. Ma prima un riepilogo degli eventi che hanno portato ad esso e qualche altro background.

Dopo la domanda iniziale, Tsaftaris si è consultato con EFET e la risposta è stata: "l'oleocantale e l'oleaceina non possono essere misurati e inclusi per poter beneficiare dell'indicazione sulla salute perché non sono specificamente menzionati nel regolamento." Sentendo ciò che pensavo fosse un errore e la decisione non scientifica, ho immediatamente chiamato e scritto una lettera all'UE e ho chiesto chiarimenti su quali derivati ​​specifici dell'idrossitirosolo dovessero essere misurati per poter beneficiare dell'indicazione sulla salute. Ho anche scritto a EFET spiegando il regolamento e presentando un caso per l'inclusione di oleocanthal e oleaceina. Il regolamento si riferiva a derivati ​​di idrossitirosolo come, tirosolo ecc. Un chimico con conoscenza di olive oil chemistry saprebbe a quali altri derivati ​​si riferivano. Anche se non lo sapessero, tutto quello che dovevano fare è google come ho fatto io.

Di conseguenza EFET ha invertito la propria decisione e ha confermato che, in effetti, l'oleocantale e l'oleaceina dovrebbero essere misurati per poter beneficiare dell'indicazione sulla salute. Nel sentire ciò ho immediatamente inviato una lettera all'UE per informarli che EFET aveva accettato l'oleocantale e l'oleacein e che quindi la loro opinione non era più necessaria. Ho anche aggiunto: "La mia comprensione è che l'EFET in quanto autorità in materia di qualità e sicurezza alimentare in Grecia ha la giurisdizione di interpretare come dovrebbero essere attuate le normative dell'UE." Ho chiesto loro di confermare tale circostanza.

L'ironia di questa situazione è che un giornalista armato con la passione per la lettura di documenti di ricerca e documenti legali privi di chimica formale o di background legale, dovrebbe spiegare la chimica alla base dei regolamenti dell'UE e della posizione legale dell'EFET in relazione all'UE. Poco dopo aver pubblicato la decisione positiva, EFET ha fatto di nuovo una capriola e ha chiesto all'UE di chiarire se l'oleocantale debba essere incluso.

Questa è stata una svolta devastante per gli eventi Greek olive oil, che contiene più oleocantale di oleaceina. Una decisione favorevole da parte di EFET sarebbe stata uno sviluppo molto positivo per un settore che ha fortemente bisogno di buone notizie.

Nel frattempo, ho dovuto inviare di nuovo la mia lettera all'Unione europea diverse volte perché stavano riorganizzando i loro uffici e dipartimenti. L'UE ha finalmente risposto alla mia domanda dopo un anno di ritardo e mi ha informato che in effetti le agenzie nazionali per la sicurezza alimentare nei paesi membri dell'UE hanno piena autorità per interpretare e attuare i regolamenti dell'UE. L'unica volta in cui l'UE viene coinvolta in caso di reclamo, nel qual caso cercano di mediare, ma la decisione finale è determinata dalla Corte di giustizia dell'UE.

Dopo aver ricevuto l'e-mail, ho risposto e ho chiesto se ci fosse un reclamo contro l'EFET da parte di qualsiasi altro paese o individuo. Mi hanno fornito un link in cui sono registrati tutti i reclami. Ho verificato che non vi erano denunce contro EFET su questo o altri problemi.

Ciò mi ha portato alla conclusione ovvia che la denuncia che ha indotto EFET a modificare la propria opinione è stata ripetutamente originata dall'interno della Grecia. Ma chi era responsabile di aver bloccato un regolamento che avrebbe avuto un effetto così positivo sull'olio di oliva greco?

Ho deciso di incontrare e intervistare le persone che hanno scritto la lettera, a cominciare da Mr. Skaltsounis come lo era ad Atene e avevo scritto a Boskou e Tsimidou in precedenza e le mie e-mail non avevano ricevuto risposta e le telefonate non venivano restituite. Tsimidou stava anche lavorando su un nuovo metodo per misurare i composti fenolici nell'olio d'oliva e aveva ripetutamente ignorato il metodo NMR.

Skaltsounis accettò prontamente un'intervista. Come capo del dipartimento di farmacologia dell'Università di Atene, Skaltsounis era nello stesso dipartimento in cui Magiatis e Melliou conducevano le loro ricerche. Ho incontrato Skaltsounis nel suo laboratorio all'Università.

Skaltsounis aveva recentemente pubblicato un articolo in cui annunciava la scoperta di un nuovo metodo CE (elettroforesi capillare) per misurare l'oleocantale e l'oleaceina. Skaltsounis ha affermato che questo nuovo metodo è stato verificato da HPLC e ha citato il documento Magiatis su NMR come prova della sua validità. Gli ho chiesto se Magiatis o Melliou hanno verificato il suo metodo usando NMR. "Non sanno quello che stanno facendo", disse enfaticamente.

Non volendo trasformare questa intervista in un dibattito gli ho permesso di continuare. Volevo scoprire cosa c'era dietro i suoi attacchi a due scienziati che lavorano nel suo stesso dipartimento. Ho visto rivalità scientifiche prima ma questa era personale.

Skaltsounis mi ha generosamente mostrato intorno al suo laboratorio e tutti i suoi lavori di ricerca in corso. Ha felicemente posato per le foto sostenendo di non cercare pubblicità come alcuni "altri". Un ovvio riferimento alla pubblicità Magiatis e Melliou hanno ricevuto a livello internazionale per il loro lavoro con Quantitative NMR.

Ecco un estratto dal suo documento di ricerca:

"Al meglio delle nostre conoscenze, qui descriviamo il primo metodo CE validato adatto per la determinazione simultanea e quantitativa di oleocanthal e oleaceina nell'olio di oliva. Finora è stato segnalato un solo test che soddisfa questi criteri (Karkoula, Magiatis et al., 2012). Rispetto a quest'ultimo, che utilizza NMR quantitativo, il dosaggio CE è molto più semplice ed economico, tuttavia i risultati quantitativi sono comparabili e ugualmente riproducibili ... Altri approcci più convenzionali come HPLC richiedono tempi di analisi più lunghi (40 rispetto a 15 min) e facilitano la determinazione solo di oleocanthal (Impellizzeri & Lin, 2006). "

Vi sono alcuni dubbi sul fatto che i risultati siano effettivamente accurati e riproducibili poiché utilizzano HPLC come uno dei loro metodi di convalida. L'HPLC è stata confutata da Magiatis in uno studio del metodo HPLC e pubblicata in un giornale sottoposto a revisione paritaria. In parole semplici, l'oleocantale e l'oleaceina reagiscono con il metanolo o / e l'acqua utilizzata nell'HPLC causando misurazioni imprecise. Affinché il metodo Skaltsounis CE funzioni, sono necessari come standard di riferimento pure oleocanthal e oleaceina.

"Stiamo cercando di produrre pure oleocanthal e oleacein qui nel nostro laboratorio. Abbiamo in programma di farle essere le prime forme accettate e accettate di oleocantale e oleaceina ", mi ha detto Skaltsounis.

"Quindi sarai il fornitore di oleocanthal e oleaceina per tutti i test che verrebbero condotti con questo nuovo metodo?" Chiesi. "Sì, certo" disse. "Abbiamo un altro laboratorio nella periferia di Atene, dove svolgiamo il nostro lavoro anche in collaborazione con l'Università", ha aggiunto.

"Quindi con il tuo metodo CE saresti in grado di misurare l'oleocantale e l'oleaceina al fine di comprovare il regolamento dell'UE?" Ho chiesto. "Beh, non sappiamo quali misurare perché cambiano nel tempo", ha spiegato.

Mi mostrò un grafico che illustrava come oleocantale e oleaceina ritornassero al loro originale idrossitirosolo e tirosolo. "Questo dimostra semplicemente che l'oleocantale e l'oleaceina sono derivati ​​dell'idrossitirosolo e del tirosolo." Osservai. Ma Skaltsounis ha semplicemente scosso la testa.

È diventato ovvio a questo giornalista perché Skaltsounis non vuole che questo regolamento venga implementato usando il metodo di misurazione NMR.

La Grecia è nel bel mezzo di una fuga di cervelli che costringe gli scienziati più brillanti e di maggior talento a cercare lavoro all'estero. Ma peggiora. Anche la Grecia sembra soffrire di una fuga di proprietà intellettuale.

La comunità scientifica greca continua a innovare e ad inventare nuovi metodi e idee e scoperte brevettabili. Ma cosa succede loro? Dove vanno? Chi ottiene il credito e chi ne beneficia?

Ho appreso da un altro professore che Magiatis aveva presentato una denuncia ufficiale all'Università di Atene su un brevetto che Skaltsounis aveva registrato presso l'ufficio brevetti degli Stati Uniti in collaborazione con il centro di ricerca sul cancro della City of Hope in California. Magiatis afferma di essere stato uno degli inventori, ma non è stato accreditato e nemmeno l'Università di Atene. Ho chiesto a Magiatis di questo e ha confermato che ha effettivamente archiviato il reclamo.

La denuncia presentata contro Skaltsounis in merito ai diritti di brevetto di Magiatis e dell'Università di Atene si trova ancora su una scrivania da qualche parte. Due presidi all'università non hanno intrapreso alcuna azione per indagare sulla denuncia di cattiva condotta scientifica nei confronti di Skaltsounis fatta più di un anno fa. Si trova senza risposta e non investigato come tante altre cose in Grecia.

Va notato che il fratello di Skaltsounis è un giudice supremo in Grecia. È stato suggerito che forse questo è il motivo dell'inazione. Forse le autorità non sono ansiose di indagare su una possibile cattiva condotta contro il fratello di un giudice della Corte Suprema.

Ho inviato una copia di questo articolo a Boskou, Tsimidou e Skaltsounis ma non ho ricevuto alcuna risposta o commento.

Il fatto è che NMR non solo misura l'oleocantale e l'oleaceina, ma un certo numero di altri composti fenolici in un solo passaggio e entro 3 minuti. Non c'è flusso di reddito in corso dal metodo NMR per gli scienziati che lo hanno scoperto. Esiste un eccesso di apparecchiature NMR inutilizzate o nelle università e nei laboratori di ricerca a livello internazionale. Non sarebbe meglio metterli in uso invece di cercare di sviluppare un altro metodo che misura solo due composti fenolici e richiede l'acquisto di oleocantale e oleaceina pura?

Il CIO sta per decidere quale metodo accettare ufficialmente per la misurazione accurata dei singoli composti fenolici nell'olio d'oliva. La risposta è ovvia.



Commenti

Altri articoli su: , , , ,