` Pubblicate le stime sulla produzione di olio d'oliva dell'UE - Olive Oil Times

Stime della produzione di olio d'oliva dell'UE rilasciate

Può. 1, 2020
Costas Vasilopoulos

Notizie recenti

L'Unione europea ha rilasciato il suo olio d'oliva mensile stime di produzione e le quantità totali prodotte finora, con la Spagna in testa ma in ritardo rispetto al raccolto record dello scorso anno e le consistenti produzioni fornite da Italia, Grecia e Portogallo.

La Spagna è di nuovo in cima alla lista dei produttori di olio d'oliva dell'UE, avendo prodotto un totale di 1,116,171 tonnellate entro la fine di marzo. La resa complessiva della stagione dovrebbe raggiungere le 1,120,000 tonnellate, significativamente ridotte come previsto rispetto all'alto rendimento di tutti i tempi di 1.77 milioni di tonnellate di olio d'oliva nella campagna agricola precedente.

L'Italia ha più che raddoppiato la sua produzione in questa stagione, raggiungendo una quantità aggregata stimata di 361,145 tonnellate a marzo. Il rendimento complessivo dovrebbe raggiungere un totale di 364,000 tonnellate rispetto a solo 175,000 tonnellate consegnate nella stagione 2018/19.

In Grecia, alla fine di marzo erano state prodotte 262,570 tonnellate di olio d'oliva con un totale complessivo previsto di 265,000 tonnellate, una quantità leggermente inferiore aspettative iniziali da 280,000 a 300,000 tonnellate, ma sostanzialmente migliorato rispetto alla triste stagione passata quando furono consegnate solo 185,000 tonnellate di olio d'oliva.

Il Portogallo è al quarto posto tra gli Stati membri dell'UE con una produzione stimata quasi record di 130,000 tonnellate rispetto alle 100,000 tonnellate nella campagna del 2018/19. I produttori più piccoli Cipro e Francia hanno raggiunto rispettivamente un totale di 6,991 tonnellate e 5,900 tonnellate di olio d'oliva nell'anno di produzione corrente.

In termini di consumo di olio d'oliva, si prevede che la Spagna utilizzerà 550,000 tonnellate per scopi domestici, mentre si stima che 510,000 tonnellate di olio d'oliva saranno consumate in Italia. La Grecia e il Portogallo probabilmente consumeranno 125,000 tonnellate e 80,000 tonnellate durante la stagione in corso.

L'UE ha inoltre riferito sulle stime finali dello stock dopo il completamento delle operazioni di molitura per la campagna in corso, con lo stock di Spagna che ha raggiunto le 600,700 tonnellate e le riserve di olio d'oliva di Italia e Grecia che hanno raggiunto rispettivamente le 50,000 e le 62,700 tonnellate.

Entro febbraio, altre 213,500 tonnellate di olio d'oliva era stato ritirato dal mercato europeo per essere immagazzinato per un periodo massimo di sei mesi nell'ambito del regime di aiuti all'ammasso privato applicato dalla Commissione europea per contribuire a riequilibrare i prezzi.

Inoltre, l'associazione europea degli agricoltori Copa-Cogeca ha avvertito che il rallentamento delle esportazioni a causa del restrizioni al trasporto di coronavirus potrebbe rendere inattivi più quantitativi di prodotti come vino e olio d'oliva prima della prossima stagione di commercializzazione.



Related News

Feedback / suggerimenti