`La Grecia richiede aiuti per il calo previsto della produzione di olio d'oliva e olive da tavola - Olive Oil Times

La Grecia richiede aiuti per il calo previsto dell'olio d'oliva e della produzione di olive da tavola

Agosto 4, 2021
Costas Vasilopoulos

Notizie recenti

La Grecia ha presentato una richiesta ufficiale al Consiglio dell'Unione europea per ricevere aiuti finanziari per l'olio d'oliva e oliva da tavola produttori colpiti dalle condizioni meteorologiche estreme che hanno prevalso in alcune parti del paese negli ultimi sei mesi.

La richiesta si basava sulla ridotta fruizione degli olivi registrata in sette regioni produttrici, che dovrebbe ridurre drasticamente la produzione di olive da tavola e olio d'oliva in queste aree in vista del Vendemmia 2021, ha affermato il paese.

Abbiamo a che fare con una drastica riduzione della produzione di olive e olio d'oliva, che rappresenta circa il 70 percento al 90 percento della produzione prevista.- Delegazione greca al Parlamento europeo, 

"I temperature eccezionalmente basse degli eventi di gelo primaverile sono stati seguiti dalle ondate di caldo di maggio e giugno, con temperature che si avvicinavano ai 40 °C", ha detto al Consiglio la delegazione greca a Bruxelles.

Vedi anche: La nuova politica agricola dell'UE potrebbe avvantaggiare gli olivicoltori greci se i requisiti sono soddisfatti

"Queste condizioni meteorologiche, combinate con quasi nessuna pioggia, si sono verificate durante una fase molto delicata della coltivazione dell'olivo, della fioritura e della fruttificazione ", ha spiegato ulteriormente la delegazione. "In queste circostanze, gli ulivi hanno mostrato la caduta dei fiori e la caduta dei frutti ".

"Di conseguenza, abbiamo a che fare con una drastica riduzione della produzione di olive e olio d'oliva, che rappresenta circa il 70 percento al 90 percento della produzione prevista ", ha aggiunto la delegazione.

I territori inclusi nella domanda di aiuto finanziario sono le isole di Creta, Lesbo ed Eubea, diverse regioni del Peloponneso meridionale e Focide, Ftiotide e Calcidica sul continente.

Le autorità locali di alcune delle aree colpite dal maltempo avevano preventivamente informato il ministero dell'Agricoltura greco del fenomeno della ridotta fruizione.

"Le condizioni meteorologiche prevalenti hanno influenzato negativamente la fioritura e la fruizione degli [alberi della] varietà Kalamon", ha scritto Yiorgos Papanastasiou, sindaco di Agrinio, in una lettera al ministro dell'Agricoltura Spilios Livanos.

Vedi anche: I ricercatori cercano una migliore comprensione dello sviluppo delle drupe d'oliva

Papanastasiou ha anche avvertito che "avrà un grave impatto sul reddito dei produttori locali poiché [le olive da tavola] sono una delle colture più redditizie del comune.

Il sindaco ha anche chiesto a Livanos di venire a vedere i danni provocati e fornire assistenza ai produttori colpiti dal fenomeno.

A Bruxelles, il commissario per l'Agricoltura Janusz Wojciechowski ha raggruppato la richiesta greca con le richieste di risarcimento dei paesi dell'Europa occidentale recentemente colpiti dalle inondazioni, tra cui Germania, Belgio e Paesi Bassi.

Dopo gli acquazzoni torrenziali alla fine del mese scorso, diversi fiumi della regione hanno rotto gli argini causando molte vittime e mettendo a dura prova il settore agricolo inondando fattorie e colture.

Wojciechowski ha detto che la commissione è disposta ad attivare gli strumenti e gli strumenti per fornire supporto per il ripristino dei danni.





pubblicità

Related News

Feedback / suggerimenti