La nuova politica agricola dell'UE potrebbe avvantaggiare gli olivicoltori greci se i requisiti sono soddisfatti

Si prevede che i finanziamenti per gli agricoltori greci supereranno i 20 miliardi di euro nell'ambito del nuovo programma di sovvenzioni. Tuttavia, alcuni temono che i piccoli olivicoltori manchino.

SA Andriotis
Giu. 20, 2021
Di Costas Vasilopoulos
SA Andriotis

Notizie recenti

L'ultima riforma del Politica agricola comune (PAC), il programma di sovvenzioni agricole dell'Unione europea, è stato finalizzato dopo a è stato raggiunto un accordo provvisorio tra il Parlamento europeo e i governi dell'UE. Le nuove regole si applicheranno dal 2023 fino alla fine del 2027.

La prossima PAC prevede finanziamenti per gli agricoltori e lo sviluppo rurale per un totale di 387 miliardi di euro, quasi un terzo dell'intero bilancio dell'UE.

È troppo presto per dire (quali saranno gli impatti della nuova PAC), e le informazioni diffuse dal ministero dell'agricoltura sono ancora generiche e vaghe.- Nikos Michelakis, consulente scientifico, SEDIK

La Grecia riceverà 19.3 miliardi di euro nell'ambito del nuovo schema, un importo simile ai fondi forniti dalla PAC attualmente in vigore. Il sostegno finanziario degli agricoltori del paese è rimasto lo stesso nonostante una riduzione del 10% in tutta l'UE dei fondi stanziati per i pagamenti ai beneficiari con la nuova politica.

"Abbiamo realizzato la riforma politica più ambiziosa della politica agricola comune dagli anni '1990", ha affermato Spilios Livanos, ministro greco dello sviluppo rurale e dell'alimentazione. "Abbiamo creato un vero e proprio quadro europeo per la sicurezza, l'adeguatezza e la sostenibilità dei nostri sistemi agroalimentari.

Vedi anche: I produttori croati interrogano il ministro sulla politica agricola comune

"È una PAC equa, verde, sociale e in definitiva più sostenibile", ha aggiunto il ministro. "La Grecia manterrà gli stessi finanziamenti dell'attuale PAC. È una grande opportunità per il nostro Paese di trasformare la sua economia rurale, raggiungere il tanto agognato sviluppo periferico e cambiare il suo intero modello produttivo”.

Altri 2 miliardi di euro dal Fondo europeo per la ripresa e la resilienza, destinati a sostenere la ripresa dalla pandemia di Covid-19, dovrebbe essere indirizzato anche al settore agricolo del Paese nei prossimi anni.

Tutti i pagamenti saranno legati ad alcuni requisiti ambientali minimi, come ad esempio che almeno il tre per cento della terra arabile sia messo da parte dagli agricoltori per far prosperare la natura, o che gli agricoltori ruotino le colture ogni due anni per la rigenerazione del suolo.

La nuova politica agricola dell'UE prevede inoltre che solo "agricoltori attivi” possono beneficiare delle sovvenzioni. Ciascuno Stato membro deve fornire una definizione per i propri agricoltori attivi secondo alcuni termini generalmente accettati, come ad esempio che le attività agricole rappresentano almeno una percentuale specifica del reddito degli agricoltori, ma ha anche la flessibilità di aggiungere i propri criteri nella definizione .

business-europe-new-eu-ag-policy-potrebbe-beneficiare-gli-olivicoltori-greci-se-i-requisiti-sono-soddisfatti-i-tempi-dell'olio-d'oliva

Sparta Gourmet

I funzionari greci hanno chiarito che solo gli agricoltori che producono realmente potranno beneficiare di un sostegno diretto al reddito nell'ambito della nuova PAC.

"Il nuovo orientamento dei sussidi in combinazione con la definizione degli agricoltori attivi ci fornisce la possibilità di sostenere coloro che producono e operano nella catena del valore senza applicare pratiche illecite", ha affermato Yiannis Economou, viceministro dello sviluppo rurale e dell'alimentazione. una consultazione a Chania.

I criteri esatti per gli agricoltori attivi in ​​Grecia nell'ambito della prossima PAC devono ancora essere determinati dal ministero.

Il settore dell'olio d'oliva del paese dovrebbe anche essere preparato per alcuni cambiamenti che hanno lo scopo di supportare meglio gli olivicoltori quando entrerà in vigore la PAC 2023-2027.

I fondi dovrebbero essere erogati più rapidamente e facilmente rispetto a prima. Tuttavia, nel settore esiste incertezza sulla riforma della PAC e sul suo impatto reale sull'industria.

"È troppo presto per dirlo e le informazioni rilasciate dal ministero dell'agricoltura sono ancora generiche e vaghe ", ha detto Nikos Michelakis, consulente scientifico dell'associazione dei comuni produttori di olio d'oliva di Creta (SEDIK). Olive Oil Times. "Menziona obiettivi e strategie senza descrivere come questi verranno realizzati”.

"In ogni caso, non ci sono prove scientifiche, ambientali o agronomiche per giustificare l'equazione degli uliveti, un investimento di spese elevate che richiede il lavoro di generazioni, con pascoli e seminativi", ha aggiunto.

Vedi anche: La nuova PAC offre molte opportunità per gli olivicoltori italiani

Michelakis ha anche avuto dei ripensamenti sulla prevista ridistribuzione del sostegno al reddito a beneficio delle aziende agricole più piccole a scapito delle grandi aziende e delle aziende che la nuova PAC sposa.

"I 'i pagamenti ridistributivi della nuova PAC presumibilmente favoriranno i piccoli agricoltori”, ha affermato. "Tuttavia, se i rapporti della stampa agricola sono accurati, a tutti i beneficiari è prevista una riduzione del 10% dei pagamenti diretti per sostenere gli agricoltori più piccoli, che probabilmente otterranno circa 40 euro per acro".

"Quindi, gli olivicoltori di piccole dimensioni non trarranno effettivamente beneficio, ma subiranno invece una perdita di reddito ", ha aggiunto Michelakis. "Nessuna riduzione dei finanziamenti dovrebbe essere imposta ai piccoli agricoltori”.

Olive da tavola, invece, sarà aggiunto all'elenco dei prodotti agricoli ammissibili all'applicazione del meccanismo di ammasso privato nell'ambito della nuova PAC. L'obiettivo è fornire i mezzi per regolare la domanda e l'offerta e recuperare i prezzi di mercato quando richiesto.

business-europe-new-eu-ag-policy-potrebbe-beneficiare-gli-olivicoltori-greci-se-i-requisiti-sono-soddisfatti-i-tempi-dell'olio-d'oliva

Monogramma Olio d'Oliva

L'archiviazione privata è occasionalmente utilizzata dalla Commissione europea per stabilizzare il mercato dell'olio d'oliva (tra gli altri prodotti) in caso di squilibri, tuttavia con risultati dubbi.

Un altro aspetto importante della nuova PAC è essere in grado di creare un ambiente di lavoro attraente per i giovani.

I giovani agricoltori europei non sono stati particolarmente attratti dall'attuale PAC per entrare nel settore agricolo, secondo una ricerca condotta per il periodo 2014-2020 per conto dell'Unione europea.

La ricerca ha concluso che il 'Le misure della PAC per il rinnovo generazionale, specificamente mirate a trasferire in sicurezza le aziende agricole da una generazione all'altra, non sono sufficienti da sole per indurre più giovani a diventare agricoltori. I problemi principali per i giovani agricoltori rimangono l'accesso ai fondi e alla terra.

In questo contesto, Livanos ha affermato che la nuova politica dell'UE dovrebbe far valere profondamente i suoi meriti piuttosto che i suoi meccanismi penalizzanti.

"[La nuova PAC dovrebbe essere] una leva per i giovani per entrare in agricoltura, non un deterrente", ha detto durante una riunione dei ministri dell'agricoltura dell'UE a Lisbona. "[Dovrebbe] essere un'ispirazione per gli agricoltori, non una paura delle sanzioni".

Un requisito della nuova PAC è che ogni Stato membro attui un piano strategico per delineare le modalità di applicazione delle politiche rurali e l'assegnazione dei fondi in base alle proprie esigenze e alle particolari caratteristiche nazionali. Tutti i piani saranno esaminati dalla Commissione europea prima che vengano erogati i fondi.

La Grecia ha già iniziato a mettere insieme il suo piano strategico dopo aver concluso le procedure di consultazione con le parti interessate, come agricoltori e allevatori di bestiame.

"Continuiamo il nostro piano per sviluppare un 'partenariato' e la massima consultazione possibile sulla nuova PAC”, ha affermato il ministero dell'agricoltura greco in un comunicato stampa.

La consultazione è un'opportunità per un dialogo pubblico aperto, afferma il comunicato stampa, "al fine di diagnosticare, discutere e individuare tutte le questioni, i problemi e le sfide del settore agricolo greco, per dare forma ai suggerimenti adeguati e ricercare le migliori soluzioni nella progettazione del piano strategico della nuova PAC.

Il piano strategico della PAC elaborato dalla Grecia dovrebbe essere pronto per la consultazione pubblica a ottobre e finalizzato entro la fine del 2021. Successivamente sarà sottoposto all'approvazione della Commissione europea.





pubblicità

Related News

Feedback / suggerimenti