L'UE si prepara ad approvare la futura politica agricola comune

La nuova PAC fornirà maggiore flessibilità agli Stati membri, aumenterà i finanziamenti per i piccoli agricoltori e applicherà requisiti ambientali più rigorosi ai pagamenti degli aiuti.
Giu. 29, 2021
Daniel Dawson

Notizie recenti

L'Unione Europea sta per approvare un nuovo Politica agricola comune (PAC) questa settimana dopo che il Parlamento europeo e il Consiglio hanno raggiunto un accordo politico venerdì.

I Commissione europea ha affermato che la nuova PAC, che entrerà in vigore nel gennaio 2023 e durerà fino al 2027, sarà più equa, più attenta all'ambiente e flessibile.

La nuova PAC combina ambizioni ambientali, climatiche e di benessere degli animali più elevate con una distribuzione più equa dei pagamenti, in particolare alle piccole e medie aziende agricole a conduzione familiare e ai giovani agricoltori.- Janusz Wojciechowski, Commissario europeo per l'agricoltura

Una volta che sarà stato formalmente approvato dal Consiglio agricolo dell'UE, spetterà a ciascuno Stato membro preparare un piano strategico per attuare la PAC nei prossimi cinque anni.

Funzionari dell'UE hanno affermato che questo diverso approccio alla PAC consentirà ai responsabili politici locali di adattare il piano alle esigenze specifiche dei rispettivi paesi.

Vedi anche: L'Europa prevede di triplicare i terreni agricoli dedicati all'agricoltura biologica entro il 2030

"La nuova PAC combina maggiori ambizioni ambientali, climatiche e di benessere degli animali con una distribuzione più equa dei pagamenti, in particolare alle piccole e medie aziende agricole familiari e ai giovani agricoltori", ha affermato il commissario per l'agricoltura Janusz Wojciechowski.

"Ora conto sugli Stati membri per sviluppare piani strategici della PAC ambiziosi che siano in linea con i nostri obiettivi e che forniranno gli strumenti giusti per sostenere i nostri agricoltori nel transizione verso un sistema alimentare sostenibile", Ha aggiunto.

La Commissione europea ha sottolineato che questa PAC sarà più favorevole ai lavoratori rispetto alle precedenti.

Qualsiasi beneficiario della PAC dovrà rispettare le leggi europee sul lavoro per ottenere il finanziamento. Gli Stati membri saranno inoltre tenuti a ridistribuire il 10 per cento dei benefici del sostegno al reddito ai piccoli agricoltori. Un ulteriore tre per cento del bilancio di ciascuno Stato membro è destinato ai giovani agricoltori, definiti di età inferiore ai 40 anni.

La nuova PAC fornirà anche requisiti ambientali più rigorosi per gli agricoltori che desiderano ricevere finanziamenti. La Commissione europea ha affermato che l'obiettivo è quello di far sì che la PAC integri la Green Deal europeo e Strategia Farm to Fork.

Il bilancio della PAC sarà "contribuire in modo significativo" alla spesa globale per il clima dell'UE, stabilendo che gli Stati membri devono destinare almeno il 25% dei budget del loro piano strategico agli ecoschemi, che ricompenseranno gli agricoltori per coltivazione biologica pratiche, agroecologia e gestione integrata dei parassiti.

"L'accordo raggiunto oggi [venerdì] segna l'inizio di un vero cambiamento nel modo in cui pratichiamo l'agricoltura in Europa", ha affermato Frans Timmermans, il primo vicepresidente della Commissione europea.

"Nei prossimi anni proteggeremo le zone umide e torbiere, dedicheremo più terreni agricoli a biodiversità, promuovere l'agricoltura biologica, aprire nuove fonti di reddito per gli agricoltori attraverso l'agricoltura al carbonio e iniziare a colmare le disuguaglianze nella distribuzione del sostegno al reddito", ha aggiunto.





pubblicità

Related News

Feedback / suggerimenti