Profili del produttore

Questo importatore di olio d'oliva sa come trovare i vincitori

Per 30 anni, Rolando Beramendi ha importato negli Stati Uniti i suoi oli d'oliva italiani preferiti, un raccolto alla volta.

Vincenzo Paterno (a sinistra) e Rolando Bernamendi (a destra) alla Domus Olivae, in Sicilia
Giu. 24, 2020
Di Daniel Dawson
Vincenzo Paterno (a sinistra) e Rolando Bernamendi (a destra) alla Domus Olivae, in Sicilia

Notizie recenti

Ci sono poche cose che Rolando Beramendi ama più della cucina, quindi non è stato sorprendente quando si è offerto di preparare la cena per i suoi nuovi unti durante il Natale del 1987.

Il futuro fondatore di Manicaretti Importatori alimentari italiani aveva appena conseguito la laurea in economia agraria presso l'Università della California, Davis, e aveva trascorso le prime festività natalizie con sua moglie sulle montagne del nord Italia.

Ogni raccolto è diverso, quindi voglio essere lì e stare con loro. Ho bisogno di vedere (il raccolto) e assaggiare tutti gli oli.- Rolando Beramendi, fondatore, Manicaretti Importatori alimentari italiani

"Siamo andati a trascorrere le vacanze di Natale sulle Alpi, per conoscere le famiglie e qualcuno si è presentato con un grande cestino una volta per cena ”, ha detto Beramendi Olive Oil Times.

"C'erano tutti questi ingredienti meravigliosi - pasta artigianale, olio extra vergine di oliva non filtrato, rucola, pesto, peperonata - ed era tutto così delizioso ", ha aggiunto. "Avevo solo 22 anni a quel tempo e dissi: 'Non ho mai visto queste cose prima. Posso preparare la cena? ”

Guarda anche: Profili del produttore

Il pasto si è rivelato essere un momento spartiacque per il nativo della Patagonia, che è cresciuto mangiando pasti fatti in casa preparati con olio d'oliva e d'uva locali, prima di lasciare l'Argentina all'inizio della guerra delle Falkland per studiare negli Stati Uniti.

pubblicità

Tornato in Italia, Beramendi ha iniziato a parlare rapidamente di cibo e in poco tempo alcuni della sua nuova famiglia e amici gli hanno chiesto di aiutarli a risolvere un problema di vecchia data: come esportare efficacemente questi prodotti artigianali nel redditizio mercato americano.

"Non avevo un piano aziendale, non avevo nulla ", ha detto. "L'unica cosa che ho saputo fare è stata quella di creare una struttura dei prezzi grazie alla mia laurea, ma ho visto un'opportunità lì e ho preso molti appuntamenti con diversi distributori e importatori nella Bay Area. ”

L'olio d'oliva si trovava sul ripiano inferiore del corridoio etnico nei negozi di alimentari. Al giorno d'oggi le persone lo trattavano come trattano la salsa di pesce.- Rolando Beramendi, importatore italiano di alimenti Manicaretti

Beramendi tornò in California e cercò di convincere i rivenditori che l'olio extra vergine di oliva sarebbe stato un grande successo tra i consumatori americani, ma la maggior parte di loro gli disse che il prodotto era troppo esoterico per il palato americano.

"A quel tempo, l'olio d'oliva era sul ripiano inferiore del corridoio etnico nei negozi di alimentari ", ha detto. "Al giorno d'oggi le persone lo trattavano come trattano la salsa di pesce. "

Tuttavia, Beramendi non fu facilmente scoraggiato e alla fine convinse quattro negozi nella Bay Area a vendere l'olio extra vergine di oliva non filtrato, che importò dalla Toscana. Nell'agosto 1989 - quattro mesi dopo la sua fondazione - Manicaretti Italian Foods Importer era in attività.

questo-olio d'oliva-importatore-sa-how-to-find-vincitori--frantoio a volte

Olive biologiche Tonda Iblea appena raccolte a Vincenzo Paterno 'di Spedalotto a Chiaramonte Gulfi, Ragusa, Sicilia

"È stata la prima volta che penso che la gente abbia visto sugli scaffali l'olio d'oliva non filtrato dalla Toscana e questo ha creato un bel trambusto ”, ha detto. "Nessuno aveva mai assaggiato qualcosa di così fresco. "

La previsione di Beramendi si è rivelata corretta e il petrolio ha iniziato a prendere piede. Presto andava in vari negozi e faceva dimostrazioni con i suoi oli extravergine di oliva toscani freschi.

"A quel tempo, era l'unico modo per convincere la gente a provare cose nuove e mi sembrava quasi di vendere una bottiglia alla volta ogni giorno ", ha detto. "L'olio d'oliva non filtrato è stato ciò che ha cambiato la conversazione. "

Quando Beramendi iniziò a vendere il suo olio extra vergine di oliva non filtrato nel 1989, i californiani avevano assistito a una rivoluzione culinaria. Guidati da chef e ristoratori, la domanda cresceva rapidamente per ingredienti e alimenti freschi, biologici e sani.

Mentre una grande enfasi del movimento era sui cibi locali e stagionali, molti chef cercavano ancora ispirazione in Europa, in particolare i paesi in cui il dieta mediterranea regnò supremo.

"Sono stato molto fortunato ad essere a San Francisco e nella Bay Area al momento giusto ”, ha detto Bermanendi. "Loro [chef locali] erano davvero interessati ai prodotti europei perché non erano disponibili in California. Grazie agli chef americani questi prodotti hanno trovato la loro casa in California. ”

Tuttavia, lo stesso movimento che ha dimostrato di essere un vento contrario per il progetto di importazione di Beramendi alla fine si è trasformato in un vento contrario. Presto la domanda di prodotti locali cominciò a superare il fascino di quelli importati.

Le mutevoli tendenze dei consumatori, abbinate alla crescente produzione di olio extra vergine di oliva in California, fecero presto sì che le importazioni più costose di Beramendi non potessero più competere. Ciò, combinato con le difficoltà logistiche dell'importazione in California e del viaggio da e verso l'Italia, ha portato Beramendi a trasferirsi a New York City nel 1995.

Beramendi ha continuato a cucinare per gli chef e a fare dimostrazioni con il suo crescente portafoglio di oli di oliva sulla costa orientale e ha rapidamente trovato la sua nicchia, vendendo a ristoranti e negozi di specialità alimentari.

questo-olio d'oliva-importatore-sa-how-to-find-vincitori--frantoio a volte

Salvatore Cutrera, di Frantoi Cutrera, assaggia il suo olio d'oliva appena estratto

Concentrarsi sulla qualità è il credo di Beramendi e, alla fine, ha iniziato a inserire alcuni dei migliori oli d'oliva che ha importato nelle competizioni. Al 2020 NYIOOC Concorso mondiale dell'olio d'oliva, Manicaretti Importatori alimentari italiani guadagnato otto premi d'oro per i loro prodotti importati.

Non è come un Oscar, dove solo l'attore o l'attrice ottiene il premio. C'è un intero cerchio sociale ed economico attorno al produttore che può festeggiare.- Rolando Bernamendi, importatore italiano di alimenti Manicaretti

"Questa notizia li ha fatti saltare fuori dai loro posti e si sono vantati per settimane ”, ha detto Beramendi sulle reazioni dei produttori vincitori alla notizia del loro successo. "È un'ottima validazione per tutti coloro che sono coinvolti, non solo per il produttore, ma anche per i mugnai e le mietitrici. "

"Non è come un Oscar, in cui solo l'attore o l'attrice ottiene il premio ”, ha aggiunto. "C'è un intero cerchio sociale ed economico attorno al produttore che può festeggiare, soprattutto quest'anno con tutto quello che sta succedendo. È stato il momento clou dell'anno. ”

Come Pandemia di COVID-19 ha devastato sia l'Italia che gli Stati Uniti, Manicaretti ha trovato fortune miste.

"Abbiamo sempre venduto il 50 percento ai ristoranti e il 50 percento ai negozi di specialità alimentari ", ha affermato. "Per ovvi motivi, ora la nostra attività di ristorazione è zero, ma il le vendite al dettaglio sono salite alle stelle, quindi siamo abbastanza vicini alla pari. "

Nonostante le sfide create dalla pandemia, Beramendi è fiducioso che Manicaretti resisterà alla tempesta.

Vincere più premi al mondo il più prestigioso concorso per la qualità dell'olio d'oliva funge da boa per l'azienda. I premi dimostrano ai suoi clienti che il suo rigoroso processo di selezione e l'approccio pratico all'importazione di olio d'oliva di alta qualità.

questo-olio d'oliva-importatore-sa-how-to-find-vincitori--frantoio a volte

Matteo Frescobaldi ispeziona gli ulivi responsabili del suo pluripremiato Laudemio

"Ricevo costantemente rapporti da ciascuno dei nostri produttori su ciò che sta accadendo ", ha detto. "Voglio sapere che stanno potando a marzo. Chiedo loro le foto della fioritura. "

Beramendi presta molta attenzione a questi piccoli dettagli. Mentre ha un ampio portafoglio di oli d'oliva che importa, ogni anno il trucco è diverso. Sottolinea che l'olio d'oliva è proprio come il vino. Ogni raccolto è unico ed è difficile confrontarlo con quelli precedenti.

"Ogni raccolto è diverso, quindi voglio essere lì e stare con loro ", ha detto. "Devo vedere [il raccolto] e assaggiare tutti gli oli. Quindi, in base a come ci sentiamo con quel particolare raccolto, potremmo comprare molto [o nessuno]. "

"Negli ultimi 30 anni sono sempre stato in Italia durante la vendemmia e la pressatura ”, ha aggiunto.

Beramendi inizia ogni stagione della vendemmia in Sicilia, dove acquista una pluralità di suoi oli d'oliva, tra cui il premio Gold Spedalotto Tonda Iblea DOP, Sapori Divini ed Titone.

"La Sicilia è la numero uno in questo momento. Negli ultimi quattro anni, la Sicilia ha davvero dominato il comando ", ha detto. "Ciò che ha portato la Sicilia nel futuro dell'olio d'oliva è che hanno fatto molto per migliorare, [ad esempio] Frantoio Cutrera con la sua nuova tecnologia per frantoi. ”

questo-olio d'oliva-importatore-sa-how-to-find-vincitori--frantoio a volte

Beramendi ispeziona gli uliveti con Antonella Titone, a Trapani, in Sicilia

Dalla Sicilia, Beramendi vola in Puglia, dove ha vinto il premio Crudo viene prodotto - prima di proseguire verso nord fino in Toscana, dove ha origine Frescobaldi Laudemio ed Castello Colle Massari IGP.

A seconda di come è andata la raccolta, Beramendi visita anche altre regioni. Al 2020 NYIOOC, Manicaretti ha vinto due Gold Awards per il Rustichella d'Abruzzo olii importati dall'Abruzzo.

Complessivamente, la società importa olio d'oliva e altri prodotti alimentari da 38 produttori sparsi in 15 regioni.

"Devi essere lì, devi esserci dentro ", ha detto Beramendi. "Ogni anno l'olio d'oliva è diverso. Cerco sempre di pensare al perché questo prodotto è quello che è. "


Related News