Affari

Le vendite di alimenti a base vegetale salgono alle stelle mentre i consumatori statunitensi cercano opzioni più sane

Mentre i dati mostrano che le vendite di alimenti a base vegetale negli Stati Uniti sono cresciute del 90% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, prove aneddotiche suggeriscono che le vendite di olio d'oliva sono cresciute con loro.
Giu. 3, 2020
Daniel Dawson

Notizie recenti

La crescita delle vendite di prodotti alimentari a base vegetale ha superato di gran lunga gli aumenti delle vendite di prodotti alimentari negli Stati Uniti durante il Pandemia di COVID-19, secondo i dati pubblicati dalla Plant Based Foods Association e SPINS, una società di analisi di mercato.

La domanda di olio d'oliva è aumentata di recente. Presumiamo che sia dovuto all'aumento della domanda nei negozi di alimentari a causa della crisi COVID-19.- Brady Whitlow, presidente di Corto Olive

Vendite di alimenti a base vegetale è cresciuto del 90 percento fino a metà marzo, rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, quando gli americani hanno inondato i supermercati durante un periodo di "accaparramento."

Nelle quattro settimane successive al picco del periodo di acquisto di panico, le vendite di prodotti alimentari a base vegetale sono cresciute del 27%, poiché i consumatori hanno cercato opzioni alimentari più sane di quanto avrebbero normalmente. I dati mostrano che anche le vendite di prodotti alimentari a base vegetale sono cresciute del 35% più rapidamente rispetto alle vendite di prodotti alimentari totali in quel periodo.

"Dall'inizio della pandemia, c'è stato un continuo spostamento degli acquisti dei consumatori verso prodotti naturali e biologici che migliorano la salute e l'immunità ", ha affermato il CEO e proprietario di SPINS Tony Olson.

Mentre gli impatti della pandemia sulle tendenze dei consumatori devono ancora manifestarsi pienamente in tutti i settori, prove aneddotiche mostrano che anche le vendite di olio d'oliva negli Stati Uniti sono state potenziate dalla pandemia.

pubblicità

"La domanda di olio d'oliva è aumentata di recente ", ha detto Brady Whitlow, presidente di Corto Olive, il secondo maggiore produttore di olio d'oliva negli Stati Uniti Olive Oil Times. "Presumiamo che sia dovuto all'aumento della domanda nei negozi di alimentari a causa della crisi del COVID-19 ".

Gli Stati Uniti non sono il primo paese a sperimentare un aumento delle vendite di olio d'oliva a seguito di COVID-19. Sia la Grecia che La Spagna ha visto crescere le vendite interne di olio d'oliva anche all'inizio della pandemia.

Nella sua Rapporto sulle prospettive agroalimentari 2020, ha affermato anche l'Unione europea consumo di olio d'oliva nel blocco commerciale dovrebbe aumentare del 5.2 per cento nell'anno agricolo 2019/20, in gran parte guidato dall'acquisto di panico all'inizio del 2020.





Related News