L'Europa consente alle cooperative in Spagna di regolamentare l'approvvigionamento

Dopo anni di pressioni su Bruxelles, le cooperative spagnole saranno ora in grado di ritirare volontariamente l'olio d'oliva in eccedenza dal mercato.
Ministero spagnolo dell'agricoltura, dell'alimentazione e della pesca
Novembre 10, 2020
Daniel Dawson

Notizie recenti

Le cooperative spagnole di olio d'oliva hanno avuto il via libera all'autoregolamentazione volontaria dal Commissione europea.

L'iniziativa consentirà ai soci della principale cooperativa agricola spagnola, Cooperativas Agro-alimentarias, di farlo ritirare l'olio d'oliva in eccedenza dal mercato negli anni in cui la produzione supera la domanda e le esportazioni.

Vedi anche: Il consumo di olio d'oliva è destinato a superare la produzione per un cambiamento

L'annuncio è arrivato dopo una riunione dei ministri dell'agricoltura dell'Unione europea e sarà formalmente codificato nel regolamento sull'organizzazione comune del mercato (OCM) in attesa di Politica agricola comune.

"La Cooperativas Agro-alimentarias spagnola ha ottenuto l'approvazione della sua proposta di autoregolamentazione volontaria nel settore dell'olio d'oliva da parte della Commissione europea ", ha scritto la cooperativa in una dichiarazione sul suo sito web, aggiungendo che la decisione "consentirebbe alle sue cooperative associate di raggiungere accordi per il ritiro del prodotto dal mercato, a condizione che le circostanze specifiche di ciascuna campagna lo rendano necessario. "

Tuttavia, i funzionari di Cooperativas Agro-alimentarias, che rappresenta 3,600 diverse cooperative e vanta più di un milione di soci, hanno lasciato intendere che la nuova sentenza non sarebbe uno strumento di prima scelta per le cooperative che cercano di aumentare costantemente i bassi prezzi dell'olio d'oliva.

La qualità conta.
Trova i migliori oli d'oliva del mondo vicino a te.

"Il meccanismo approvato potrebbe essere attivato in quelle campagne in eccedenza, in cui la disponibilità del prodotto supera di gran lunga il volume di olio d'oliva che è in grado di essere assorbito, sempre tenendo conto della specifica situazione del mercato in ogni momento ", ha affermato la cooperativa.

L'autoregolamentazione era solo una delle numerose misure introdotte da Luis Planas, il ministro spagnolo dell'agricoltura, durante l'incontro che ha lo scopo di sostenere i produttori di olio d'oliva.

Gli altri includevano la promozione della raccolta anticipata, aumentando l'importo degli oliveti biologici del paese e il miglioramento dell'etichettatura per gli oli di produzione tradizionale.





Related News

Feedback / suggerimenti